Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Zucchero e colesterolo: esiste una connessione?

Zucchero e colesterolo: esiste una connessione?

0
5

Zollette di zucchero
Matt Armendariz / Immagini offset

Quando pensiamo agli alimenti che aumentano il colesterolo, normalmente pensiamo a quelli che sono ricchi di grassi saturi. E mentre è vero che questi alimenti, insieme a quelli ricchi di grassi trans, aumentano i livelli di colesterolo cattivo (LDL) più di altri, certamente non sono l’unico fattore a cui vale la pena prestare attenzione.

Gli americani consumano circa 20 cucchiaini di zucchero ogni giorno, in media, secondo l’American Heart Association (AHA). Naturalmente, i tassi di consumo variano da persona a persona, ma non c’è dubbio che queste calorie vuote abbiano un impatto sulla nostra salute.

Link di ricerca zucchero e malattie cardiovascolari

Uno studio è spesso citato per dimostrare gli effetti dello zucchero sui livelli di colesterolo. I ricercatori hanno scoperto che il consumo di zucchero ha sollevato diversi marker per le malattie cardiovascolari.

Hanno determinato che le persone che consumavano più zuccheri aggiunti avevano un colesterolo “buono” più basso, o lipoproteine ​​ad alta densità (HDL). L’HDL funziona effettivamente per assorbire il colesterolo “cattivo” in più, o lipoproteine ​​a bassa densità (LDL), e trasportarlo al fegato. Quindi, vogliamo che i nostri livelli di HDL siano alti.

Hanno anche scoperto che queste persone avevano livelli più elevati di trigliceridi. Uno di questi fattori può aumentare i rischi di malattie cardiache.

I trigliceridi sono un tipo di grasso in cui i livelli aumentano dopo aver mangiato. Il tuo corpo sta immagazzinando calorie che non stai utilizzando per l’energia al momento. Tra i pasti, quando hai bisogno di energia, questi trigliceridi vengono rilasciati dalle cellule adipose e circolano nel sangue. Secondo la Mayo Clinic, è probabile che tu abbia livelli di trigliceridi più elevati se mangi più di quanto bruci e se consumi quantità eccessive di zucchero, grassi o alcol.

Come il colesterolo, i trigliceridi non si dissolvono nel sangue. Si muovono nel tuo sistema vascolare, dove possono danneggiare le pareti delle arterie e causare aterosclerosi o indurimento delle arterie. Questo è un fattore di rischio per ictus, infarto e malattie cardiovascolari.

Controllo dell’assunzione di zucchero

Il Organizzazione mondiale della sanità consiglia di ottenere non più del 10% delle calorie dallo zucchero, o anche solo il 5%, a migliorare la salute. Allo stesso modo, l’AHA raccomanda alle donne di non assumere più di 100 calorie al giorno dagli zuccheri aggiunti e agli uomini di non più di 150 calorie, ovvero 6 e 9 cucchiaini da tè, rispettivamente. Sfortunatamente, è molto meno di quello che stimano che la maggior parte degli americani stia ottenendo ora.

Per prospettiva, 10 gelatine grandi contengono 78,4 calorie da zuccheri aggiunti, o circa 20 grammi di zucchero (4 cucchiaini), che è quasi l’intera indennità se sei una donna.

Impara a riconoscere lo zucchero sulle etichette degli alimenti. Lo zucchero non sarà sempre elencato come tale sulle etichette degli alimenti. Ingredienti come sciroppo di mais, miele, zucchero di malto, melassa, sciroppo, dolcificante di mais e qualsiasi parola che termina con “ose” (come glucosio e fruttosio) sono zuccheri aggiunti.

Trova sostituti utili. Non tutti i sostituti dello zucchero sono uguali e alcuni hanno i propri rischi. La stevia è un dolcificante a base vegetale che è una vera alternativa allo zucchero, a differenza dell’agave e del miele, che contengono ancora molecole di zucchero.

Proprio come controlli il tuo consumo di alcol, calorie e grassi saturi, dovresti monitorare il tuo consumo di zucchero. Non c’è niente di sbagliato con le leccornie occasionali, ma gli effetti dello zucchero potrebbero essere duri per il tuo cuore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here