spot_img
More
    spot_img
    HomeMondoIl capo di Hezbollah Nasrallah afferma che Israele dovrebbe essere “spaventato” da...

    Il capo di Hezbollah Nasrallah afferma che Israele dovrebbe essere “spaventato” da una guerra totale

    -

    Hassan Nasrallah afferma che l’invasione del nord di Israele è una possibilità “permanente” nel caso in cui un grave conflitto venga imposto al Libano.

    Bandiere di Hezbollah dei combattenti
    Membri di Hezbollah partecipano al funerale di Taleb Abdallah, un alto comandante sul campo di Hezbollah ucciso in un attacco israeliano, il 12 giugno 2024 [File: Mohamed Azakir/Reuters]

    Il capo di Hezbollah Hassan Nasrallah ha lanciato un severo avvertimento a Israele, minacciando una guerra “senza restrizioni, senza regole e senza massimali” in caso di una grande offensiva israeliana contro il Libano.

    Le osservazioni di Nasrallah di mercoledì arrivano nel mezzo delle crescenti tensioni al confine tra Libano e Israele, dopo che i funzionari israeliani hanno ribadito che il paese è pronto per una guerra totale contro Hezbollah.

    “Tutto ciò che dice il nemico e le minacce e gli avvertimenti portati dai mediatori – e ciò che viene detto dai media israeliani – riguardo ad una guerra in Libano non ci spaventa”, ha detto Nasrallah in un discorso tramite feed video.

    Ha detto che Israele è il partito che dovrebbe essere “spaventato”.

    Il ministro degli Esteri israeliano Israel Katz martedì ha sollevato la prospettiva di un grave conflitto con il gruppo libanese dopo che Hezbollah ha rilasciato filmati di droni di sorveglianza che mostrano le principali infrastrutture e siti militari nel nord di Israele.

    “Siamo molto vicini al momento in cui si deciderà di cambiare le regole contro Hezbollah e il Libano. In una guerra totale, Hezbollah sarà distrutto e il Libano sarà gravemente colpito”, ha scritto Katz in un post sui social media.

    “Lo Stato di Israele pagherà un prezzo sul fronte e sul fronte interno, ma con una nazione forte e unita e con tutto il potere del [Israeli military]ristabiliremo la sicurezza per i residenti del nord”.

    Mercoledì Nasrallah ha sottolineato le capacità militari di Hezbollah, affermando che il gruppo ha acquisito nuove armi e possiede un’abbondanza di droni prodotti localmente.

    “Il nemico sa bene che ci siamo preparati per i giorni più difficili”, ha detto. “Il nemico sa bene cosa lo aspetta, ed è per questo che finora è stato scoraggiato. E sa che non ci sarà posto nel [country] verrebbero risparmiati i nostri razzi e droni. E non si tratterà di bombardamenti indiscriminati: ogni razzo – un bersaglio”.

    Nasrallah ha anche suggerito che Hezbollah potrebbe inviare forze di terra in territorio israeliano.

    “C’è molta paura da parte del nemico che la resistenza possa invadere il nord di Israele, e questa è una possibilità che rimane presente nel contesto di qualsiasi guerra imposta al Libano”, ha detto.

    L’organizzazione libanese allineata all’Iran ha iniziato ad attaccare le basi militari nel nord di Israele il giorno dopo lo scoppio della guerra a Gaza il 7 ottobre in quello che definisce un “fronte di sostegno” per sostenere i gruppi armati palestinesi.

    Nasrallah ha sottolineato che il fronte libanese sta facendo la differenza nel più ampio confronto contro Israele e sta allontanando le risorse militari israeliane da Gaza.

    Minaccia per Cipro

    Nasrallah ha lanciato un avvertimento anche a Cipro, paese membro dell’Unione Europea che si trova nel Mediterraneo orientale, a ovest delle coste libanesi e israeliane.

    Ha detto che il gruppo ha informazioni secondo cui Israele sta conducendo esercitazioni militari a Cipro su terreni simili a quelli del sud del Libano.

    Nasrallah ha aggiunto che Israele intende utilizzare gli aeroporti e le basi di Cipro per scopi militari nel caso in cui le sue infrastrutture militari venissero attaccate durante una grande guerra.

    “Aprire aeroporti e basi cipriote affinché il nemico israeliano possa prendere di mira il Libano significa che il governo cipriota è diventato parte della guerra, e la resistenza lo affronterà come parte della guerra”, ha detto senza approfondire.

    Nasrallah ha anche avvertito che il gruppo aprirà un fronte navale contro Israele nel Mediterraneo.

    Ha aggiunto che Hezbollah continuerà i suoi continui attacchi contro obiettivi israeliani, affermando che la soluzione alla crisi è “chiara”: porre fine alla guerra israeliana a Gaza.

    Secondo funzionari sanitari palestinesi, da ottobre più di 37.000 persone sono state uccise nell’assalto israeliano a Gaza.

    Israele ha lanciato la guerra il 7 ottobre dopo che Hamas, il gruppo palestinese che governa Gaza, ha condotto un attacco nel sud di Israele, uccidendo almeno 1.139 persone, secondo un conteggio di Al Jazeera basato sulle statistiche israeliane, e catturando circa altre 250 persone.

    Nasrallah ha difeso Hamas per aver avanzato le proprie richieste su una proposta in più fasi guidata dagli Stati Uniti che, secondo Washington, porterebbe a un “cessate il fuoco duraturo”.

    Ha detto che il piano americano presenta una lacuna “evidente” che consentirebbe a Israele di riprendere la guerra dopo la prima fase della proposta, che vedrebbe il rilascio di alcuni prigionieri israeliani detenuti da Hamas.

    Related articles

    Stay Connected

    0FansLike
    0FollowersFollow
    0FollowersFollow
    0SubscribersSubscribe
    spot_img

    Latest posts