Cosa sono le auto autonome e quando ne avrò una nel mio vialetto?

0
88

Negli ultimi anni, case automobilistiche e giganti della tecnologia hanno scaricato miliardi di dollari per realizzare la prima vera auto senza guida senza incidenti. È stato un sogno quasi da quando sono esistite le macchine: salire in macchina, alzare le melodie e sollevare i piedi mentre un computer auto-correttore e auto-guida gira e sterza senza fatica attraverso il traffico meglio di quanto qualsiasi umano possa mai . ma quanto è vicino quel sogno a una realtà?

Come funzionano?

Le auto senza conducente utilizzano una serie di sensori, telecamere, radar, mappe 3D in tempo reale e gigabyte di software specializzato per “vedere” la strada davanti, dietro e dietro ogni angolo. Gestite da attuatori collegati alla colonna guida e ai pedali, le auto a guida autonoma raccolgono un flusso costante di dati provenienti da tutti gli angoli del veicolo e li traducono nei movimenti di guida su autostrade, strade cittadine e persino zone scolastiche suburbane.

Incorporando ciò che l'auto può vedere in un'immagine coerente della strada, i veicoli a guida autonoma sono in grado di navigare su quasi tutti i terreni in qualsiasi condizione meteorologica, ad eccezione di alcuni casi selezionati in cui fa ancora fatica a ottenere una corretta area del terreno ( come entreremo più avanti).

1948541

In questo momento, i due più grandi attori nello spazio di mappatura e costruzione delle auto stesse sono Google e Tesla. Ogni azienda mantiene la propria armata di auto adattate basate sul guidatore che sono state modificate per diventare auto-guidanti dopo lo stock, così come una più piccola selezione di prototipi che sono stati costruiti da zero sulla linea di fabbrica per essere completamente autonomi dal primo giorno. In effetti, Google è così fiducioso nei suoi modelli a guida autonoma che ha effettivamente rimosso completamente il volante e i pedali nell'ultimo modello, rimuovendo la capacità del conducente di interferire con il suo programma e lasciando il resto agli ingegneri.

Veicoli autonomi oggi

Non molte persone ne sono consapevoli, ma abbiamo già avuto auto semi-autonome sulle nostre strade da anni. Anche se potrebbero non venirci a prendere dal negozio in questo momento, puoi già ottenere alcune funzionalità di guida autonoma in pacchetti premium di determinate auto. Possono parcheggiare in parallelo, premere il freno se avvertono una collisione imminente o correggere la ruota se rileva che il conducente si sta allontanando dalla propria corsia sull'autostrada senza utilizzare prima un indicatore di direzione.

Si tratta di sistemi automatizzati integrati in alcuni marchi di fascia alta come Lexus, Mercedes-Benz e BMW, progettati per eliminare alcune delle congetture dalla compressione in un punto stretto della strada o per impedire che il prossimo parafango del parafango possa produrre sei in ritardo al lavoro. Alla fine non equivalgono a molto più di una forma avanzata di controllo automatico della velocità, ma usano ancora molti degli stessi sensori che potresti trovare in un veicolo completamente autonomo (radar, laser per il calcolo della distanza, ecc.) Per prevedere quali altri i conducenti stanno facendo e reagiscono di conseguenza.

Collision_Warning_Brake_Support

Tutte queste caratteristiche dovevano superare test di sicurezza estremamente vigorosi e passare attraverso un guanto di scappatoie burocratiche prima che fossero approvate per l'acquisto da parte dei consumatori, e si prevede che la battaglia legale per i veicoli autonomi potrebbe richiedere decenni prima che vengano approvati per colpire il strade. Detto questo, sia Google che Tesla hanno testato i propri veicoli sulle autostrade e nei sobborghi della Silicon Valley e della California per oltre quattro anni, spesso senza che nessuno fosse nemmeno seduto al posto di guida (considerato un punto doloroso della contesa dal legislatore statale).

In tutti i test effettuati da entrambe le società in quel momento (1,2 milioni di miglia guidate dalla flotta di Google di soli 23 SUV Lexus), le auto senza conducente si sono dimostrate non solo buone come le persone alla guida, ma in realtà meglio di noi nella maggior parte dei casi. Il loro tasso di incidenti è inferiore allo 0,2% (mentre gli esseri umani facilmente distratti si avvicinano alla media dell'1,09%) e nei pochissimi casi in cui le auto hanno avuto un incidente, è successo che fosse colpa di un'altra persona che li ha colpiti di lato o dietro.

