Putin afferma che la Russia raggiungerà obiettivi “nobili” nella guerra in Ucraina

0
9

Nelle prime recenti osservazioni sul conflitto, il presidente della Russia afferma che le truppe agiranno “con calma” per “realizzare gli obiettivi” in Ucraina.

Putin ha detto che la Russia non ha altra scelta che combattere in Ucraina [Evgeny Biyatov/Sputnik/Kremlin via Reuters]

Il presidente Vladimir Putin ha promesso che la Russia avrebbe trionfato in tutti i suoi “nobili” obiettivi di guerra in Ucraina, usando i suoi primi commenti pubblici sul conflitto in una settimana per pungolare l’Occidente per non aver portato Mosca al passo con le sanzioni economiche.

Parlando pubblicamente della guerra per la prima volta da quando le forze russe si sono ritirate dall’Ucraina settentrionale dopo essere state fermate alle porte di Kiev, Putin ha affermato che la situazione in Ucraina è una tragedia.

Tuttavia, la Russia non aveva altra scelta che combattere, ha detto, perché doveva difendere i russofoni dell’Ucraina orientale e impedire al suo ex vicino sovietico di diventare un trampolino di lancio anti-russo per i nemici di Mosca.

“Il nostro compito è quello di raggiungere e raggiungere tutti gli obiettivi prefissati, riducendo al minimo le perdite. E agiremo ritmicamente, con calma, secondo il piano originariamente proposto dallo Stato Maggiore”, ha detto Putin martedì durante una conferenza stampa televisiva.

A sessantuno anni dal giorno in cui Yuri Gagarin dell’Unione Sovietica divenne il primo uomo nello spazio, Putin è stato mostrato dalla televisione di stato in visita al Cosmodromo di Vostochny, a 5.550 km a est di Mosca.

Alla domanda dei lavoratori dell’agenzia spaziale russa se l’operazione in Ucraina avrebbe raggiunto i suoi obiettivi, Putin ha detto: “Assolutamente. Non ho alcun dubbio”.

“I suoi obiettivi sono assolutamente chiari e nobili”, ha detto Putin. “Non c’è dubbio che gli obiettivi saranno raggiunti”.

“Quella guerra lampo su cui contavano i nostri nemici non ha funzionato”, ha detto Putin delle sanzioni paralizzanti imposte dall’Occidente dopo che Putin ha ordinato un’invasione su vasta scala dell’Ucraina il 24 febbraio.

Putin, che ha affermato che Ucraina e Russia sono essenzialmente un unico popolo, ha definito la guerra un inevitabile confronto con gli Stati Uniti, che secondo lui stavano minacciando la Russia intromettendosi nel suo cortile.

L’Occidente ha condannato la guerra come una brutale presa di terra in stile imperiale di un paese sovrano. L’Ucraina ha affermato che sta lottando per la sua sopravvivenza dopo che Putin ha annesso la Crimea nel 2014 e il 21 febbraio ha riconosciuto sovrane due delle sue regioni ribelli.

Putin, che è apparso spesso alla televisione russa nei primi giorni della guerra, si è in gran parte ritirato dalla vista del pubblico dal ritiro della Russia dall’Ucraina settentrionale questo mese.

La sua unica apparizione pubblica nell’ultima settimana è stata al funerale di un legislatore nazionalista, dove non ha affrontato direttamente la guerra. Lunedì ha incontrato il cancelliere austriaco in visita in una residenza di campagna fuori Mosca, ma non sono state rilasciate immagini di quell’incontro.

‘Impossibile’ da isolare

Il presidente russo ha respinto le affermazioni che l’esercito di Mosca stava lottando contro la resistenza ucraina ed è stato costretto a ritirarsi dalle principali città, inclusa la capitale Kiev.

“Le nostre azioni in alcune regioni dell’Ucraina erano semplicemente legate al contenimento [enemy] forze armate, distruggendo le infrastrutture militari, creando le condizioni per un’operazione più attiva nel Donbas”, ha detto Putin riferendosi a una regione dell’Ucraina orientale, parte della quale è controllata da separatisti filo-russi.

Alla domanda sui rapporti sulla scoperta di centinaia di cadaveri di civili nella città di Bucha fuori Kiev dopo il ritiro delle truppe di Mosca, Putin li ha liquidati come “falsi”.

Putin ha tracciato un’analogia tra il primo volo spaziale di Gagarin 61 anni fa e la sfida della Russia di oggi.

“Le sanzioni erano totali, l’isolamento era completo ma l’Unione Sovietica era ancora la prima nello spazio”, ha detto Putin, 69 anni, ricordando la propria meraviglia come uno scolaro che ha appreso del risultato.

“Non intendiamo essere isolati”, ha detto Putin. “È impossibile isolare gravemente qualcuno nel mondo moderno, specialmente un paese così vasto come la Russia”.

I capi del Cremlino hanno citato a lungo il successo dell’Unione Sovietica nello spazio – appena più di un decennio dopo la devastazione della seconda guerra mondiale – come un ammonimento sulla capacità della Russia di ottenere risultati spettacolari contro ogni previsione.

I successi spaziali della Guerra Fredda russa come il volo di Gagarin e il lancio nel 1957 dello Sputnik 1, il primo satellite artificiale dalla Terra, hanno una rilevanza particolare per la Russia: entrambi gli eventi hanno sconvolto gli Stati Uniti.

Il lancio dello Sputnik 1 ha innescato la fase pubblica della corsa allo spazio della Guerra Fredda e ha spinto il presidente degli Stati Uniti Dwight D Eisenhower a creare la National Aeronautics and Space Administration (NASA).

Tuttavia, l’economia russa è minuscola rispetto a quella della superpotenza dell’Unione Sovietica ed è rimasta indietro rispetto agli Stati Uniti e alla Cina sulla maggior parte dei fronti tecnologici.

L’anno scorso, la produzione economica nominale della Russia è stata di appena 1,6 trilioni di dollari – inferiore a quella dell’Italia – e circa il 7 per cento dei 22,9 trilioni di dollari dell’economia statunitense.

L’economia russa è sulla buona strada per contrarsi di oltre il 10% nel 2022, il peggior declino dagli anni successivi alla caduta dell’Unione Sovietica nel 1991, ha affermato martedì l’ex ministro delle finanze Alexei Kudrin.

Nel frattempo, Putin ha affermato che “l’incoerenza” dell’Ucraina durante i colloqui di pace con la Russia stava rallentando il processo.

“Ieri sera la squadra ucraina ha cambiato ancora qualcosa. Tale incoerenza sui punti fondamentali crea alcune difficoltà nel raggiungere gli accordi finali”, ha affermato, aggiungendo che fino a quando non sarà raggiunto un accordo, “l’operazione militare proseguirà fino al completo completamento della [its] compiti.”

Più tardi martedì, Kiev ha affermato che i continui colloqui con la Russia sono stati “estremamente difficili”.

“Le trattative sono estremamente difficili. La parte russa aderisce alle sue tradizionali tattiche di pressione pubblica sul processo negoziale, anche attraverso alcune dichiarazioni pubbliche”, ha affermato il consigliere presidenziale ucraino Mykhaylo Podolyak in commenti scritti ai giornalisti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here