Uretrite

0
7

Includiamo prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Se acquisti tramite link in questa pagina, potremmo guadagnare una piccola commissione. Ecco il nostro processo.

Cos’è l’uretrite?

L’uretrite è una condizione in cui l’uretra, o il tubo che trasporta l’urina dalla vescica all’esterno del corpo, si infiamma e si irrita. Lo sperma passa anche attraverso l’uretra maschile.

L’uretrite provoca in genere dolore durante la minzione e una maggiore voglia di urinare. La causa principale dell’uretrite è solitamente l’infezione da batteri.

L’uretrite non è la stessa di un’infezione del tratto urinario (UTI). L’uretrite è un’infiammazione dell’uretra, mentre una UTI è un’infezione delle vie urinarie. Possono avere sintomi simili, ma richiedono diversi metodi di trattamento a seconda della causa sottostante dell’uretrite.

L’uretrite colpisce persone di tutte le età. Sia i maschi che le femmine possono sviluppare la condizione. Tuttavia, le femmine hanno maggiori possibilità di sviluppare la condizione rispetto ai maschi. Ciò è in parte dovuto al fatto che l’uretra maschile, che è la lunghezza del pene, è molto più lunga di quella delle donne. L’uretra di una donna è in genere lunga un pollice e mezzo. Ciò rende più facile per i batteri entrare nell’uretra.

Secondo Antimicrobe,l’uretrite si verifica in circa 4 milioni di americani ogni anno. L’uretrite nonongonococcica rappresenta l’80% dei casi.

Ulteriori informazioni sulle infezioni del sistema urinario »

Quali sono i sintomi dell’uretrite?

Sintomi negli uomini

I maschi con uretrite possono manifestare uno o più dei seguenti sintomi:

  • sensazione di bruciore durante la minzione

  • prurito o bruciore vicino all’apertura del pene
  • presenza di sangue nello sperma o nelle urine
  • scarico dal pene

Sintomi nelle donne

Alcuni sintomi di uretrite nelle donne includono:

  • bisogno più frequente di urinare
  • disagio durante la minzione
  • bruciore o irritazione all’apertura uretrale
  • insieme ai sintomi urinari può anche essere presente una secrezione anormale dalla vagina

Le persone che hanno l’uretrite possono anche non avere sintomi evidenti. Questo è particolarmente vero per le donne. Negli uomini, i sintomi possono non essere evidenti se l’uretrite si è sviluppata a seguito di infezione da clamidia o occasionalmente da tricomoniasi.

Per questo motivo, è importante sottoporsi a test se potresti essere stato infettato da un’infezione a trasmissione sessuale (STI).

Quali sono le cause dell’uretrite?

Generalmente, la maggior parte dei casi di uretrite è il risultato di un’infezione da un batterio o da un virus. I batteri sono le cause più comuni. Gli stessi batteri che possono causare infezioni alla vescica e ai reni possono anche infettare il rivestimento dell’uretra. I batteri che si trovano naturalmente nell’area genitale possono anche causare uretrite se entrano nel tratto urinario.

Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), i batteri associati all’uretrite includono:

  • Neisseria gonorrhoeae
  • Chlamydia trachomatis
  • Mycoplasma genitalium

Gli agenti patogeni sono gli agenti biologici che causano la malattia. Gli stessi agenti patogeni che causano le IST possono anche causare l’uretrite. Questi includono i batteri che causano la gonorrea e la clamidia e il parassita che causa la tricomoniasi.

Esistono anche virus che possono portare allo sviluppo di uretrite. Questi includono il papillomavirus umano (HPV), il virus dell’herpes simplex (HSV) e il citomegalovirus (CMV).

Tipi di uretrite

Esistono diversi tipi di uretrite, classificati in base alla causa dell’infiammazione. Sono uretrite gonococcica e uretrite non gonococcica.

L’uretrite gonococcica è causata dallo stesso batterio che causa la gonorrea STI. Rappresenta il 20% dei casi di uretrite.

L’uretrite nonongonococcica è l’uretrite causata da altre infezioni che non sono la gonorrea. La clamidia è una causa comune di uretrite non gonococcica, con altre malattie sessualmente trasmissibili anche un probabile colpevole.

È possibile, tuttavia, che si verifichi un’irritazione non correlata a malattie sessualmente trasmissibili. Queste cause possono includere lesioni, ad esempio da un catetere o altri tipi di traumi genitali.

Mentre molti pazienti hanno un tipo di uretrite o l’altro, è possibile avere diverse cause di uretrite contemporaneamente. Ciò è particolarmente vero nelle donne.

Come viene diagnosticata l’uretrite?

Il tuo medico ti chiederà dei tuoi sintomi. Probabilmente esamineranno anche l’area genitale per la secrezione, la tenerezza, le piaghe e qualsiasi segno di una STI. Questo può aiutarli a fare una diagnosi.

Possono ordinare test per analizzare un campione di urina o un tampone prelevato dall’uretra o dall’area vaginale. Se il medico sospetta una specifica STI, probabilmente ci sarà un test che può consentire al medico di confermare o escludere quella potenziale diagnosi. Possono essere effettuati esami del sangue per verificare la presenza di altre malattie sessualmente trasmissibili, come l’HIV e la sifilide.