Finora, le auto hanno dimostrato di poter percorrere lunghe distanze senza alcun problema (gli ingegneri di Google hanno effettuato viaggi regolari da e per il lago Tahoe sulla neve) e fino a quando ha aggiornato i dati di mappatura dell'area che prevede di navigare, l'unico rischio per chiunque sia in sella a un fucile è se le condizioni della strada cambiano improvvisamente, diciamo su una macchia di ghiaccio nero o durante un idrovolante.

Allora perché non vengono ancora venduti?

Anche con tutti questi ovvi vantaggi nell'adozione di auto a guida autonoma, ci sono ancora tre principali svantaggi che ostacolano Google per il dominio totale della pavimentazione: la mancanza di dati cartografici disponibili, lievi difficoltà tecniche e problemi legali.

Il primo problema è risolvibile, ma non sarà facile. Quando un'auto a guida autonoma percorre una nuova strada, l'intero percorso su cui percorre deve essere mappato al 100% da un'auto normale prima che il veicolo a guida autonoma sappia anche cosa fare con se stesso. Ciò significa che per ogni strada, percorso sterrato e vicolo che potremmo voler viaggiare in futuro, dovrà prima essere caricato su un database, quindi mappato da Google e caricato sul disco rigido di tutti i veicoli senza conducente sul strada.

Questo è ovviamente un compito monumentale in paesi felici come gli Stati Uniti, il che significa che prima ancora di poter spingere su queste auto, il team di strada di Google Maps avrà molto terreno da percorrere sia a livello nazionale che all'estero.

Jurvetson_Google_driverless_car_trimmed

Successivamente, c'è il problema della legge, delle compagnie assicurative e della decisione su chi rimarrà agganciato se un'auto provoca un incidente. Quando parliamo di veicoli automatizzati senza conducente, è impossibile ignorare dove finisce la responsabilità morale ed etica di una persona e iniziano le azioni della sua auto.

La domanda qui si riduce sostanzialmente ad una versione di “Non hanno ucciso nessuno adesso; ma cosa succede quando lo fanno? ”Potrebbe non essere oggi o domani, ma col passare del tempo potremmo vedere titoli settimanali su un altro incidente che ha provocato lesioni gravi o morte. Chi è ritenuto responsabile in quel caso? La società che ha realizzato la macchina? Il programmatore che lo ha programmato? Che dire della persona che era seduta al posto di guida ma non ha reagito abbastanza velocemente quando l'auto ha fatto una svolta sbagliata? Quando si consegnano le chiavi di una macchina d'acciaio della morte da due tonnellate a un robot, che alla fine si assume la responsabilità nello 0,001% dei casi in cui un bug o un glitch pone fine alla vita di un'altra persona?

Questi sono gli scenari che nessuno è troppo ansioso di affrontare senza prima passare attraverso un po 'più di dati. Sebbene non vi siano stati infortuni a causa del fatto che le auto senza conducente sono ancora sulla strada, la dimensione del campione della flotta attivata è così piccola rispetto al numero di veicoli a motore umano sulla strada che diventerà solo più difficile prevedere come potrebbe essere il mondo una volta che la statistica inizia a ribaltarsi dall'altra parte.

Fino a quando non avremo fatto abbastanza studi peer-reviewed sul rischio di danni fisici a seguito del lancio su larga scala di automobili senza conducente, la realtà di vedere un'auto a guida autonoma in ogni vialetto sul blocco è ancora solo un sogno irrealizzabile avvolto in una foschia di oscurità leggi che non si sono ancora avvicinate all'accordo.

15104006386_e92bfc87f4_k

Infine, ci sono ancora alcuni ostacoli puramente tecnici che gli ingegneri in questi progetti dovranno superare prima che qualcuno comprerà queste cose presso la concessionaria locale. Vale a dire, gli ingegneri devono risolvere quello che è noto come “questo o quel problema”: quando due scelte di guida separate si presentano contemporaneamente e l'auto deve decidere il miglior modo di agire. Supponi che stai guidando in una città, e l'auto prende una svolta sbagliata a destra in una parata piena di persone lunga trenta isolati: se dovesse tentare di invertire un angolo che non può vedere, o attendere 20 minuti fino a quando ogni galleggiante non va di? Quale è considerata l'opzione “più sicura” quando le persone iniziano a circondare la macchina anche da dietro?

