Rutti di zolfo: cause e rimedi

0
10

Rutti di zolfo: cause e rimedi

Ruttare dopo un bel pasto abbondante è abbastanza comune e ti dà un senso di sollievo. Potresti sentirti come se avessi appena liberato spazio per una seconda porzione di dessert. A volte potresti avere rutti che odorano di uova marce che possono lasciarti in imbarazzo. Questi sono chiamati rutti di zolfo. Ma perché ricevi questi rutti e cosa li causa? Continua a leggere questo articolo per conoscere le cause e i rimedi per i rutti di zolfo.

In questo articolo

Cosa sono i rutti di zolfo?

L’eruttazione è un meccanismo corporeo comune che aiuta a rilasciare l’aria in eccesso intrappolata nel tratto gastrointestinale. Questa aria in eccesso viene rilasciata attraverso la bocca sotto forma di un rutto o attraverso l’ano come flatulenza (peti). Il più delle volte, l’aria che viene espulsa sotto forma di rutti e scoregge è generalmente inodore, perché i due principali gas espulsi: ossigeno e anidride carbonica sono inodori (1).

Tuttavia, l’ossigeno e l’anidride carbonica intrappolati nel tratto gastrointestinale possono reagire con le tracce di anidride solforosa lasciati dagli alimenti trasformati e dai latticini. Di conseguenza, si verificano rutti di zolfo maleodoranti rilasciati dal corpo per via orale. Sperimentare rutti di zolfo dopo aver mangiato carne rossa, verdure come asparagi, broccoli e aglio è abbastanza comune (2).

Oltre al cibo che mangi, ci sono altri fattori che possono causare rutti di zolfo. Scopriamo insieme quali sono questi fattori nella nostra prossima sezione.

Quali sono le cause dei rutti di zolfo?

Non c’è un motivo particolare che possa essere individuato come la causa principale dei rutti di zolfo. Molti fattori come la dieta e lo stile di vita possono contribuire ai rutti di zolfo. Alcuni dei motivi più comuni sono.

  • Mangiare troppo velocemente

Mangiare troppo velocemente può farti ingoiare inconsapevolmente una quantità eccessiva di aria che può rimanere intrappolata nel tratto gastrointestinale. Questa aria intrappolata deve essere espulsa da una delle aperture del tuo corpo come la bocca e l’ano.

  • Fumare

Gli studi dimostrano che il fumo di tabacco può causare reflusso acido che può farti ruttare (3). L’abbinamento del reflusso acido con l’odore disgustoso delle sigarette può far sì che i tuoi rutti abbiano un odore piuttosto sgradevole.

  • Gomma da masticare

La gomma da masticare può essere in grado di mascherare il cattivo odore del rutto, ma in retrospettiva, potrebbe anche essere il principale fattore scatenante per il rutto. Le gomme da masticare contengono ingredienti come il sorbitolo, che possono inviare falsi segnali al tuo corpo e fargli rilasciare sostanze chimiche responsabili della digestione. A causa di ciò, il tuo corpo produce gas che può causare rutti o flatulenza (4).

  • Bevande alcoliche

Le bevande alcoliche come la birra, se consumate in eccesso, possono causare reflusso gastroesofageo (GER) che può innescare l’eruttazione (5). Evitare l’alcol può aiutare a ridurre i rutti e, a sua volta, i rutti di zolfo.

Avendo compreso alcune delle cause dei rutti di zolfo, diamo un’occhiata a come puoi prevenire o eliminare i rutti di zolfo.

Come sbarazzarsi di rutti di zolfo

Potresti essere in grado di sbarazzarti dei rutti di zolfo apportando alcune piccole modifiche alla tua dieta. Ecco alcuni ingredienti che puoi incorporare nella tua dieta per aiutare a ridurre i rutti di zolfo.

  • Bere tisane

Bere tisane come tè verde, tè alla menta piperita e camomilla può aiutare a prevenire i rutti di zolfo. Questo perché questi tè sono ricchi di antiossidanti che possono aiutare a rimuovere le tossine dal tuo corpo e aiutare la digestione. La ricerca suggerisce che il tè alla menta piperita può essere in grado di lenire i problemi digestivi e, a sua volta, aiutare a ridurre l’eruttazione. Il tè verde può anche aiutare a ridurre problemi come bruciore di stomaco e mal di stomaco che causano rutti. Il tè alla camomilla è noto per lenire lo stomaco e agire come un lassativo che può aiutare a migliorare la funzione intestinale e ridurre l’eruttazione (6).

