La Russia afferma di aver utilizzato per la prima volta missili ipersonici in Ucraina

0
40

I missili aerobalistici hanno distrutto un grande magazzino sotterraneo contenente missili e munizioni aeronautiche, afferma il ministero della Difesa.

Questo video mostra un jet da combattimento russo MiG-31K che trasporta un missile da crociera ipersonico Kinzhal durante l’esercitazione della forza di deterrenza strategica Grom 2022 in un luogo non definito in Russia [Russian Defence Ministry via AFP]

La Russia afferma di aver utilizzato i suoi nuovissimi missili ipersonici Kinzhal per la prima volta in Ucraina per distruggere un deposito di armi nell’ovest del paese.

L’agenzia di stampa russa Interfax ha affermato che è stata la prima volta che la Russia ha schierato il sistema ipersonico Kinzhal da quando ha inviato le sue truppe in Ucraina il 24 febbraio.

“Il sistema missilistico dell’aviazione Kinzhal con missili aerobalistici ipersonici ha distrutto un grande magazzino sotterraneo contenente missili e munizioni aeronautiche nel villaggio di Deliatyn nella regione di Ivano-Frankivsk”, ha detto sabato il portavoce del ministero della Difesa Igor Konashenkov.

La regione di Ivano-Frankivsk condivide un confine lungo 50 km (30 miglia) con la Romania, membro della NATO.

Il ministero ha anche affermato che le forze russe hanno utilizzato il sistema missilistico anti-nave Bastion per distruggere le strutture militari ucraine vicino al porto di Odesa sul Mar Nero.

Al Jazeera non è stato in grado di verificare in modo indipendente le dichiarazioni di Konashenkov.

L’ufficio del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

MAPPA INTERACTIVE_UCRAINA_CONTROL GIORNO24

“Droni Kamikaze”

La Russia è orgogliosa delle sue armi avanzate e il presidente Vladimir Putin ha dichiarato a dicembre che la Russia era il leader mondiale nei missili ipersonici, la cui velocità, manovrabilità e altitudine li rendono difficili da tracciare e intercettare.

I missili Kinzhal fanno parte di una serie di armi svelate nel 2018.

Imran Khan di Al Jazeera ha affermato che a causa della natura della guerra, vengono spesso utilizzati nuovi sistemi d’arma.

“Negli ultimi giorni a Kiev abbiamo visto missili da crociera lanciati dal territorio russo che sono stati intercettati anche dai sistemi di difesa aerea ucraini”, ha detto Khan, parlando dalla capitale ucraina.

“Stiamo anche sentendo parlare del fatto che la Russia sta introducendo droni kamikaze nel conflitto. Questa è la prima volta che riceviamo conferme sull’uso di missili ipersonici”.

La Russia ha utilizzato per la prima volta il missile ipersonico durante la sua campagna militare in Siria nel 2016.

Putin ha definito il missile Kinzhal (Dagger) “un’arma ideale” che vola a una velocità 10 volte superiore a quella del suono e può superare i sistemi di difesa aerea.

“Questo è un missile in grado di trasportare testate nucleari e si ritiene che non sia rilevabile dai sistemi di difesa aerea occidentali”, ha detto Dorsa Jabbari di Al Jazeera, parlando da Mosca. “Pertanto viene chiamato un missile balistico inarrestabile”.

Putin ha annunciato una serie di nuove armi ipersoniche nel 2018 in uno dei suoi discorsi più bellicosi degli ultimi anni, dicendo che potrebbero colpire quasi ogni punto del mondo ed eludere uno scudo missilistico costruito negli Stati Uniti.

L’anno successivo minacciò di schierare missili ipersonici su navi e sottomarini che avrebbero potuto nascondersi al di fuori delle acque territoriali statunitensi se Washington si fosse mossa per schierare armi nucleari a raggio intermedio in Europa.

Secondo un nuovo rapporto del Congresso, gli Stati Uniti hanno attivamente perseguito lo sviluppo di armi ipersoniche – armi di manovra che volano a velocità di almeno 5 Mach – come parte del loro programma di attacco globale tempestivo convenzionale dall’inizio degli anni 2000, secondo un nuovo rapporto del Congresso.

Queste armi potrebbero consentire “opzioni di attacco reattive, a lungo raggio, contro minacce lontane, difese e/o critiche dal punto di vista del tempo [such as road-mobile missiles] quando altre forze non sono disponibili, è negato l’accesso o non sono preferite”, ha affermato l’ex comandante del comando strategico statunitense John Hyten.