Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Gravidanza dopo aborto spontaneo: risposte alle vostre domande

Gravidanza dopo aborto spontaneo: risposte alle vostre domande

0
42

illustrazione della donna incinta con tazza e fiori

La gravidanza può essere un grande momento di gioia, ma può anche essere piena di preoccupazione e persino tristezza, specialmente se in precedenza hai avuto un aborto.

È normale provare una serie di emozioni dopo la perdita. E mentre potresti non sentire i tuoi amici parlarne durante il caffè, l'aborto è in realtà relativamente comune, quindi non sei solo nei tuoi sentimenti.

Ci sono buone notizie qui, però. La maggior parte delle donne che subiscono un aborto avrà un bambino sano.

Il viaggio non è sempre una linea retta, ma ecco cosa devi sapere sul concepire di nuovo e avere una gravidanza sana dopo l'aborto.

Comprensione dell'aborto

Circa il 10-15% delle gravidanze termina in aborto nel primo trimestre o prima della settimana 12 della gravidanza. Un altro 1-5% delle donne abroga all'inizio del secondo trimestre, tra le settimane 13 e 19.

E può darsi che fino al 50% delle gravidanze finisca in un aborto spontaneo, ma che molte avvengono prima che una donna sappia persino di essere incinta.

L'aborto spontaneo è causato da cose come:

  • problemi con i cromosomi del bambino (ovulo rovinato, gravidanza molare, traslocazione)
  • problemi con utero o cervice (utero settato, tessuto cicatriziale, fibromi)
  • problemi di salute della madre (malattie autoimmuni, squilibri ormonali)
  • infezioni (infezioni a trasmissione sessuale, listeriosi)

Alcuni aborti si verificano improvvisamente – potresti vedere sangue e quindi passare rapidamente i tessuti della gravidanza. Altri, come i mancati aborti spontanei, possono verificarsi senza sintomi. Potresti non scoprire che c'è qualcosa di sbagliato fino a quando non visiti il ​​tuo medico per un appuntamento con gli ultrasuoni.

Non importa come accada, potresti provare intensi sentimenti di dolore, rabbia o tristezza. All'inizio potresti persino sentirti insensibile, ma in seguito proverai una varietà di sentimenti.

Potrebbero essere necessarie da alcune settimane a un mese o più affinché il tuo corpo si riprenda dall'aborto. La linea temporale è individuale, a seconda del tipo di aborto spontaneo che si verifica e se è necessario un intervento medico, come una dilatazione e un curettage (D e C) per aiutare a superare il feto.

Quando puoi rimanere incinta dopo un aborto?

Subito.

Potresti essere sorpreso di apprendere che puoi rimanere incinta dopo un aborto spontaneo senza nemmeno avere un periodo mestruale "normale". Come?

Bene, dopo l'aborto, il tuo corpo inizia il processo per tornare alla sua solita routine riproduttiva. Ciò significa che proverai l'ovulazione prima di ottenere un altro periodo.

L'ovulazione può verificarsi non appena 2 settimane dopo l'aborto. Se rimani incinta durante questa prima ovulazione, potresti vedere quel segno positivo sul test di gravidanza prima di quanto pensassi possibile.

Ce ne sono diversi studi che supportano l'idea di rimanere incinta entro 1-3 mesi dall'aborto spontaneo.

Uno studio del 2017 ha rivelato che rimanere incinta entro 3 mesi da un aborto spontaneo potrebbe avere un esito migliore – un rischio più basso di un successivo aborto – che attendere più a lungo. Una teoria è che una precedente gravidanza può "innescare" il corpo per accettare una futura gravidanza.

Detto questo, il medico potrebbe avere delle linee guida da seguire specifiche per la tua salute e il tuo aborto.

Ad esempio, se hai avuto una procedura D e C, il medico potrebbe suggerirti di attendere diversi mesi prima di riprovare a dare al rivestimento uterino la possibilità di tornare a livelli sani.

