Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Vivere con un ginocchio artificiale: cosa dicono i destinatari anni dopo?

Vivere con un ginocchio artificiale: cosa dicono i destinatari anni dopo?

0
4

Oggi, più di 4,5 milioni di americani vivono con una sostituzione totale del ginocchio (TKR), secondo l’Istituto nazionale di artrite e malattie muscoloscheletriche e della pelle del National Institutes of Health degli Stati Uniti. In effetti, il numero di interventi chirurgici è raddoppiato nell’ultimo decennio, con l’aumento maggiore che si è verificato nei pazienti più giovani. Si può affermare con certezza che la procedura – una volta nel regno della fantascienza – è ora entrata completamente nel mainstream.

Un TKR, dalla considerazione al recupero, è una questione complessa e seria. È facile essere sopraffatti. È importante condurre le ricerche necessarie e comprendere i fatti sulla procedura. Tuttavia, è anche saggio ascoltare le storie di altri – persone che hanno vissuto con problemi al ginocchio e hanno subito un TKR – per comprendere appieno cosa è coinvolto e quali problemi del mondo reale entrano in scena. I forum di discussione ei blog incentrati sulla sostituzione del ginocchio sono risorse eccellenti per storie del mondo reale. Puoi imparare come gli altri si prendono cura del loro ginocchio artificiale, come gestiscono il processo di recupero e quali consigli offrono.

Le storie di coloro che hanno ricevuto protesi al ginocchio sono, nella maggior parte dei casi, a dir poco stimolanti. Ciò non sorprende se si considera che i tassi di complicanze sono molto bassi e 9 pazienti su 10 si dicono molto soddisfatti. Una donna che non poteva più impegnarsi in alcuna attività fisica significativa ha aspettato che il dolore fosse insopportabile e poi è andata avanti con l’intervento chirurgico. Sei settimane dopo l’intervento, era di nuovo in piedi. “Sono senza dolore. Ha fatto una profonda differenza nella mia vita “, dice.

Un’altra donna, un’insegnante, che in precedenza aveva camminato zoppicando perché non poteva piegare correttamente una gamba, ora cammina con un movimento più naturale ed è in grado di interagire con gli studenti e di muoversi più liberamente. “Mi sento come se fossi di nuovo integro dopo l’intervento chirurgico… volevo avere una vita normale e ora mi sento come se lo fossi. Sono emozionato!”

Alcuni anni fa, un agente di polizia con 25 anni di esperienza ha scoperto di non potersi muovere bene ed è tornato a casa ogni giorno con dolore, gonfiore e incapacità di svolgere qualsiasi attività in casa. Dopo un TKR e circa 10 settimane di riabilitazione, durante le quali ha perso 50 libbre, è stato in grado di tornare al lavoro senza provare quasi alcun dolore. Inoltre, “Mi alleno su un tapis roulant e sono in grado di portare a spasso il cane e svolgere le normali attività domestiche. Mi sento come se stessi vivendo di nuovo. “

Anche coloro che hanno avuto il loro nuovo ginocchio da diversi anni riportano risultati molto favorevoli. Tra i commenti: “Sto andando davvero bene. Non penso quasi mai alle mie ginocchia. ” (7 anni). “Sono in grado di camminare, fare escursioni, giocare a golf e fare ogni sorta di altre attività che erano impossibili prima della sostituzione del ginocchio. Non sono mobile come qualcuno con buone ginocchia, ma non ho assolutamente lamentele “. A 10 anni, lo stesso paziente andava ancora forte.

Questi tipi di commenti sono comuni. Inoltre, bacheche e blog online sono un buon posto per pubblicare domande e chiedere consigli ad altri. Molte persone che hanno subito una sostituzione del ginocchio hanno saggi consigli e sono felici di condividere. Tieni presente, tuttavia, che le persone interpretano e percepiscono gli eventi in modo diverso. Dovresti riconoscere che c’è un alto livello di soggettività in ciò che le persone pubblicano e considerare ogni commento solo come una piccola parte del quadro generale.

Ad esempio, un uomo che ha avuto un TKR riferisce complicazioni e quindi un’infezione dopo l’intervento iniziale. È stato costretto a sottoporsi a un intervento di revisione e ci sono voluti circa sei mesi per rimettersi in piedi. Tre anni dopo, il ginocchio non funziona ancora come sperava ma è in grado di muoversi. Sebbene avesse sperato in qualcosa di più, dice che almeno è in grado di muoversi con meno dolore rispetto a prima dell’intervento.

Gli studi hanno rilevato che il 90% dei pazienti con sostituzione del ginocchio sperimenta una migliore mobilità e qualità della vita. Inoltre, i risultati in genere durano per molti anni. Molti pazienti riferiscono anche che l’intervento chirurgico che hanno evitato per anni, per paura che fosse orrendo e debilitante, si è rivelato del tutto gestibile. Molti si rammaricano anche di non aver eseguito l’intervento prima.

Sebbene un TKR non riporterà le gambe in uno stato pre-artritico, non avranno mai la stessa forza e molto probabilmente non riguadagneranno la stessa flessibilità di un ginocchio naturale sano, probabilmente ti permetterà di impegnarti in molte attività che non lo erano possibile prima dell’intervento. Coloro che hanno ricevuto un nuovo ginocchio affermano che i benefici fisici si propagano anche nel loro stato mentale. Sono generalmente più felici e più soddisfatti della vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here