spot_img
More
    spot_img
    HomeMondoBiden crolla contro Trump nel primo dibattito presidenziale degli Stati Uniti del...

    Biden crolla contro Trump nel primo dibattito presidenziale degli Stati Uniti del 2024

    -

    L’attuale presidente è stato percepito come inciampato nelle sue parole mentre il repubblicano Trump ha ripetuto numerose falsità.

    Il presidente Joe Biden e Donald Trump si sono affrontati nel primo dibattito della corsa presidenziale degli Stati Uniti del 2024, cercando di andare avanti in un confronto che, finora, è stato a pari merito.

    Ma nonostante abbia pronunciato il discorso di apertura nell’evento di giovedì, Biden ha avuto difficoltà a articolare i suoi punti di vista in diversi momenti, sembrando balbettare le parole.

    Nel frattempo, Trump ha colto l’occasione per reindirizzare la conversazione in diversi punti sulle debolezze percepite di Biden, alimentando i timori sull’immigrazione e sullo stato dell’economia.

    Ha anche tentato di eludere le domande sul fatto che avrebbe rispettato i risultati delle elezioni presidenziali del 5 novembre, affermando che lo avrebbe fatto solo se fossero state “giuste” e “libere” e ribadendo poi false affermazioni secondo cui le elezioni del 2020 erano state truccate.

    “La frode e tutto il resto erano ridicoli”, ha detto a un certo punto, mettendo in dubbio la vittoria del presidente Biden nel 2020.

    Trump attualmente deve affrontare due incriminazioni penali – una in Georgia e un’altra a Washington, DC – per i suoi presunti tentativi di sovvertire i risultati elettorali.

    Arrugginito sul palco?

    L’esibizione di giovedì sera ha avuto luogo presso gli studi della rete di informazione CNN ad Atlanta, in Georgia, ed è stata la prima volta da ottobre 2020 che i due candidati si sono incontrati sul palco del dibattito.

    Molti osservatori politici si chiedevano se sarebbero arrugginiti, non avendo partecipato a dibattiti pubblici di alcun tipo negli anni successivi.

    Biden aveva trascorso la settimana precedente al dibattito a Camp David nel Maryland, un ritiro presidenziale dove gli assistenti lo avevano aiutato a prepararsi con simulazioni di raduni. Trump, nel frattempo, ha continuato in gran parte il suo programma di comizi.

    Ma dal momento in cui Biden è salito sul palco, il presidente democratico è sembrato vacillare, borbottando mentre si avvicinava al podio.

    Tuttavia, quando ha dovuto rispondere alla prima domanda della serata, Biden si è fatto avanti, cercando di intaccare la popolarità di Trump attaccando la leadership repubblicana durante la pandemia di COVID-19.

    “Avevamo un’economia in caduta libera”, ha detto Biden alla stanza, che era in gran parte vuota, fatta eccezione per due moderatori della CNN, Dana Bash e Jake Tapper. “Quando se ne andò, le cose erano nel caos. Le cose erano nel caos. Quindi rimettiamo insieme le cose”.

    Ha anche deriso la resistenza di Trump alle misure di salvaguardia contro il COVID-19, dicendo che la sua filosofia riecheggiava la disinformazione che circolava online sulle cure: “Basta iniettarti un po’ di candeggina nel braccio e starai bene”.

    Ma quando a Trump è stata data la possibilità di rispondere, le sue osservazioni di apertura riflettevano un’iperbole caratteristica per cui il candidato repubblicano è diventato famoso.

    “Avevamo la più grande economia nella storia del nostro Paese. Non abbiamo mai fatto così bene. Tutti ne erano stupiti. Altri Paesi ci stavano copiando”, ha detto Trump nel suo discorso di apertura, ironizzando più tardi: “Tutto stava andando alla grande”.

    Una notte critica in una gara serrata

    La notte è stata un evento cruciale sia per Trump che per Biden, poiché hanno cercato di promuovere visioni diverse degli Stati Uniti. Trump ha lasciato intendere che il paese è in declino sotto la guida di Biden. Biden, nel frattempo, ha cercato di difendere la posizione degli Stati Uniti nel mondo.

    “Non ho mai sentito un presidente parlare in questo modo prima. Siamo l’invidia del mondo. Ditemi un solo grande paese che non cambierebbe posto con gli Stati Uniti d’America”, ha detto Biden a un certo punto.

    “Nessuno pensa che siamo deboli. Nessuno vuole prendersi gioco di noi. Nessuno.”

    Trump, tuttavia, a un certo punto ha risposto: “Joe, il nostro Paese viene distrutto mentre tu ed io siamo seduti qui e perdiamo molto tempo in questo dibattito”.

    In vista del dibattito di giovedì, i sondaggi mostravano Trump e Biden in una corsa serrata, anche se il repubblicano sembrava essere in vantaggio.

    Un sondaggio del New York Times e del Siena College, pubblicato alla vigilia dell’evento, mostrava che Trump aveva quasi il 48% di sostegno, quasi quattro punti di vantaggio su Biden, che era intorno al 44%.

    Gli osservatori politici hanno notato che la performance di giovedì potrebbe approfondire questo divario.

    “Ho parlato con repubblicani e democratici da quando il dibattito si è concluso”, ha detto il corrispondente di Al Jazeera Alan Fisher. “E l’opinione schiacciante è che questa è stata un’ottima serata per Donald Trump.”

    Molto di ciò aveva a che fare con la presenza scenica, ha continuato Fisher. Ha notato che Trump ha ribadito molti punti di discussione dei suoi comizi elettorali.

