Fallimento dei colloqui tra India e esercito cinese per disinnescare le tensioni al confine

0
16

Entrambe le nazioni manterranno le truppe nelle aree avanzate per un secondo inverno gelido mentre continua lo stallo di 17 mesi.

Un aereo da caccia indiano sorvola una catena montuosa nella regione del Ladakh [File: Danish Siddiqui/Reuters]

I colloqui tra i comandanti dell’esercito indiano e cinese per disimpegnare le truppe dalle aree chiave di attrito lungo il confine si sono conclusi con uno stallo e non sono riusciti a allentare una situazione di stallo di 17 mesi che a volte ha portato a scontri mortali, affermano le due parti.

Il continuo stallo significa che le due nazioni manterranno le truppe nelle aree avanzate del Ladakh per il secondo inverno consecutivo a temperature pericolosamente gelide.

Il ministero della Difesa indiano, in una dichiarazione lunedì, ha affermato di aver fornito “suggerimenti costruttivi” ma la parte cinese “non è stata d’accordo” e “non ha potuto fornire alcuna proposta lungimirante”.

Una dichiarazione di un portavoce militare cinese ha affermato che “la parte indiana si attiene a richieste irragionevoli e irrealistiche, aggiungendo difficoltà ai negoziati”.

I comandanti di entrambi gli eserciti si sono incontrati per i colloqui domenica, dopo un intervallo di due mesi, a Moldo, dalla parte cinese, nell’area del Ladakh.

Entrambi i paesi hanno di stanza decine di migliaia di soldati sostenuti da artiglieria, carri armati e aerei da combattimento lungo il confine di fatto chiamato Linea di controllo effettivo (LAC).

Da febbraio, sia l’India che la Cina hanno ritirato le truppe da alcuni siti di scontro sulle sponde settentrionali e meridionali del Pangong Tso, un lago glaciale a 14.000 piedi (4.270 metri), Gogra e Galwan Valley, ma continuano a mantenere truppe extra come parte di una distribuzione multilivello.

Le truppe sono state aggiunte a Demchok e Depsang Plains, dicono i media indiani.

I colloqui di domenica sono arrivati ​​tra la frustrazione espressa dal capo dell’esercito indiano per quello che ha definito il massiccio dispiegamento di truppe e armi da parte cinese.

“Sì, è motivo di preoccupazione che l’accumulo su larga scala si sia verificato e continui a essere in atto, e per sostenere quel tipo di accumulo, c’è stata una quantità uguale di sviluppo infrastrutturale da parte cinese”, il generale MM Naravane ha detto sabato.

“Quindi significa che loro (la Cina) sono lì per restare. Stiamo monitorando da vicino tutti questi sviluppi, ma se sono lì per rimanere, anche noi siamo lì per rimanere”, ha detto.

La dichiarazione cinese del colonnello anziano Long Shaohua del comando del teatro occidentale ha affermato che “la determinazione della Cina a salvaguardare la propria sovranità è incrollabile e la Cina spera che l’India non giudichi male la situazione”.

Le temperature nelle aree avanzate del Ladakh scendono a -30 gradi Celsius (-22 Fahrenheit) intorno a gennaio. Le truppe di entrambe le parti erano solite ritirarsi nelle loro tradizionali posizioni di mantenimento estive, ma sono rimaste al loro posto vicino al confine conteso da quando è iniziato lo scontro nel maggio 2020.

L’anno scorso, 20 soldati indiani sono stati uccisi in uno scontro con soldati cinesi che ha coinvolto bastoni, pietre e pugni lungo il confine conteso. La Cina ha detto di aver perso quattro soldati.

Il LAC separa i territori himalayani dal Ladakh a ovest allo stato orientale dell’India dell’Arunachal Pradesh, che la Cina rivendica nella sua interezza. India e Cina, la cui frontiera si estende per 3.500 km (2.200 miglia), hanno combattuto una guerra mortale oltre il confine nel 1962.

Dall’inizio della situazione di stallo lo scorso anno, i cinesi hanno costruito dozzine di grandi strutture a prova di intemperie lungo la LAC nel Ladakh orientale per le loro truppe durante l’inverno. I media indiani hanno anche riferito di nuovi eliporti, ampliamento delle piste di atterraggio, nuove caserme, nuovi siti di missili terra-aria e posizioni radar.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here