Disturbo psicosomatico: cause, sintomi, tipi e trattamenti

0
18

Lo stress può devastare non solo la tua mente ma anche il tuo corpo. C’è un motivo per cui i medici ti dicono più e più volte di non stressarti per piccoli problemi. Questa raccomandazione precauzionale ha una maggiore importanza, soprattutto se sei malato o hai un sistema immunitario debole. Questo perché preoccuparsi di una malattia può portare a sintomi fisici. Bene, se non lo sapevi, potresti voler leggere questo post.

Spesso sentiamo dire che la psicologia svolge un ruolo fondamentale nella cura della malattia, e anche i medici sono d’accordo con questo. Quindi, se il nostro stato mentale sano può aiutarci a ottenere sollievo, è anche probabile che una cattiva salute mentale possa influenzare il nostro essere fisico. Il termine “disturbo psicosomatico” è usato per tali condizioni. Continua a leggere per saperne di più su di loro e su come sono legati alla psicologia.

Che cos’è il disturbo psicosomatico?

Il termine “disturbo psicosomatico” è usato per una malattia fisica che si pensa sia causata o peggiorata da fattori mentali. “Psiche” si riferisce alla mente e “somatico” si riferisce ai segni e sintomi fisici osservati per la malattia. Di solito, la maggior parte delle malattie sono psicosomatiche in quanto hanno componenti mentali e fisiche.

Questi disturbi potrebbero non essere presenti allo stesso modo in ogni individuo. A seconda della tua mentalità e del tuo temperamento, una malattia fisica, come un’eruzione cutanea o la psoriasi, può infastidirti abbastanza da renderti depresso e malato. Tuttavia, un altro amico con una condizione simile potrebbe non sentirsi depresso o malato come te. Può essere vero anche il contrario. Ad esempio, una persona depressa potrebbe non mangiare abbastanza o non mangiare affatto. Pertanto, le condizioni mentali possono anche portare a malattie fisiche (1, 2).

I disturbi psicosomatici includono malattie come eczema, ulcere gastriche, ipertensione, psoriasi e persino malattie cardiache. In effetti, uno studio ha concluso che la depressione e l’ansia sono direttamente responsabili di malattie come l’infarto del miocardio (3).

Esaminiamo ora i segni ei sintomi fisici del disturbo psicosomatico.

Sintomi del disturbo psicosomatico

Ora che sappiamo che i disturbi psicosomatici di solito iniziano nella mente, diamo un’occhiata ai sintomi di questa condizione. Ha molti sintomi, tra cui:

  • Battito cardiaco accelerato
  • Palpitazioni (colpi al cuore)
  • Nausea
  • tremori
  • Dolore
  • Bocca asciutta
  • Sudore
  • Dolore al petto
  • Respirazione rapida
  • Debolezza
  • Eccesso di stanchezza
  • Un nodo allo stomaco
  • Respirazione veloce
  • Problemi neurologici
  • Disturbi gastrointestinali (1, 2)

Cause del disturbo psicosomatico

Cause del disturbo psicosomatico

Non è del tutto chiaro come condizioni mentali come depressione, ansia e stress inneschino sintomi fisici. La ricerca è ancora in corso per malattie specifiche per comprendere il legame tra la psiche e i sintomi.

Alcuni rapporti concludono che l’aumento dell’attività degli impulsi nervosi quando si è ansiosi, depressi o stressati può essere uno dei fattori che contribuiscono ai sintomi fisici (1, 2). A volte, i rilasci di adrenalina ed epinefrina possono anche scatenare sintomi fisici quando sei ansioso. Ci sono stati molti studi e uno recente su come lo stress causa malattie tra gli infermieri ha concluso che il burnout è una delle principali cause di sintomi di disturbi psicosomatici come acidità, mal di schiena, dolore al collo, dimenticanza e rabbia (4).

Sulla base della causa principale dello stress e di come si sta caratterizzando, i disturbi psicosomatici si dividono in diverse tipologie. Questi sono riportati di seguito.

Tipi di disturbi psicosomatici

Per lo più, i disturbi psicosomatici e altre forme gravi sono causati dallo stress emotivo. Si dividono in questi sette tipi:

(i) Disturbo Somatoforme Indifferenziato – In questo tipo, si verificano uno o più sintomi (dolore, affaticamento, perdita di appetito e sintomi gastrointestinali) per un minimo di sei mesi.

(ii) Disturbo di Somatizzazione – I sintomi includono dolore, sintomi sessuali, sintomi gastrointestinali, sintomi neurologici, sintomi mestruali e affaticamento. Visto in persone tra i 18 ei 30 anni, che sperimentano questi sintomi per anni senza alcuna spiegazione per loro.

(iii) Disturbo somatoforme non specificato – I pazienti credono erroneamente di essere incinta a causa di segni come l’interruzione delle mestruazioni, il movimento fetale, i dolori del travaglio, la nausea, ecc.

(iv) Disturbo di Conversione – I sintomi includono incapacità di emettere un suono, attacchi improvvisi di malattia, incoscienza, abbassamento delle palpebre superiori, perdita di sensibilità in una o più parti del corpo e problemi alla vista.

(v) Disturbo d’ansia di malattia (ipocondria) – I pazienti temono di avere una malattia pericolosa che causerà gravi danni al loro corpo. Spesso visitano più medici per dimostrarlo.

(vi) Disturbo del dolore – I sintomi includono dolore in una o più parti del corpo per lunghi periodi, senza alcuna spiegazione.

Nota: condizioni come la CFS e la fibromialgia, sebbene non possano essere rilevate con i test, non sono semplicemente psicosomatiche.