  • Bere abbastanza acqua

Bere abbastanza acqua durante il giorno non solo ti aiuta a rimanere idratato, ma può anche aiutare con problemi digestivi che causano rutti. L’acqua può aiutare a scovare i batteri che producono acidi nocivi dall’intestino e anche aiutare a muovere l’intestino. Tutto ciò equivale a un tratto digestivo pulito che a sua volta riduce il rischio di rutti di zolfo (7).

Gli studi suggeriscono che bere un bicchiere d’acqua 30 minuti prima di un pasto può aiutare a ridurre la fame e potrebbe impedirti di mangiare troppo (8).

  • Mangiare Miele di Manuka

Il miele di Manuka è noto per avere proprietà antimicrobiche ed è usato come rimedio casalingo per il trattamento di problemi gastrointestinali. Può anche aiutare a uccidere batteri come E.Coli e Salmonella che causano problemi digestivi. Avere un cucchiaio di miele di manuka può aiutare a prevenire i rutti di zolfo (9).

  • Bicarbonato di sodio

Bere un bicchiere d’acqua sciolto con 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio può aiutare ad alleviare il gonfiore e l’eruttazione. Può anche aiutare a risolvere altri problemi digestivi come indigestione, crampi e dolore addominale (10).

  • Aceto di mele

Gli studi suggeriscono che l’aceto di mele può promuovere la produzione di enzimi che migliorano la digestione. Questo aiuta a migliorare il movimento intestinale che si traduce in un minore stress digestivo. Tutto ciò porta a un buon sistema digestivo che riduce le possibilità di rutti di zolfo (11),(12).

  • Evita gli alimenti che potrebbero causare l’eruttazione

Sentirsi gonfi, rutti e gassosi dopo aver mangiato hamburger, pizze e altri fast food è comune. Il consumo di fast food in grandi quantità e su base regolare può causare stress alla salute gastrointestinale (13). Anche se non puoi eliminarli completamente dalla tua dieta, ridurre la frequenza del consumo potrebbe aiutare a evitare i rutti di zolfo.

  • Evita bibite e bevande gassate

Le bibite gassate e le bevande gassate ti fanno sentire gonfio e gonfio, è meglio evitarle, in quanto ciò ti aiuterà a ridurre i rutti di zolfo.

  • Evitare cibi zuccherati

Mangiare cibi zuccherati può portare all’infiammazione del tratto digestivo e farti sentire gonfio e gassoso e, a sua volta, causare rutti di zolfo (14). Eliminare i cibi zuccherati dalla tua dieta può aiutare a evitare i rutti di zolfo.

  • Evita gli alimenti trasformati

Gli alimenti trasformati come carne in scatola, salsicce surgelate e altri cibi surgelati contengono molti conservanti che peggiorano la salute dell’apparato digerente e possono causare IBS (15). Evitare o ridurre al minimo il consumo di tale cibo può aiutare a prevenire i rutti di zolfo.

Si spera che questi suggerimenti possano aiutarti a ridurre i rutti di zolfo. Diamo ora un’occhiata a quando cercare assistenza medica se hai rutti di zolfo.

Quando vedere un dottore

I rutti di zolfo generalmente si attenuano da soli e non sono nulla di cui preoccuparsi. Tuttavia, se persistono, potrebbero essere un segno di condizioni mediche sottostanti come l’IBS. Gli studi suggeriscono che l’eruttazione è frequente nelle persone con diagnosi di IBS (16).

In alcuni casi, i rutti di zolfo possono anche essere correlati al reflusso acido e all’indigestione (17). In questi casi, il medico può prescrivere compresse o sciroppi antiacidi che possono aiutare ad alleviare questa condizione. Nonostante l’assunzione di antiacidi, i rutti di zolfo continuano a prevalere, quindi potrebbero essere necessarie ulteriori diagnosi.

In conclusione, i rutti di zolfo sono rutti regolari ma con un odore sgradevole come le uova marce. I rutti di zolfo possono essere causati dal fumo, dal consumo di alcolici o dal mangiare troppo velocemente e molti altri motivi. Rimedi casalinghi come bere tisane, mangiare miele di manuka o bicarbonato di sodio possono aiutare a prevenire i rutti maleodoranti. I rutti di zolfo generalmente si attenuano da soli o dopo aver apportato modifiche alla dieta. Tuttavia, possono essere un segno di condizioni mediche come l’IBS.

