Come automatizzare il volume, la panoramica e altri effetti in GarageBand

0
91

La possibilità di automatizzare le tracce è una delle funzionalità più potenti di GarageBand. L'automazione ti consente di regolare il volume, il pan, l'eco e altri effetti in diversi punti del brano. Il modo in cui GarageBand implementa questa funzione è in realtà molto semplice e intuitivo e facile da iniziare.

Come automatizzare una traccia

Per iniziare ad automatizzare una traccia, fai clic sul pulsante di automazione senza etichetta nella parte superiore dell'elenco degli strumenti, che dovrebbe diventare giallo. Assicurati di avere almeno una traccia e almeno un loop in quella traccia, o non avrai nulla da automatizzare.

Screenshot_1_9_16__5_53_PM

I tuoi loop diventeranno scuri e ora dovresti vedere una finestra a discesa con tutte le diverse opzioni che puoi automatizzare per ogni strumento. Inizieremo automatizzando il volume della traccia.

Se si desidera aggiungere nuovi loop o modificare quelli esistenti, sarà necessario disabilitare l'editor di automazione facendo nuovamente clic sul pulsante.

Screenshot_1_9_16__5_54_PM

Inizia tenendo premuto Comando e facendo clic in un punto qualsiasi dell'area della traccia, che creerà un nuovo punto. Puoi creare nuovi punti facendo clic tenendo premuto il tasto Comando e trascinando i punti esistenti con il mouse. Creando pendenze tra i punti, è possibile regolare automaticamente il volume durante la riproduzione della traccia, creando un effetto di dissolvenza in entrata o in uscita. Con forti cadute, è possibile disattivare in modo efficace determinate aree di una traccia.

Screenshot_1_9_16__6_08_PM

Se fai clic sul menu a discesa, puoi visualizzare un elenco delle opzioni che puoi automatizzare.

Le opzioni di base per ogni strumento sono Volume, Pan, Echo e Reverb. Il volume controlla la rumorosità di una traccia, Pan sposta il suono di una traccia verso un orecchio ed Echo e Reverb sono molto simili con una differenza chiave: un'eco su una traccia è distinta dalla traccia originale, quasi come se la traccia fosse copiata e ritardata per poco tempo e un riverbero sulla traccia è un'eco molto breve che suona mescolata con la traccia originale.

Screenshot_1_9_16__6_09_PM

La sezione “Controlli intelligenti” delle opzioni varia da strumento a strumento. Ad esempio, le opzioni da configurare per la batteria sono completamente diverse dal piano. In realtà, le opzioni per i tamburi forniscono un livello di controllo sui tamburi automatici di Apple che altrimenti non avresti.

Screenshot_1_12_16__6_10_PM

In questo esempio, il volume degli Hi Hats del tamburo inizia in alto e diminuisce lentamente nel corso della traccia. Puoi controllare ogni pezzo del tamburo individualmente, regolando il volume o accendendo e spegnendo gli elementi.

Screenshot_1_12_16__6_18_PM

Come automatizzare l'equalizzatore

L'equalizzatore visivo integrato (o EQ) è uno strumento molto potente e diventa ancora più potente con la capacità di automatizzarlo. Se non hai già abilitato l'EQ, puoi abilitarlo facendo doppio clic su uno strumento e facendo clic sul pulsante “EQ”.

Musical_Typing _-_ Classic_Electric_Piano

Ora che l'EQ è abilitato, verrà visualizzato nel menu a discesa per le possibili automazioni, con il suo menu espandibile. Questo menu contiene oltre 30 opzioni per l'automazione, ma ne utilizzerai solo alcune. Puoi configurare l'EQ come preferisci e tutto ciò che non automatizzi rimarrà lo stesso per tutta la traccia.

Fullscreen_1_9_16__6_10_PM

L'EQ ha un ripiano alto e basso, un taglio alto e basso e 4 picchi. Per ognuno di questi, è possibile automatizzare la frequenza, che controlla la posizione orizzontale sull'EQ. Per gli scaffali e i picchi, puoi controllare il guadagno, che controlla quanto sarà più silenziosa o più forte quella frequenza. Puoi accendere e spegnere ogni punto con l'impostazione On / Off e puoi persino controllare il fattore Q, che controlla la tenuta del picco, cosa che non puoi fare senza automazione in Visual EQ.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here