Vitamina D per l’acne: benefici, come usare ed effetti collaterali Come sbarazzarsi di cicatrici da acne e segni di brufoli in modo naturale

0
5

Ti stai chiedendo se la vitamina D fa bene all’acne? La sua carenza può portare a sfoghi? Se sei confuso e vuoi un po’ di chiarezza sul legame tra vitamina D e acne, questo articolo fa per te.

Immergiamoci subito per capire come la “vitamina del sole” può salvarti da un’acne e perché dovresti rendere le fonti salutari di vitamina D una parte essenziale della tua routine di cura della pelle.

In questo articolo

Può una mancanza di vitamina D causare brufoli? – Una prospettiva supportata dalla ricerca

Se pensi che la carenza di vitamina D non sia un problema globale, ripensaci. Secondo la ricerca, circa 1 miliardo di persone in tutto il mondo hanno bassi livelli di vitamina D.

Ma qual è il legame tra la vitamina D e l’acne? Una carenza di vitamina D può portare a sfoghi di acne? Ecco cosa ci dice la ricerca:

1. La vitamina D regola il sistema immunitario

La vitamina D svolge un ruolo importante nel sistema immunitario e la sua carenza può portare a varie malattie della pelle, tra cui la dermatite atopica e la psoriasi. Secondo uno studio condotto in Corea del Sud, la carenza di vitamina D è più comune nelle persone che hanno l’acne rispetto alle persone che non ne hanno.

2. Carenza di vitamina D e acne nodulocistica

Un altro studio condotto in Turchia ha concluso che esiste una connessione tra bassi livelli di vitamina D e acne nodulocistica. Ha scoperto che i soggetti con acne avevano livelli di vitamina D relativamente più bassi rispetto al gruppo di controllo.

3. La vitamina D assunta per via orale può aiutare con l’acne

Ancora un altro studio condotto in Egitto ha scoperto che le persone con acne sono più inclini alla carenza di vitamina D rispetto alle persone sane. Quindi, la somministrazione di vitamina D può svolgere un ruolo benefico nella gestione dell’acne senza effetti collaterali segnalati.

Ci sono prove sufficienti per suggerire che una mancanza di vitamina D può causare l’acne. In altre parole, usare la vitamina D in modo appropriato e sotto la guida di un esperto può tenere a bada gli sfoghi dell’acne.

Andando avanti, diamo un’occhiata ai benefici dell’uso della vitamina D per l’acne.

I 3 principali vantaggi dell’utilizzo della vitamina D per l’acne

1. Proprietà antimicrobiche

La ricerca suggerisce che la vitamina D è ricca di proprietà antimicrobiche. La vitamina D aumenta l’immunità innata del corpo modulando la produzione di peptidi antimicrobici. Questo svolge un ruolo importante nella gestione della dermatite atopica, della psoriasi, della vitiligine, dell’acne e della rosacea.

Quindi, se hai l’acne causata da batteri, l’uso topico di vitamina D può aiutarti a gestire l’acne e avere un effetto calmante sulla pelle.

2. Proprietà antinfiammatorie

Un recente studio afferma inoltre che la vitamina D induce un effetto antinfiammatorio sull’acne grazie alla sua funzione immuno-regolatrice. Quindi, assumere una dose appropriata di vitamina D sotto forma di integratori può aiutare ad affrontare i problemi di infiammazione che accompagnano l’acne, come eruzioni cutanee, arrossamenti, irritazioni, ecc.

3. Proprietà antiossidanti e anti-comedogeniche

La vitamina D ha proprietà antiossidanti e non comedogeniche. Ciò significa che può eliminare i radicali liberi e liberare i pori, il che può aiutare a sbarazzarsi dell’acne.

Nella prossima sezione, diamo un’occhiata a come usare la vitamina D per l’acne.

Come usare la vitamina D per l’acne?

Esistono numerosi modi per incorporare questa vitamina nella tua vita quotidiana:

1. Consumare cibi ricchi di vitamina D

Molto è stato detto sul potenziale legame tra dieta e acne. Ricerche recenti suggeriscono che le diete ad alto carico glicemico possono esacerbare l’acne. Quindi, tenere un diario alimentare e notare eventuali schemi nell’assunzione di cibo e le riacutizzazioni dell’acne può aiutarti a combattere l’acne.

Detto questo, sono necessarie ulteriori ricerche per capire come determinati alimenti possono peggiorare l’acne e causare riacutizzazioni.

Come misura precauzionale, puoi consumare i seguenti alimenti ricchi di vitamina D:

  • Pesce azzurro come salmone, sardine, aringhe e sgombri
  • carne rossa
  • Fegato
  • Tuorli d’uovo
  • Formaggio
  • Funghi
  • Alimenti fortificati, inclusi grassi da spalmare, latte, succhi di frutta e cereali per la colazione)

Se stai pensando di consumare latticini come latte e formaggio, fai attenzione perché possono peggiorare i sintomi dell’acne.

2. Prendi integratori alimentari

Puoi anche assumere integratori per prendersi cura del dosaggio giornaliero richiesto di vitamina D. Secondo il servizio sanitario nazionale del Regno Unito, i bambini dall’età di 1 anno e gli adulti hanno bisogno di 10 mcg di vitamina D al giorno. Ciò include le donne in gravidanza e allattamento e le persone a rischio di carenza di vitamina D. Inoltre, i bambini fino all’età di 1 anno hanno bisogno di 8,5-10 mcg di vitamina D al giorno.

