Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Vyvanse Crash: cos’è e come affrontarlo

Vyvanse Crash: cos’è e come affrontarlo

0
5

introduzione

Vyvanse è un farmaco di prescrizione usato per trattare il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e il disturbo da alimentazione incontrollata. Il principio attivo di Vyvanse è la lisdexamfetamina. Vyvanse è uno stimolante delle anfetamine e del sistema nervoso centrale.

Le persone che assumono Vyvanse possono sentirsi stanche o irritabili o avere altri sintomi diverse ore dopo l’assunzione del farmaco. Questo a volte è chiamato Vyvanse crash o Vyvanse comedown. Continua a leggere per scoprire perché può verificarsi un arresto anomalo di Vyvanse e cosa puoi fare per prevenirlo.

Vyvanse crash

Quando inizi a prendere Vyvanse per la prima volta, il medico probabilmente prescriverà il dosaggio più basso possibile. Ciò limiterà gli effetti collaterali che si verificano man mano che il corpo si adatta al farmaco e aiuterà il medico a determinare la dose efficace più bassa per te. Man mano che la giornata avanza e il farmaco inizia a svanire, potresti subire un “crollo”. Per molte persone, questo avviene nel pomeriggio. Questo incidente può verificarsi anche se dimentichi di prendere i farmaci.

I sintomi di questo incidente possono includere sensazione di irritabilità, ansia o stanchezza. Il più delle volte, le persone con ADHD noteranno un ritorno dei loro sintomi (poiché non c’è abbastanza farmaco nel loro sistema per gestire i sintomi).

Cosa puoi fare

Se hai problemi con l’arresto anomalo di Vyvanse, assicurati di fare quanto segue:

Prendi il tuo farmaco esattamente come prescritto dal medico. Rischi un incidente molto più grave se prendi il farmaco a una dose più alta di quella prescritta o se lo prendi in un modo non prescritto, ad esempio iniettandolo.

Prenda Vyvanse ogni mattina alla stessa ora. L’assunzione regolare di questo farmaco aiuta a regolare i livelli del farmaco nel tuo corpo. Questo può aiutarti a evitare un crash.

Informa il tuo medico se hai problemi. Se avverti regolarmente un incidente pomeridiano, informi il medico. Potrebbero modificare il dosaggio per gestire in modo più efficace i sintomi.

Dipendenza e ritiro da Vyvanse

Vyvanse ha anche un rischio di dipendenza. È una sostanza controllata dal governo federale. Ciò significa che il medico controllerà attentamente il suo utilizzo. Le sostanze controllate possono creare dipendenza e possono portare a un uso improprio.

Le anfetamine come Vyvanse possono causare una sensazione di euforia o intensa felicità se le assumi in grandi dosi. Possono anche aiutarti a sentirti più concentrato e vigile. Alcune persone usano impropriamente questi farmaci per ottenere più di questi effetti. Tuttavia, un uso eccessivo o improprio può portare a sintomi di dipendenza e astinenza.

Dipendenza

L’assunzione di anfetamine a dosi elevate e per lunghi periodi di tempo, come settimane o mesi, può portare a dipendenza fisica e psicologica. Con la dipendenza fisica, devi prendere il farmaco per sentirti normale. L’interruzione del farmaco provoca sintomi di astinenza. Con la dipendenza psicologica, brami la droga e non puoi controllare le tue azioni mentre cerchi di acquisirne di più.

Entrambi i tipi di dipendenza sono pericolosi. Possono causare confusione, sbalzi d’umore e sintomi di ansia, oltre a problemi più gravi come paranoia e allucinazioni. Sei anche a maggior rischio di overdose, danni cerebrali e morte.

Ritiro

Potrebbe sviluppare sintomi fisici di astinenza se interrompe il trattamento con Vyvanse. Ma anche se prendi Vyvanse esattamente come prescritto, potresti comunque avere sintomi di astinenza se interrompi improvvisamente l’assunzione. I sintomi di astinenza possono includere:

  • tremore
  • sudorazione
  • problemi a dormire
  • irritabilità
  • ansia
  • depressione

Se desidera interrompere l’assunzione di Vyvanse, ne parli con il medico. Potrebbero consigliarti di ridurre gradualmente il farmaco per aiutarti a evitare o ridurre i sintomi di astinenza. È utile ricordare che il ritiro è a breve termine. I sintomi di solito scompaiono dopo pochi giorni, anche se possono durare diverse settimane se hai assunto Vyvanse per molto tempo.

