Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Una biopsia cutanea confermerà che ho la psoriasi?

Una biopsia cutanea confermerà che ho la psoriasi?

0
6

Determinare se ho la psoriasi

Se sul tuo corpo iniziano a comparire chiazze spesse e squamose di pelle morta, potresti avere la psoriasi. Ciò è particolarmente vero se i cerotti si trovano su una o più di queste parti del corpo:

  • gomiti
  • ginocchia
  • viso
  • cuoio capelluto
  • mani

Le chiazze di pelle secche e squamose possono anche segnalare dermatiti, eczemi o molte altre condizioni, incluso il cancro della pelle.

Spesso, un dermatologo può fare una diagnosi osservando l’area interessata e imparando quali altri sintomi hai. A volte, è necessaria una valutazione più approfondita per confermare una diagnosi di psoriasi e governare altre condizioni gravi.

Ho bisogno di una biopsia?

Se la tua condizione della pelle non è stata diagnosticata clinicamente, il medico può raccomandare una biopsia cutanea. Sebbene la parola “biopsia” sia usata più spesso quando si sospetta un cancro, è più di un semplice test per confermare o confutare una diagnosi di cancro.

Una biopsia è un esame dettagliato del tessuto vivente per determinare l’esistenza di una malattia e la sua storia nel corpo. Una biopsia può anche determinare fino a che punto può essersi diffusa una malattia.

Una biopsia cutanea può essere necessaria se il medico sta cercando di determinare quale tipo di psoriasi hai. Esistono diversi tipi di psoriasi. Ogni tipo differisce in base all’aspetto della lesione cutanea, alla posizione abituale delle lesioni e alla possibile causa o innesco dello scoppio della psoriasi.

Foto dei tipi di psoriasi »

Com’è una biopsia?

Una biopsia cutanea viene solitamente eseguita nello studio del medico. È una procedura abbastanza semplice che inizia con un anestetico per intorpidire l’area sottoposta a test.

Esistono diversi tipi di biopsie cutanee.

Quando si verifica un accumulo di cellule della pelle, come nei tipi più comuni di psoriasi, può essere ordinata una biopsia con punch. Come suggerisce il nome, il campione di tessuto cutaneo viene ottenuto con l’uso di una piccola lama rotonda che “perfora” la pelle per ottenere un campione. Questo è simile al modo in cui una perforatrice mette dei buchi nella carta da inserire in un raccoglitore a tre anelli.

Altri tipi di biopsia includono:

  • una biopsia della rasatura, che prevede l’uso di una lama per tagliare una piccola sezione dallo strato più esterno della pelle
  • una biopsia escissionale, che comporta la rimozione dell’intera lesione e talvolta richiede un innesto cutaneo per riparare l’area biopsiata
  • una biopsia incisionale, che consiste nel prendere solo una parte di una grande lesione

Dopo la procedura, l’area sottoposta a biopsia sarà sensibile e irritata per diversi giorni.

Rapporto di patologia

Diversi giorni dopo la biopsia, il medico riceverà un rapporto dal laboratorio che ha esaminato il tessuto cutaneo. Le informazioni sull’esame sono fornite in un rapporto di patologia. Il rapporto contiene informazioni dettagliate sul campione di tessuto, inclusa la presenza o l’assenza di malattie testate dal patologo. Un patologo è un tipo di medico che studia campioni di tessuto e interpreta i risultati di laboratorio per aiutare a diagnosticare le malattie.

Se non viene trovato alcun cancro, il risultato è noto come biopsia negativa. Ma se viene rilevato un cancro o un’altra malattia, il medico utilizzerà il rapporto di patologia per determinare un ciclo di trattamento.

Determinare il tuo prossimo passo

Se il rapporto di patologia determina che hai un cancro o qualsiasi altra malattia grave, potresti voler ottenere una seconda opinione. Per fare ciò, dovrai assicurarti che il secondo medico riceva i vetrini del microscopio e altro materiale correlato dal patologo.

Una volta che è chiaro con cosa hai a che fare, tu e il tuo medico dovreste discutere le opzioni di trattamento. Se la diagnosi è il cancro, saranno necessari ulteriori test per determinare fino a che punto la malattia potrebbe essersi diffusa. Potrebbero anche essere necessarie ulteriori procedure per rimuovere eventuali cellule cancerose dalla pelle.

Se hai la psoriasi, sono possibili una varietà di opzioni di trattamento. Questi includono lozioni topiche per ridurre i sintomi o la terapia della luce, che utilizza la luce ultravioletta per aiutare a guarire la pelle danneggiata.

Trattamento della psoriasi »

La psoriasi è una malattia autoimmune, il che significa che il sistema immunitario del tuo corpo agisce in modo anomalo. La psoriasi può portare a una condizione nota come artrite psoriasica, che è un’infiammazione dolorosa delle articolazioni. Indipendentemente dall’entità della malattia, seguire il consiglio del medico sarà fondamentale per mantenere una buona salute.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here