Se hai avuto aborti ripetuti, il medico potrebbe voler eseguire alcuni test per determinare se esiste una causa principale prima di riprovare.

Emotivamente, potresti non sentirti pronto a tornare indietro nel provare dopo aver sperimentato la perdita. Quindi, mentre tu fisicamente può rimanere incinta immediatamente, ci sono varie situazioni che possono giustificare l'attesa.

Alla fine, dovresti aspettare fino a quando non ti sentirai pronto fisicamente ed emotivamente, ma non c'è motivo di aspettare più tempo dopo aver ottenuto il via libera dal tuo medico.

Correlati: quanto tempo puoi ovulare dopo l'aborto?

Qual è il rischio di un altro aborto?

La maggior parte delle donne continua ad avere gravidanze sane dopo aver subito un aborto spontaneo. In effetti, il rischio complessivo di sperimentare un aborto spontaneo – 20 percento – non aumenta se si è verificata una perdita.

Tuttavia, circa 1 donna su 100 sperimenta quelli che vengono chiamati aborti ricorrenti o due o più aborti spontanei.

Ripetuti aborti spontanei possono essere causati da cose come problemi di coagulazione del sangue, problemi ormonali, alcuni disturbi autoimmuni, glicemia alta e sindrome dell'ovaio policistico.

Se hai avuto due aborti spontanei, il rischio di sperimentarne un altro aumenta al 28 percento, secondo la Mayo Clinic. Dopo tre perdite consecutive, il rischio di un altro aborto aumenta al 43 percento.

Per questo motivo, l'American College of Obstetricians and Gynecologists ti consiglia di eseguire i test se si verificano tre o più aborti di seguito.

Cosa succede se si aborta di nuovo?

Assicurati di lavorare a stretto contatto con il tuo medico in caso di perdita di gravidanza ricorrente.

Mentre fino al 75% degli aborti ripetuti può avere cause sconosciute, ci sono alcune situazioni di salute che possono comportare un rischio maggiore di perdita. Se riesci a determinare quali sono, il trattamento per la causa sottostante può aiutarti a rimanere incinta.

I test possono includere cose come:

  • analisi del sangue per verificare i livelli ormonali (tiroide, progesterone), disturbi della coagulazione del sangue o disturbi autoimmuni
  • test genetici – cariotipo – per cercare variazioni genetiche in entrambi i partner che potrebbero influenzare i cromosomi al momento del concepimento
  • ultrasuono – transvaginale o addominale – per esaminare l'utero, le ovaie e le tube di Falloppio
  • hysterosalpingogram, una procedura per visualizzare l'utero e le tube di Falloppio in cui l'utero viene iniettato con un colorante radioattivo per una lettura a raggi X
  • sonohysterogram, una procedura per visualizzare l'utero e il rivestimento in cui viene iniettato fluido nell'utero per la lettura di un'immagine tramite ultrasuoni transvaginali.
  • isteroscopia, una procedura utilizzata per visualizzare la cervice e l'utero in cui viene inserito un tubo sottile e illuminato (isteroscopio) nella vagina
  • Laparoscopia, una procedura utilizzata per visualizzare l'esterno dell'utero, delle tube di Falloppio e delle ovaie in cui una fotocamera specializzata (endoscopio) viene inserita nel corpo attraverso un'incisione nell'addome

Ancora una volta, potresti non scoprire mai la causa esatta delle tue perdite anche dopo il test.

Sebbene ciò possa essere preoccupante e sconvolgente, la buona notizia è che anche dopo tre aborti spontanei senza causa nota, circa il 65 percento delle coppie continua con successo una prossima gravidanza.

Correlati: Cos'è una gravidanza chimica?

Cos'altro puoi fare?

È importante capire che non puoi necessariamente prevenire l'aborto. Circa il 50 percento delle perdite si verificano a causa delle cosiddette anomalie cromosomiche.

Le donne di età superiore ai 35 anni hanno anche maggiori probabilità di avere aborti spontanei perché le uova tendono ad avere più anomalie cromosomiche con l'età.