A seconda del tuo medico e del loro laboratorio, puoi ottenere i risultati dei test entro pochi giorni. Ciò consente loro di iniziare il trattamento il prima possibile e di farti sapere se anche il tuo partner ha bisogno di essere testato e trattato.

Quali sono le opzioni di trattamento per l’uretrite?

Il trattamento per l’uretrite include in genere un ciclo di antibiotici o farmaci antivirali. Alcuni trattamenti comuni per l’uretrite includono:

  • azitromicina, un antibiotico, tipicamente assunto come dose singola

  • doxiciclina, un antibiotico orale che viene in genere assunto due volte al giorno per sette giorni
  • eritromicina, un antibiotico che può essere somministrato per via orale, quattro volte al giorno per sette giorni
  • ofloxacina, un antibiotico orale che viene generalmente assunto due volte al giorno per sette giorni
  • levofloxacina, un antibiotico orale che viene generalmente assunto una volta al giorno per sette giorni

Se una STI ha causato l’infezione, è fondamentale che tutti i partner sessuali siano sottoposti a test e trattamenti, se necessario. Ciò impedisce la diffusione della STI e la reinfezione.

Potresti notare un miglioramento dei sintomi solo pochi giorni dopo l’inizio del trattamento. Dovresti comunque completare la prescrizione come raccomandato dal medico, altrimenti l’infezione potrebbe peggiorare. Quelli con uretrite dovrebbero aspettare una settimana una volta che hanno terminato completamente la loro prescrizione e il loro partner ha terminato il trattamento prima di riprendere l’attività sessuale.

Le potenziali interazioni farmacologiche per i farmaci usati per trattare l’uretrite includono:

  • farmaci per fluidificare il sangue
  • farmaci per il cuore
  • farmaci per il sequestro

Quali sono le complicazioni associate all’uretrite?

I farmaci possono spesso trattare rapidamente l’uretrite. Se l’infezione non viene curata, tuttavia, gli effetti possono essere duraturi e piuttosto gravi. Ad esempio, l’infezione può diffondersi ad altre parti del tratto urinario, inclusi gli ureteri, i reni e la vescica. Queste infezioni possono essere dolorose da sole. Sebbene possano essere trattati con cicli più intensivi di antibiotici, possono causare danni agli organi se non trattati per troppo tempo. Queste infezioni non trattate possono anche diffondersi al sangue e provocare sepsi, che può essere mortale.

Inoltre, le malattie sessualmente trasmissibili che causano frequentemente l’uretrite possono danneggiare il sistema riproduttivo. Le donne possono sviluppare una malattia infiammatoria pelvica (PID), che è dolorosa e può provocare infertilità, dolore pelvico in corso o dolore durante il sesso. Le donne con malattie sessualmente trasmissibili non trattate sono anche a più alto rischio di gravidanze ectopiche, che possono essere pericolose per la vita.

Gli uomini possono sviluppare un’infiammazione dolorosa o un’infezione della ghiandola prostatica o il restringimento di una sezione dell’uretra a causa di cicatrici, che porta a minzione dolorosa. Per questi motivi, dovresti parlare con un medico il prima possibile se noti qualsiasi sintomo di uretrite.

Come posso prevenire l’uretrite?

Molti dei batteri che causano l’uretrite possono passare a un’altra persona attraverso il contatto sessuale. Per questo motivo, praticare sesso sicuro è un’importante misura preventiva. I suggerimenti seguenti possono aiutare a ridurre il rischio:

  • Evita di avere rapporti con più partner.
  • Uso preservativi ogni volta che fai sesso.
  • Sottoponiti a test regolarmente.
  • Proteggi gli altri. Se scopri di avere una STI, informa gli altri che sono anche a rischio di infezione.

Oltre a pratiche sessuali più sicure, ci sono altri modi per promuovere una buona salute delle vie urinarie. Questo può ridurre il rischio di uretrite e alcune altre condizioni che colpiscono questa parte del corpo. Bevi molti liquidi e assicurati di urinare subito dopo il rapporto. Evita i cibi acidi. Inoltre, evita l’esposizione agli spermicidi, soprattutto se sai già che irritano l’uretra.

Domande e risposte

Q:

Quali sono i rimedi casalinghi più efficaci per l’uretrite?

Paziente anonimo

UN:

Molte persone hanno sentito dire che il succo di mirtillo rosso fa bene alla salute delle vie urinarie. Ciò si basa sul fatto che i PAC (proantocianidine) si trovano nei mirtilli rossi. Gli scienziati hanno scoperto che un numero sufficiente di PAC può cambiare il modo in cui i batteri interagiscono all’interno del sistema urinario. Il problema è che i livelli di PAC necessari per creare cambiamenti nel tratto urinario non si trovano nel succo di mirtillo rosso trasformato. I PAC al livello necessario si trovano attualmente solo nelle capsule di mirtillo rosso, una forma di mirtillo rosso concentrato. Quindi bere succo di mirtillo fa bene all’azienda di succhi, ma non necessariamente a te.

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti per alleviare i sintomi fino a quando non puoi essere visto dal tuo medico:

– Prendi il banco AZO (piridio).

– Evitare prodotti o saponi profumati nella zona genitale.

– Elimina dalla tua dieta cose come caffeina, dolcificanti artificiali, alcol, pomodori e cibi piccanti.

Judith Marcin, MDLe risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato un consiglio medico.

Healthline

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here