Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Che cos'è la genitorialità parallela? Inoltre, la creazione di un piano che...

Che cos'è la genitorialità parallela? Inoltre, la creazione di un piano che funziona

0
89

Un divorzio o una separazione è un modo per porre fine a una relazione tossica e negativa. Ma interrompere non sempre interrompe la necessità di un certo livello di comunicazione, soprattutto se si hanno bambini insieme.

I bambini hanno bisogno di una relazione con i genitori. Quindi, una volta terminato il matrimonio o il matrimonio dei genitori, potrebbero andare avanti e indietro tra le case.

Ma siamo onesti: anche se i bambini possono godersi del tempo di qualità con mamma e papà, la comunicazione costante e l'interazione faccia a faccia con un ex possono essere troppo da gestire.

Se c'è molto dolore, rabbia, dolore e risentimento tra due persone, vedersi costantemente può aprire vecchie ferite e causare conflitti. Se ti trovi in ​​questa situazione, potresti voler provare una strategia chiamata parenting parallelo per mantenere la situazione amichevole – o almeno tollerabile.

Che cos'è la genitorialità parallela?

Quando una relazione finisce in cattive condizioni, la rabbia e l'antipatia di una coppia non scompaiono automaticamente con l'indirizzo condiviso. Questi sentimenti possono persistere per qualche tempo. E se così fosse, ogni incontro potrebbe finire in una partita urlante o urlante – a volte di fronte ai bambini.

La genitorialità parallela in situazioni ostili riduce al minimo la quantità di interazione tra te e il tuo ex. E con una minore interazione, hai meno probabilità di infastidirti a vicenda e combattere in presenza dei tuoi figli.

Questo approccio consente ai due adulti di staccarsi l'uno dall'altro e quindi scegliere da soli come genitori quando i bambini sono affidati alle loro cure.

Questo tipo di accordo potrebbe essere particolarmente necessario quando c'è una storia di problemi di salute mentale come il narcisismo o la personalità borderline, in cui una relazione cordiale è impossibile – o perché uno o entrambi i genitori si rifiutano di essere ragionevoli o cooperativi.

In che modo la genitorialità parallela differisce dalla co-genitorialità?

La genitorialità parallela non è la stessa cosa della genitorialità. Con i genitori, hai due genitori che sono amichevoli tra loro, almeno in superficie. Anche se la loro relazione non ha funzionato, sono in grado di riunirsi e crescere i loro figli in un ambiente sano.

Questo non vuol dire che anche questi genitori non provino malumori l'uno verso l'altro. Ma sono in grado di mettere da parte questi problemi. Risolvono i problemi insieme e sono in grado di stare nella stessa stanza senza combattere. Possono frequentare riunioni scolastiche e attività per bambini insieme. Potrebbero anche organizzare feste comuni per i bambini.

Con parenting parallelo, tutto è separato. Questi genitori non frequentano insieme attività extracurriculari, appuntamenti con il medico o riunioni scolastiche. La comunicazione è ridotta al minimo e si verifica solo quando necessario.

Se stai uscendo da una relazione con un narcisista o un partner altrimenti emotivamente offensivo, la genitorialità parallela è probabilmente una scelta molto più sana rispetto alla co-genitorialità. Non lasciare che il giudizio di nessuno ti dica altrimenti se sai che questo è il caso.

Quali sono i vantaggi della genitorialità parallela?

Alcuni potrebbero sostenere che la genitorialità parallela non avvantaggia un bambino o che crea più stress per i bambini perché non incoraggia una buona relazione tra genitori.

La realtà è che la genitorialità parallela può essere utile perché impedisce i conflitti di fronte ai bambini. Questa strategia, per quanto unica possa sembrare, potrebbe essere nel miglior interesse di tutta la tua famiglia.

I tuoi piccoli potrebbero sentirsi più sicuri e protetti. E questo stile può aiutarli a far fronte al divorzio o alla separazione. Potrebbe anche essere un trampolino di lancio per l'eventuale co-genitorialità, anche se non ti stressare per arrivarci se non sarà possibile.

Sappiamo tutti che le emozioni aumentano immediatamente dopo una rottura. Quindi è più facile per i genitori perdere la calma l'uno con l'altro. Col passare del tempo, però, la genitorialità parallela può consentire alle ferite di guarire e il risentimento a svanire. A questo punto, potresti essere in grado di riprendere la comunicazione senza combattere.

Suggerimenti per la creazione di un piano parenting parallelo

Un piano di genitorialità potrebbe consentire una certa flessibilità, ma un piano di genitorialità parallelo è semplice e preciso per evitare quante più comunicazioni possibili tra genitori.

Per evitare problemi, considera di passare in tribunale familiare per rendere ufficiali tutti gli accordi.

Passaggio 1: determina come dividere il tempo con i bambini

Ciò comporta specificando in quali giorni i tuoi figli saranno con un genitore e in quali giorni saranno con l'altro. Puoi anche includere dettagli su dove trascorreranno le vacanze, le vacanze e persino i compleanni.

Passaggio 2: determinare l'ora di inizio e l'ora di fine per ogni visita

Quindi non ci sono incomprensioni o confusioni, un piano parenting parallelo dovrebbe includere anche tempi specifici di ritiro e riconsegna per ciascun genitore. Ad esempio, la mamma potrebbe avere i bambini a partire da domenica sera alle 19:00. fino all'abbandono scolastico di venerdì, e papà potrebbe averli iniziati dopo la scuola venerdì alle 19:00 di domenica.

Passaggio 3: stabilire la posizione per i prelievi e gli abbandoni

L'obiettivo è limitare la comunicazione tra i genitori. Quindi scegli un luogo di riconsegna e di ritiro neutro. Questo può essere un parcheggio tra le due case in cui i bambini possono spostarsi rapidamente da un'auto all'altra.

A seconda del livello di ostilità, potresti anche voler organizzare per qualcun altro di spargere i bambini tra le case – forse un parente o un amico neutrale.

Passaggio 4: discutere su come gestirai le cancellazioni

Si verificheranno cancellazioni, quindi delinea un piano per gestire queste situazioni. Rendi chiaramente chiaro se a un genitore sarà concesso di recuperare il proprio tempo. In tal caso, il piano dovrebbe delineare quando sono in grado di farlo.

Ad esempio, il genitore potrebbe ricevere un giorno in più durante la settimana o trascorrere una vacanza o una vacanza in più con il bambino.

Passaggio 5: creare un piano per gestire le controversie

Quando un piano parenting parallelo funziona, le controversie sono ridotte al minimo. Ma nessun piano è perfetto, specialmente quando un genitore è difficile.

Se prevedi problemi, chiedi al tribunale di nominare un mediatore (a volte indicato come coordinatore dei genitori). Invece di discutere avanti e indietro, puoi programmare un incontro con il tuo mediatore per superare il conflitto.

L'asporto

La genitorialità parallela può essere un modo eccellente per proteggere i bambini e proteggerli da combattimenti e ostilità senza fine. Questa strategia è in genere consigliata quando i genitori non sono in grado di interagire amichevolmente.

E mentre incoraggia la separazione, fornisce anche un periodo di riflessione in cui i genitori possono lavorare attraverso la loro rabbia e dolore – e, alla fine, si spera di sviluppare una sana relazione di parentela.

Per ricevere un accordo sulla genitorialità parallela, parla con un avvocato affidatario. E non dimenticare di far entrare anche alcuni amici fidati su ciò che stai vivendo: il supporto è tutto durante i periodi di prova come il divorzio e la separazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here