Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Una guida ai farmaci per l’aritmia

Una guida ai farmaci per l’aritmia

0
8

introduzione

Un’aritmia è una condizione in cui il cuore batte troppo velocemente, troppo lentamente o in modo irregolare.

In molti casi, l’aritmia potrebbe non essere grave o richiedere alcun trattamento. Tuttavia, se il medico ritiene che l’aritmia possa portare a problemi cardiaci più gravi, potrebbe prescriverle dei farmaci.

Diversi tipi di farmaci possono aiutare a controllare o risolvere un’aritmia. Il tipo giusto per te dipende dal tipo di aritmia che hai.

Ecco cosa sapere sui farmaci che curano l’aritmia.

Farmaci antiaritmici

I farmaci antiaritmici possono essere prescritti se si soffre di tachicardia (battito cardiaco accelerato) o battito cardiaco prematuro o extra. Questi farmaci agiscono per correggere il ritmo del tuo cuore. Ripristinano un normale ritmo cardiaco modificando la corrente elettrica che fa battere il cuore.

La maggior parte dei farmaci antiaritmici è disponibile in forma di pillola e viene generalmente utilizzata a lungo termine. In caso di emergenza, alcuni possono essere somministrati per via endovenosa. I farmaci più comuni in questa classe sono:

  • amiodarone (Cordarone, Pacerone)

  • flecainide (Tambocor)

  • ibutilide (Corvert), che può essere dato solo attraverso IV
  • lidocaina (xilocaina), che può essere somministrata solo per via endovenosa
  • procainamide (Procan, Procanbid)
  • propafenone (Rythmol)

  • chinidina (molti marchi)

  • tocainide (Tonocarid)

Sebbene questi farmaci possano aiutare a correggere un’aritmia, c’è anche il rischio che possano causare il ripetersi dell’aritmia o più spesso. Questo è chiamato proaritmia. Se sviluppi una proaritmia durante l’assunzione di un farmaco antiaritmico, chiama subito il medico.

Calcio-antagonisti

Se soffre di angina (dolore al petto), pressione sanguigna alta o bassa e aritmia, il medico può prescriverle un calcio-antagonista. Questi farmaci dilatano i vasi sanguigni. Ciò consente a più sangue di fluire al cuore, che aiuta ad alleviare il dolore al petto e diminuire la pressione sanguigna.

Questi farmaci possono anche rallentare la frequenza cardiaca. Una frequenza cardiaca ridotta e una pressione sanguigna abbassata riducono lo sforzo del cuore e riducono il rischio di aritmia.

La maggior parte dei bloccanti dei canali del calcio è disponibile in forma di pillola, ma alcuni sono disponibili anche in forma endovenosa (IV). I bloccanti dei canali del calcio sono per uso a lungo termine.

Esempi di bloccanti dei canali del calcio comuni includono:

  • amlodipina (Norvasc)

  • diltiazem (Cardizem, Tiazac)

  • felodipina
  • isradipina
  • nicardipina (Cardene SR)
  • nifedipina (Procardia)

  • nisoldipina (Solare)
  • verapamil (Calan, Verelan, Covera-HS)

Gli effetti collaterali di questi farmaci variano. Alcune persone hanno tachicardia, vertigini, stitichezza e mal di testa. Altre persone effetti collaterali più gravi includono eruzione cutanea o gonfiore alle gambe e ai piedi.

Beta bloccanti

Se ti è stata diagnosticata la tachicardia, il medico potrebbe prescriverti un beta-bloccante.

I beta-bloccanti interrompono l’azione dell’ormone adrenalina. Questo può alleviare la tachicardia rallentando la frequenza cardiaca. Può anche abbassare la pressione sanguigna e diminuire lo stress sul tuo cuore. Esempi di beta-bloccanti includono:

  • acebutololo (Sectral)

  • atenololo (Tenormin)

  • bisoprololo (Zebeta)

  • metoprololo (Lopressor, Toprol-XL)

  • nadolol (Corgard)

  • propranololo (Inderal LA, InnoPran XL)

Gli effetti collaterali dei beta-bloccanti includono stanchezza, mani fredde e mal di testa. A volte questi farmaci influenzano anche il tuo sistema digestivo. Alcune persone riferiscono problemi di stomaco, stitichezza o diarrea.

Anticoagulanti

Un anticoagulante è un farmaco che fluidifica il sangue. Il medico può prescriverti un anticoagulante se la tua aritmia ti mette a rischio di coaguli o ictus causati da un coagulo.

Per alcune persone, un ritmo cardiaco anormale cambia il modo in cui il sangue scorre attraverso il loro sistema. Ad esempio, la fibrillazione atriale può causare il ristagno di sangue nel cuore, che può provocare la formazione di coaguli di sangue.

Gli anticoagulanti non risolvono il problema del ritmo cardiaco. Aiutano solo a ridurre il rischio di coaguli di sangue causati da alcune aritmie.

Il warfarin (Coumadin) è uno degli anticoagulanti più comuni. Tuttavia, gli anticoagulanti orali non contenenti vitamina K (NOAC) sono ora raccomandati rispetto al warfarin a meno che non si abbia una stenosi mitralica da moderata a grave o una valvola cardiaca artificiale. I NOAC includono:

  • dabigatran (Pradaxa)
  • rivaroxaban (Xarelto)
  • apixaban (Eliquis)
  • edoxaban (Savaysa)

Gli anticoagulanti sono efficaci, ma possono anche rendere il tuo corpo meno in grado di fermare il sanguinamento. Per questo motivo, dovresti prestare attenzione a eventuali segni di emorragia interna, come feci sanguinolente, lividi multipli e vomito che assomiglia a fondi di caffè.

Il medico può prescrivere l’aspirina al posto del warfarin se scopre che hai un rischio inferiore di un coagulo di sangue. L’aspirina non è potente come un anticoagulante come il warfarin. Tuttavia, ha un minor rischio di causare sanguinamento.

Parla con il tuo dottore

Il tuo cuore è un organo molto importante. Per stare al sicuro mentre prendi i farmaci, prova questi suggerimenti:

  • lavora con il tuo medico per capire i farmaci che ti hanno prescritto
  • prendi i tuoi farmaci solo come indicato
  • informi il medico di tutte le altre condizioni mediche che hai e dei farmaci che prendi
  • chiama subito il medico se nota qualcosa di anormale o se hai gravi effetti collaterali

Q:

Prendo diversi farmaci per il cuore. Come posso gestirli?

Paziente anonimo

UN:

È importante mantenere i farmaci organizzati in modo da non prenderne troppi o troppo pochi. Questi suggerimenti possono aiutare:

• Utilizzare un distributore di pillole per monitorare quando è necessario prendere una pillola.
• Compila tutte le tue prescrizioni in una farmacia per rendere più facile ottenere le ricariche.
• Tieni un elenco dei farmaci per registrare tutti i farmaci che prendi.

Le risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato un consiglio medico.

Healthline

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here