(vii) Disturbo di dismorfismo corporeo – Le persone affette da questa sensazione sentono che il loro corpo è difettoso e spesso ricorrono a trattamenti cosmetici per migliorare il loro aspetto.

Lo stress emotivo è spesso una delle principali cause di questi disturbi (5). Quindi, sappiamo come lo stato d’animo può influenzare il nostro corpo. Quello che non sappiamo ancora è come trattare questa condizione. Poiché la malattia non è fisica, a differenza dei sintomi, dovrebbe esserci un equilibrio tra trattamento emotivo e fisico per le persone afflitte. Ecco le opzioni di trattamento consigliate per i disturbi psicosomatici.

Come trattare il disturbo psicosomatico

  1. Yoga
  2. Farmaco
  3. Terapia del digiuno
  4. Ipnosi
  5. Terapia Cognitivo Comportamentale

Rilassati e ottieni sollievo dai disturbi psicosomatici con questi

1. Yoga per disturbi psicosomatici

1. Yoga per disturbi psicosomatici

Secondo l’Ayurveda, lo yoga include esercizi di meditazione e rilassamento che possono aiutare a gestire i disturbi psicosomatici. Poiché questi disturbi sono innescati da condizioni mentali come ansia e stress, prendere parte ad attività antistress come lo yoga può aiutare ad alleviare questi problemi mentali. Semplici esercizi di respirazione e asana che rilasseranno la mente possono essere praticati quotidianamente.

Lo yoga ha un effetto calmante sul corpo e ti rende più consapevole e accetta te stesso e ciò che ti circonda. Gli esperimenti hanno dimostrato che lo yoga è efficace quanto i farmaci quando si tratta di disturbi psicosomatici (6, 7).

2. Farmaci per i disturbi psicosomatici

2. Farmaci per i disturbi psicosomatici

Di solito, i medici generici prescrivono farmaci specifici per alleviare alcuni dei sintomi fisici. La maggior parte dei medici consiglia i pazienti anche a psicologi/psicoterapeuti per la terapia poiché i farmaci forniscono solo un sollievo temporaneo. È probabile che una persona ansiosa subisca una ricaduta dei sintomi fisici ed è necessario un trattamento della radice psicologica. I diversi tipi utilizzati per il trattamento sono antidepressivi triciclici (TCA), inibitori della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina (SNRI), antipsicotici atipici, inibitori della ricaptazione della serotonina (SSRI) e farmaci a base di erbe (8). Diverse combinazioni di farmaci sono prescritte da specialisti a seconda dell’età del paziente, dell’intensità della malattia, della durata e della reattività al trattamento.

3. Terapia del digiuno per i disturbi psicosomatici

Un trattamento ben noto in Giappone, la terapia del digiuno ha alleviato con successo i sintomi sia fisici che psicologici nei pazienti con disturbi psicosomatici. Secondo questa terapia, il sistema nervoso autonomo e il sistema endocrino sono regolati dal processo di digiuno. Di conseguenza, il corpo ristabilisce il suo equilibrio sia per la salute mentale che per la salute fisica (9).

4. Ipnosi per disturbi psicosomatici

4. Ipnosi per disturbi psicosomatici

Emicranie, asma e problemi gastrointestinali osservati con disturbi psicosomatici sono spesso trattati con l’ipnosi. Questo metodo di trattamento mira a trovare la soluzione ai sintomi fisici all’interno del subconscio del paziente. L’ipnoterapia a lungo termine può funzionare efficacemente per risolvere le emozioni sottostanti e impedire alla psiche di influenzare il corpo e lo sviluppo dei sintomi. I problemi di rabbia, paura e dipendenza sono stati risolti con successo con questa terapia in passato (10, 11).

5. Terapia cognitivo comportamentale per i disturbi psicosomatici

Secondo la terapia cognitivo comportamentale (CBT), il modo in cui reagiamo a una situazione dipende molto da come la percepiamo. I pensieri di un individuo sono integrati con le sue emozioni, sensazioni fisiche, comportamento e anche con l’ambiente. E questo indica come gli individui si comportano in una particolare situazione e come il loro processo di pensiero influenza il loro stato fisico. Quando questa ideologia viene utilizzata per trattare i disturbi psicosomatici, aiuta i pazienti a pensare in modo olistico e allevia le loro ansie legate alla salute. Un grande successo è stato ottenuto quando la CBT è stata inclusa con le cure mediche standard in diverse serie di prove. Anche i casi di somatizzazione grave hanno mostrato un miglioramento (12, 13).

Il tuo stato d’animo è ciò che aggrava o calma la tua condizione fisica. Quindi, la psicologia gioca un ruolo importante nella cura di una malattia e anche durante l’insorgenza della malattia in primo luogo. Quindi, la prossima volta che ti stresserai inutilmente, ricorda che lo stress e l’ansia possono portare a qualcosa di più pericoloso di una temporanea sensazione di rabbia, depressione o frustrazione. Tenere a bada lo stress e l’ansia sono gli obiettivi chiave.

Condividi questo post con i tuoi amici e la tua famiglia e racconta loro gli effetti negativi di preoccuparsi troppo. Per favore condividi con noi qualsiasi esperienza di disturbi psicosomatici o qualsiasi tecnica che usi per liberarti dall’ansia.

Articoli consigliati

  • I 10 migliori rimedi casalinghi per il disturbo bipolare
  • 10 posizioni yoga efficaci per curare l’ansia
  • 4 asana yoga efficaci per migliorare la salute mentale
  • 11 rimedi casalinghi efficaci per curare il disturbo da deficit di attenzione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here