È meglio parlare con il tuo dermatologo, che può prescrivere il dosaggio e la frequenza corretti in base alla gravità dell’acne, al tipo di pelle, alle scelte dietetiche e di stile di vita, ecc.

Inoltre, tieni d’occhio gli integratori che stai assumendo, altrimenti potresti superare la quantità di assunzione giornaliera, portando a un accumulo di vitamina D nel tuo sistema. Infine, ricorda di assumere integratori di vitamina D insieme al pasto per ottenere i migliori risultati.

3. Applicare la vitamina D3 localmente

Puoi anche applicare la vitamina D3 localmente. La ricerca suggerisce che l’applicazione topica della vitamina D3 può aiutare in modo sicuro nel trattamento di una carenza di vitamina D.

4. Ottenere l’esposizione al sole

Ottenere abbastanza luce solare non curerà l’acne, ma aumenterà i livelli di vitamina D. Tuttavia, non esporsi al sole senza aver indossato una crema solare SPF 30 (o superiore). Altrimenti, corri il rischio di scottature, segni prematuri dell’invecchiamento e cancro della pelle.

Successivamente, diamo un’occhiata agli effetti collaterali e ai fattori di rischio da tenere a mente quando si utilizza la vitamina D in qualsiasi forma.

Effetti collaterali e rischi da tenere a mente

Una delle cose più importanti da ricordare quando si consuma vitamina D in qualsiasi forma è che il superamento dell’assunzione giornaliera può avere gravi effetti collaterali. Quindi, se non sei incinta o non stai allattando, il limite giornaliero di assunzione di vitamina D è stato fissato a 100 mcg al giorno.

Gli effetti collaterali tipici della tossicità della vitamina D includono:

  • Confusione
  • Apatia
  • Vomito ricorrente
  • Dolore addominale
  • Poliuria (urinare più del normale)
  • Polidipsia (sete eccessiva)
  • Disidratazione
  • Ipercalcemia (sopra il normale livello di calcio)
  • Aritmia cardiaca
  • Calcificazione tissutale
  • Calcoli renali
  • Danno d’organo
  • dolore osseo
  • Debolezza

Infine, ricorda che i tuoi livelli di vitamina D possono anche diminuire se stai assumendo farmaci a base di corticosteroidi.

La linea di fondo

La vitamina D svolge un ruolo significativo nel corretto funzionamento del sistema immunitario. Può anche aiutarti a combattere condizioni dermatologiche come psoriasi, acne e dermatite atopica. La ricerca ha anche stabilito un legame tra la carenza di vitamina D e l’acne. Pertanto, se la tua acne non si risolve con altri trattamenti, potresti avere una carenza di vitamina D. Quindi, consulta il tuo dermatologo per tracciare un corso di trattamento praticabile, sicuro e salutare.

Domande frequenti

L’assunzione di vitamina D può causare l’acne?

No. In effetti, una carenza di vitamina D può causare l’acne, ma sono necessarie ulteriori ricerche per dimostrarlo in modo conclusivo.

La vitamina D può causare problemi alla pelle?

Sì, una carenza di vitamina D può causare problemi alla pelle come pelle rossa, secca e pruriginosa. L’assunzione giornaliera di vitamina D sotto la guida di un esperto può aiutarti a trattare questi tipi di problemi della pelle.

Fonti

Gli articoli su StyleCraze sono supportati da informazioni verificate da documenti di ricerca accademici e peer-reviewed, organizzazioni rinomate, istituti di ricerca e associazioni mediche per garantire accuratezza e pertinenza. Consulta la nostra politica editoriale per ulteriori dettagli.

  1. La carenza di vitamina D è un grave problema di salute pubblica globale? https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4018438/
  2. Confronto dei livelli di vitamina D in pazienti con e senza acne: uno studio caso-controllo combinato con uno studio controllato randomizzato https://www.researchgate.net/publication/306928886_Comparison_of_Vitamin_D_Levels_in_Patients_with_and_senza_acne_A_Case-Control_Study_Combined_with_a_Randomized_Controlled_Trial
  3. Prove preliminari per la carenza di vitamina D nell’acne nodulocistica https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4580068/
  4. L’impatto della somministrazione attiva di vitamina D sugli esiti clinici dell’acne vulgaris https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31868550/
  5. Implicazioni antimicrobiche della vitamina D https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3256336/
  6. Livelli di vitamina D in pazienti con e senza acne e la sua relazione con la gravità dell’acne: uno studio caso-controllo https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7549021/
  7. Significato della dieta nell’acne vulgaris trattata e non trattata https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4884775/
  8. Vitamina D https://www.nhs.uk/conditions/vitamins-and-minerals/vitamin-d/
  9. Significato della dieta nell’acne vulgaris trattata e non trattata https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4884775/
  10. Consegna topica di vitamina D3: uno studio pilota controllato randomizzato https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3976443/
  11. Vitamina D https://ods.od.nih.gov/factsheets/VitaminD-HealthProfessional/#h8
  12. Tossicità della vitamina D: una prospettiva clinica https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6158375/

Articoli consigliati

  • Le migliori vitamine e minerali per l’acne
  • La dieta anti-acne: come mangiare a modo tuo per schiarire la pelle
  • Acne ormonale: come trattarla efficacemente
  • Come sbarazzarsi di cicatrici da acne e segni di brufoli in modo naturale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here