    “Sì, Joe Biden ha chiamato Donald Trump per le sue bugie, per le sue falsità, per le sue esagerazioni, per cose che semplicemente non sono vere. Ma Donald Trump sembrava come se fosse al comando”, ha spiegato Fisher. “Biden non ha finito i pensieri. Sembrava confuso su certi punti. E questa è stata una brutta serata per lui”.

    Fisher ha aggiunto che il dibattito metterà in luce le domande sull’età di Biden: il presidente democratico ha 81 anni, mentre il suo rivale repubblicano ne ha 78. “Questa prestazione non farà nulla per alleviare queste preoccupazioni”.

    Evento insolito con spunti di discussione familiari

    Il dibattito è stato insolito per diverse ragioni, non ultimo per la sua tempistica storicamente anticipata: sia Biden che Trump hanno spinto a spostare il primo dibattito presidenziale del ciclo elettorale a giugno, per evitare sovrapposizioni con il voto anticipato, che in alcuni stati inizia a settembre.

    Ma questo ha posto il dibattito inaugurale del 2024 prima persino delle convention dei principali partiti, dove i candidati vengono ufficialmente nominati come candidati democratici e repubblicani.

    In un altro allontanamento dalla tradizione, Biden e Trump hanno aggirato la Commissione bipartisan sui dibattiti presidenziali per organizzare autonomamente i dibattiti, negoziando direttamente con la CNN per ospitarli.

    Il dibattito di giovedì, tuttavia, è stato solo il primo dei due dibattiti presidenziali previsti per quest’anno, e gli osservatori politici sperano che Biden possa prendere le distanze dal suo dibattito inaugurale prima di raggiungere il secondo, il 10 settembre.

    Trump ha ripetutamente criticato Biden sull’immigrazione, usando un’accesa retorica anti-immigrazione per evocare timori di violenza.

    “Vuole confini aperti. Vuole che il nostro Paese venga distrutto o che lui raccolga quelle persone come elettori”, ha detto Trump di Biden.

    Biden ha cercato di dissipare il legame tra immigrazione e criminalità: gli studi hanno dimostrato che gli immigrati, in media, hanno meno probabilità di commettere crimini rispetto ai cittadini nati negli Stati Uniti.

    “Ci sono molte giovani donne che sono state violentate dai loro suoceri, dai loro coniugi”, ha risposto Biden a un certo punto dopo che Trump aveva affermato che “ci sono state molte giovani donne assassinate dalle persone a cui lui permette di attraversare il confine”.

    Biden ha anche provato a denunciare le falsità di Trump per quanto riguarda l’accesso all’aborto. Trump ha affermato erroneamente che Biden e altri democratici fossero “disposti, come diciamo, a strappare il bambino dal grembo materno nel nono mese”.

    “Stai mentendo. Semplicemente non è vero”, ha ribattuto Biden. “Non siamo per l’aborto tardivo, punto. Punto”.

    Attacchi ad hominem

    Ma il dibattito si è concentrato in diversi punti in ciascuno dei candidati che si scambiava accuse secondo cui l’altro mentiva o si lamentava.

    A un certo punto, hanno persino iniziato a confrontare i loro giochi di golf, con Biden che sfidava Trump a portare la propria borsa di attrezzatura e Trump che prendeva in giro lo swing di Biden.

    Biden ha criticato Trump per le notizie dei media secondo cui il presidente repubblicano avrebbe definito i veterani “femminili e perdenti”, invocando la perdita di suo figlio, Beau Biden.

    “Mio figlio non era un perdente o un idiota. Sei un perdente. Sei un idiota”, ha detto Biden a Trump.

    Ma anche lì, Trump ha risposto con forza, dicendo che il rapporto dei media era un’invenzione: “Si è inventato i creduloni e i perdenti, quindi dovrebbe scusarsi con me subito”.

    Quando Biden ha cercato di fare pressione su Trump per la sua tiepida reazione al raduno Unite the Right del 2017 a Charlottesville, in Virginia, in cui i suprematisti bianchi hanno marciato per le strade con delle torce tiki, Trump ha cercato di distogliere l’attenzione allo stesso modo.

    “Per tre anni e mezzo, abbiamo vissuto all’inferno”, ha risposto Trump. “Questo è cento volte Charlottesville, mille volte Charlottesville”.

    I democratici si stringono attorno al presidente

    Ma nonostante le critiche alla performance di Biden durante il dibattito, i democratici si sono stretti attorno al presidente nelle ore successive all’evento, ripetendo le accuse secondo cui Trump rappresenta una minaccia esistenziale per la democrazia statunitense.

    “Non si voltano le spalle a causa di una performance. Che razza di festa è questa?” ha detto il governatore della California Gavin Newsom quando gli è stato chiesto se Biden dovesse dimettersi. “Questo presidente ha mantenuto i suoi impegni. Dobbiamo fare qualcosa per lui in questo momento”.

    La vicepresidente Kamala Harris, vicepresidente di Biden, ha riconosciuto i punti deboli ma ha affermato che alla fine il presidente ha ottenuto una buona prestazione.

    “Sì, c’è stato un inizio lento, ma è stato un finale forte”, ha detto in un’intervista alla CNN.

    Tuttavia, Fisher, corrispondente di Al Jazeera, ha riferito che ci sono state voci sulla ricerca di un candidato sostitutivo, nel caso in cui Biden non fosse più percepito come avente una via percorribile verso la vittoria.

    “Se Joe Biden ha una cosa a suo favore, è che mancano cinque mesi alle elezioni. Quindi hanno tempo per sistemare la cosa. Ma come lo faranno, questa è la preoccupazione”, ha detto, aggiungendo: “Questo ha capovolto l’intera corsa”.

    Related articles

    Stay Connected

    0FansLike
    0FollowersFollow
    0FollowersFollow
    0SubscribersSubscribe
    spot_img

    Latest posts