Altri effetti collaterali e rischi di Vyvanse

Come tutti i farmaci, Vyvanse può causare effetti collaterali. Ci sono anche altri rischi legati all’assunzione di Vyvanse che dovresti considerare.

Gli effetti collaterali più comuni di Vyvanse possono includere:

  • diminuzione dell’appetito
  • bocca asciutta
  • sensazione di irritabilità o ansia
  • vertigini
  • nausea o vomito
  • mal di stomaco
  • diarrea o costipazione

  • problemi di sonno
  • problemi di circolazione sanguigna nelle dita delle mani e dei piedi

Effetti collaterali più gravi possono includere:

  • allucinazioni, o vedere o sentire cose che non ci sono

  • delusioni o credere a cose che non sono vere
  • paranoia o forti sentimenti di sospetto

  • aumento della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca
  • attacco di cuore, ictus e morte improvvisa (il rischio di questi problemi è maggiore se si hanno problemi cardiaci o malattie cardiache)

Interazioni farmacologiche

Vyvanse può interagire con altri farmaci. Ad esempio, non dovresti prendere Vyvanse se prendi inibitori della monoamino ossidasi (IMAO) o se hai assunto un IMAO negli ultimi 14 giorni. Inoltre, evita di prendere Vyvanse con altri farmaci stimolanti, come Adderall.

Rischi di gravidanza e allattamento

Come altre anfetamine, l’uso di Vyvanse durante la gravidanza può causare problemi come parto prematuro o basso peso alla nascita. Assicurati di informare il tuo medico se sei incinta prima di prendere Vyvanse.

Non allattare al seno durante l’assunzione di Vyvanse. I rischi per il tuo bambino includono aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna.

Condizioni di preoccupazione

Vyvanse può causare sintomi nuovi o in peggioramento nelle persone che soffrono di disturbo bipolare, problemi di pensiero o psicosi. Questi sintomi possono includere deliri, allucinazioni e mania. Prima di prendere Vyvanse, informi il medico se ha:

  • una malattia psichiatrica o problemi di pensiero
  • una storia di tentato suicidio
  • una storia familiare di suicidio

Rischio di crescita rallentata

Vyvanse può rallentare la crescita nei bambini. Se tuo figlio sta assumendo questo farmaco, il medico monitorerà lo sviluppo di tuo figlio.

Rischio di overdose

Un sovradosaggio di Vyvanse può essere fatale. Se hai preso più capsule di Vyvanse, accidentalmente o di proposito, chiama il 911 o vai al pronto soccorso più vicino. Segni e sintomi di sovradosaggio includono:

  • panico, confusione o allucinazioni
  • pressione sanguigna alta o bassa
  • ritmo cardiaco irregolare
  • crampi all’addome
  • nausea, vomito o diarrea
  • convulsioni o coma

Parla con il tuo dottore

Vyvanse deve essere preso con attenzione per aiutare a prevenire problemi come l’arresto di Vyvanse. Se ha domande su questo problema o su altri rischi derivanti dall’assunzione di Vyvanse, ne parli con il medico. Le tue domande potrebbero includere:

  • Cos’altro posso fare per prevenire l’arresto anomalo di Vyvanse?
  • C’è un altro farmaco che potrei prendere che non provoca un incidente nel pomeriggio?
  • Dovrei essere particolarmente preoccupato per uno qualsiasi degli altri possibili rischi legati all’assunzione di Vyvanse?

Q&A: come funziona Vyvanse

Q:

Come funziona Vyvanse?

Paziente anonimo

UN:

Vyvanse agisce aumentando lentamente i livelli di dopamina e norepinefrina nel cervello. La norepinefrina è un neurotrasmettitore che aumenta l’attenzione e la vigilanza. La dopamina è una sostanza naturale che aumenta il piacere e ti aiuta a concentrarti. L’aumento di queste sostanze può aiutare a migliorare la capacità di attenzione, la concentrazione e il controllo degli impulsi. Ecco perché Vyvanse è usato per alleviare i sintomi dell’ADHD. Tuttavia, non è del tutto chiaro come Vyvanse funzioni per trattare il disturbo da alimentazione incontrollata.

il team medico di HealthlineLe risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato un consiglio medico.

Healthline

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here