Tuttavia, seguire uno stile di vita sano può aiutare a favorire una gravidanza sana.

  • Prova a bere molta acqua e a seguire una dieta equilibrata. Gli esperti raccomandano alle donne di bere 10 tazze di liquidi e di assumere altre 300 calorie ogni giorno a partire dal secondo trimestre per sostenere la gravidanza.
  • Mentre ci sei, assicurati di assumere un multivitaminico quotidiano con acido folico per aiutarti a mantenere le tue scorte di nutrienti.
  • Esercizio moderato per almeno 150 minuti ogni settimana. Camminare / fare jogging, nuotare, yoga e Pilates sono buone scelte. Ti consigliamo di evitare determinate attività, come gli sport di contatto, attività a rischio di caduta o altre, come lo yoga caldo, in cui puoi surriscaldarti. (E consultare il medico per le linee guida specifiche per la salute e la gravidanza).
  • Evita sostanze come alcol, nicotina e droghe. La caffeina è un'altra cosa da tenere sotto controllo. Va bene bere caffè, ma cerca di attenersi a un 12 once. tazza (200 milligrammi) di qualsiasi bevanda con caffeina al giorno.
  • Tieni il passo con gli appuntamenti prenatali e chiama il tuo medico per qualsiasi dubbio tu abbia riguardo alla tua salute o alla salute del tuo bambino.
  • Tieni a mente anche il resto della tua salute – questo significa gestire qualsiasi condizione cronica che hai e assumere i tuoi farmaci come indicato.

Mentre ti prendi cura di tutte le cose fisiche, assicurati anche di controllare con le tue emozioni. È del tutto normale provare una serie di sentimenti durante la gravidanza dopo un aborto spontaneo.

E anche se non esiste un modo giusto o sbagliato di sentire, potresti considerare di cercare aiuto se provi ansia e / o depressione.

Un terapista autorizzato può aiutarti a navigare tra le molte emozioni che provi e offrire strumenti per aiutarti a far fronte. Puoi anche continuare queste conversazioni con il tuo partner o un amico intimo o un familiare.

Cose da considerare

La gravidanza dopo l'aborto spontaneo potrebbe non essere quella che ti aspetti. Potresti voler sentirti eccitato e felice, ma finisci invece per sentirti in colpa o triste. Forse sei di nuovo pieno di ansia per l'aborto. O forse lo stai prendendo tutto un giorno alla volta.

Qualunque cosa tu stia attraversando, prenditi il ​​tuo tempo e concediti un po 'di grazia.

Alcune donne trovano conforto nel riferirsi alla loro nuova gravidanza e al bambino come un "bambino arcobaleno". Questo termine è in circolazione da un po 'di tempo ed è piuttosto popolare online e sui social media.

In breve: un bambino arcobaleno è la luce colorata dopo un periodo buio e tempestoso di perdita. L'uso di questo termine può aiutarti a riformulare la tua esperienza e onorare sia il bambino che hai perso sia il bambino che stai portando.

Certo, potresti anche provare un po 'di colpa o dolore nel celebrare la nascita di un bambino arcobaleno. Le emozioni miste fanno sicuramente parte del gioco. Non devi affrontarlo da solo. Veramente.

Il rischio di ansia e depressione, in particolare la depressione postpartum, è leggermente è aumentato dopo aver sperimentato una perdita precoce della gravidanza. È molto da elaborare, quindi cerca aiuto se ne hai bisogno.

Porta via

Ricorda: non esiste un modo giusto o sbagliato di sentire l'aborto.

Lo stesso vale quando sei di nuovo incinta dopo la perdita.

Per la maggior parte delle donne, le probabilità di portare a termine una gravidanza e di incontrare il tuo bambino arcobaleno sono a tuo favore. Qualunque cosa accada, però, sappi che non sei solo. Contatta amici e parenti per il supporto quando ne hai bisogno.

E se si verificano perdite ripetute, contattare il medico. Potresti avere una condizione di salute di base che necessita di cure.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here