Fonti

Gli articoli su StyleCraze sono supportati da informazioni verificate da documenti di ricerca accademici e sottoposti a revisione paritaria, organizzazioni rinomate, istituti di ricerca e associazioni mediche per garantire accuratezza e pertinenza. Leggi la nostra politica editoriale per saperne di più.

  1. Rutti cronici ed eruttazioni https://www.researchgate.net/publication/338780731_Chronic_Burping_and_Belching
  2. Il gas odioso provoca l’eruttazione è dovuto a un’abitudine alimentare innaturale https://www.wjpsonline.org/admin/uploads/Z0kXFf.pdf
  3. Meccanismi di reflusso acido associati al fumo di sigaretta https://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/pmc/articles/PMC1378332/
  4. Ipotesi: gli esitoli nelle gomme da masticare possono svolgere un ruolo nella riduzione dell’ileo postoperatorio https://www.researchgate.net/publication/23249557_Hypothesis_Hexitols_in_chewing_gum_may_play_a_role_in_reducing_postoperative_ileus
  5. Effetti della birra sui sintomi digestivi postprandiali e sulla fisiologia gastroesofagea https://www.researchgate.net/publication/323788741_Beer_effects_on_postprandial_digestive_symptoms_and_gastroesophagic_physiology
  6. Recensione sulle tisane https://www.jpsr.pharmainfo.in/Documents/Volumes/vol6issue05/jpsr06051404.pdf
  7. Effetti sulla salute della dieta alcalina e della riduzione dell’acqua del carico batterico del tratto digerente e della messa a terra https://www.researchgate.net/publication/301497159_Health_Effects_of_Alkaline_Diet_and_Water_Reduction_of_Digestive-tract_Bacterial_Load_and_Earthing
  8. Effetto del consumo di acqua prima dei pasti sull’assunzione di energia e sulla sazietà nei giovani adulti non obesi https://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/pmc/articles/PMC6209729/
  9. Effetto di diverse dosi di miele di Manuka nella malattia infiammatoria intestinale indotta sperimentalmente nei ratti https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/18688794/
  10. Associazione tra consumo di bicarbonato di sodio e salute umana: una revisione sistematica https://www.ijmrhs.com/medical-research/association-between-sodium-bicarbonate-consumption-and-human-health-a-systematic-review.pdf
  11. Studio sulle proprietà nutrizionali e medicinali dell’aceto di sidro di mele Informazioni sull’articolo Abstract https://www.researchgate.net/publication/322953260_STUDY_ABOUT_THE_NUTRITIONAL_AND_MEDICINAL_PROPERTIES_OF_APPLE_CIDER_VINEGAR_ARTICLE_INFO_ABSTRACT
  12. Integrazione di aceto di mele dietetico come acidificante organico sulle prestazioni di crescita Enzimi digestivi e immunità mucosale del terrore verde ( Andinoacara Rivulatus ) https://www.researchgate.net/publication/336521083_Supplementation_of_dietary_aceto_di_mele_come_acidificante_organico_su_prestazioni_di_crescita_enzimi_digestivi_e_immunità_mucosa_di_terrore_verde_Andinoacara_rivulatus
  13. Fast Food: sono un fattore di rischio per i disturbi gastrointestinali funzionali? https://www.researchgate.net/publication/306190966_Fast_foods–are_they_a_risk_factor_for_function_gastrointestinal_disorders
  14. Elevata assunzione di zucchero e equilibrio tra batteri intestinali pro e antinfiammatori https://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/pmc/articles/PMC7284805/
  15. I pericoli nascosti del cibo veloce e trasformato* https://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/pmc/articles/PMC6146358/
  16. Eruttazione nella sindrome dell’intestino irritabile: uno studio di impedenza https://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/pmc/articles/PMC5503291/
  17. Approccio al “disturbo dell’eruttazione”: il punto di vista di Avicenna rispetto alla medicina moderna: una recensione https://www.researchgate.net/publication/337464457_Approach_to_Belching_Disorder_Avicenna’s_Point_of_View_in_Comparison_with_Modern_Medicine-A_Review

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here