Guidare è un sacco di cose, ma alla base è qualcosa che implica un sacco di giudizio e decisioni, qualcosa in cui gli umani eccellono ancora. Fino a quando una macchina non sarà in grado di pensare al più presto di noi su come reagire al volo a varie nuove situazioni al volo, non saranno altrettanto efficienti quanto noi siamo in grado di superare deviazioni, blocchi stradali o celebrazioni del giorno di San Patrizio dal momento in cui compaiono … ma ciò non significa che tutte le speranze siano ancora perse.

autonomia domani

RELAZIONATO: Che cos'è un Heads Up Display (HUD) e dovrei ottenerne uno?

Come ogni nuova tecnologia che è stata lanciata nel lessico del discorso pubblico, l'adozione di veicoli completamente autonomi sarà una marcia lenta ma costante in avanti verso l'ignoto. Anche se potrebbe passare un po 'di tempo prima che il guidatore medio abbia la fortuna di avere un'auto a guida autonoma parcheggiata nel proprio garage, si prevede che il settore dei trasporti commerciali potrebbe iniziare ad adottare camion e taxi a guida autonoma in massa già dal prossimo anno.

Sia i camionisti a lunga percorrenza che i tassisti potrebbero essere i primi a colpire la linea di disoccupazione a seguito del passaggio di auto a guida autonoma, poiché i conglomerati multinazionali usano le loro enormi pile di denaro contante per acquistare la tecnologia alla rinfusa, mentre contemporaneamente usano il loro elenco di avvocati per spingere le leggi necessarie attraverso i tribunali statali e federali per metterlo sulla strada. Start-up tecnologiche come Uber hanno già iniziato a effettuare ordini per mezzo milione di taxi autonomi che verranno consegnati da Tesla entro il 2020, mentre le compagnie di navigazione come Freightliner hanno appena lasciato il loro primo veicolo a 18 ruote Inspiration completamente automatizzato sulle strade del Nevada a maggio.

Freightliner-Inspira-29_1600x0w

Le auto autonome potrebbero anche rimodellare il modo in cui osserviamo il lavoro dei colletti bianchi. In questo momento, le persone sprecano fino a metà della loro intera giornata solo andando da e verso l'ufficio, tutto il tempo prezioso che potrebbe essere meglio utilizzato per recuperare rapporti, videoconferenze o persino scrivere quel foglio di spesa mensile. Una volta che le auto sono a guida autonoma, tutto il tempo che perdiamo prestando attenzione alla strada potrebbe invece essere speso in una sorta di “ufficio mobile”, dove i primi compiti della giornata possono essere ripiegati direttamente nel tragitto. Ciò significa più tempo trascorso con le nostre famiglie, godendo dei nostri hobby e meno accumulo di rabbia stradale che esplode quando meno te lo aspetti.

Quando posso accedere a “Drive” One?

Tuttavia, non iniziare a smettere di andare al lavoro per il momento, perché sarà ancora mezzo decennio o più prima che qualsiasi agenzia statale o federale si iscriva come cavie per veri modelli di distribuzione al consumo. Sì, sia le auto a guida autonoma di Google sia quelle di Tesla hanno record di guida impeccabili per il momento, e sì, hanno milioni di miglia sotto la cintura dove gli unici incidenti sono stati colpa di qualche altro essere umano. Realisticamente la tecnologia che fa funzionare queste auto in tutte le condizioni non è più di un anno o due dall'essere pronti al 100% su strada … ma le persone temono il cambiamento, i legislatori ne dubitano doppiamente.

Combatti come potrebbero contro l'inesorabile marcia del progresso, tuttavia, proprio mentre l'introduzione delle prime auto ribaltavano città e scuderie di cavalli in giro per il paese – le auto a guida autonoma inevitabilmente scuoteranno più di alcune grandi industrie prima del prossimo secolo è finita e ci dovremo solo abituare una volta che lo faranno.

Ma porteranno anche con loro un nuovo modo di lavorare mentre stiamo andando al lavoro, ci daranno più tempo per interagire con la famiglia o gli amici durante lunghi viaggi su strada e, una volta adottati pienamente, creare intere nazioni piene di più sicuro e altro strade senza incidenti. Le auto senza conducente sono tutto ciò che viene in mente quando si pensa al “futuro”, e sono solo pochi salti e un salto dal rivoluzionare completamente il modo in cui ci muoviamo.

Crediti immagine: Tesla, Flickr, Wikimedia 1, 2, 3, PixGood, Freightliner