Il parlamento tedesco approva l’allentamento delle leggi sulla cittadinanza

0
21

La legislazione consente alle persone di acquisire il diritto alla cittadinanza dopo cinque anni e apre la possibilità alla doppia nazionalità.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz
La legislazione è stata avanzata dalla coalizione socialmente liberale guidata dal cancelliere tedesco Olaf Scholz [Nadja Wohlleben/Reuters]

I legislatori tedeschi hanno approvato una legislazione per allentare le regole sull’ottenimento della cittadinanza e porre fine al divieto di possedere la doppia cittadinanza.

Il disegno di legge, presentato dalla coalizione socialmente liberale del cancelliere di centrosinistra Olaf Scholz, è passato venerdì al Parlamento con un voto di 382 voti favorevoli, 23 contrari e l’astensione di 23 deputati.

La legislazione consentirà alle persone di ottenere la cittadinanza dopo cinque anni in Germania o tre in caso di “risultati di integrazione speciali”, invece degli otto o sei anni attuali.

I bambini nati in Germania diventeranno automaticamente cittadini se uno dei genitori risiede legalmente da cinque anni, invece che da otto.

Sarà consentita la doppia nazionalità, normalmente consentita solo ai cittadini di altri paesi dell’Unione Europea, consentendo a decine di migliaia di turchi di origine tedesca di diventare elettori.

In un video di benvenuto alla legge sulla cittadinanza, Scholz ha affermato che la legislazione è per coloro che hanno vissuto e lavorato in Germania per “decenni”.

“Con la nuova legge sulla cittadinanza diciamo a tutti coloro che vivono e lavorano spesso in Germania da decenni, che rispettano le nostre leggi, che sono a casa qui: voi appartenete alla Germania”, ha detto Scholz.

Il principale blocco di opposizione di centrodestra ha criticato il progetto e ha sostenuto che avrebbe sminuito la cittadinanza tedesca.

Le persone aspettano di essere naturalizzate come tedesche
Le persone che si sono trasferite in Germania aspettano di essere naturalizzate come cittadine tedesche durante una cerimonia presso il municipio di Berlino [File: Thomas Peter/Reuters]

“Due passaporti sono la cosa più normale al mondo nel 2024 ed è una realtà da tempo nella maggior parte dei paesi”, ha affermato il deputato socialdemocratico Reem Alabali-Radovan.

“Noi, 20 milioni di persone con un background migratorio, restiamo qui. Questo Paese appartiene a tutti noi e non permetteremo che ci venga portato via”, ha aggiunto riferendosi alla legislazione che il presidente Frank-Walter Steinmeier dovrà firmare affinché diventi legge.

La revisione della cittadinanza è stata una di una serie di riforme sociali che la coalizione di Scholz ha accettato di intraprendere quando è entrata in carica nel 2021.

La Germania aveva in precedenza una delle leggi sulla naturalizzazione più restrittive al mondo, con la cittadinanza disponibile solo per le persone che potevano mostrare antenati tedeschi.

Ma i progressisti chiedono da tempo una legge sulla cittadinanza che riconosca che la Germania è stata etnicamente diversificata e multiculturale sin dall’arrivo di lavoratori ospiti dall’Italia e dalla Turchia per alleviare la carenza di manodopera negli anni ’60.

L’estrema destra Alternativa per la Germania (AfD), oggetto di proteste dopo che membri anziani sono stati sorpresi a discutere di piani per deportare cittadini tedeschi “non assimilati”, si è opposto alla legge e, insieme ai conservatori dell’opposizione, ha messo in guardia contro la “svalutazione” del passaporto tedesco e l’importazione divisione.

“Con questa legge volete procurarvi nuovi voti”, ha detto ai politici della coalizione il deputato conservatore Alexander Throm. “Ma attenzione: la maggior parte [Turks] che vivono qui votano per l’AKP [Turkey’s ruling party] E [Turkish President Recep Tayyip] Erdoğan. … Ci stai portando il conflitto.”

Ma i sondaggi hanno dimostrato che i turchi tedeschi, molti dei quali sono di etnia curda o araba, votano per l’intera gamma dei partiti turchi, nessuno dei quali si candida alle elezioni tedesche.