Un nuovo strumento può hackerare gli account Facebook

0
12

Uno strumento progettato per hackerare gli account Facebook contiene un noto Spyware “Remtasu” che ha la capacità di raccogliere le informazioni degli utenti e quindi caricarle su un server remoto sotto il controllo dell’hacker.

Questo spyware è un tipo di malware rilevato quasi quattro anni fa. Questo strumento trova, raccoglie e ruba le informazioni dell’utente. Rematasu, uno spyware può registrare le sequenze di tasti, rubare dati dagli appunti e salvare le informazioni in file locali. Dopo aver estratto tutte le informazioni, le carica su un server FTP remoto.

Un nuovo strumento può hackerare gli account Facebook

Strumento di hacking
Strumento di hacking

La versione più recente di questo spyware, Win32/Remrasu.Y, è stata osservata da vicino dall’inizio dell’anno e si occupa di infettare i computer.

Remtasu
Remtasu

Le versioni precedenti di questo spyware utilizzavano la posta indesiderata e i file di Microsoft Office mirati per infettare i computer. Tuttavia, Win32/Remtasu.Y ha adottato una proposta distinta, nascondendo l’eseguibile di un’app denominata Hack Facebook.

Leggi anche: I 10 migliori strumenti di hacking utilizzati dagli hacker

Come funziona questo spyware?

  1. Registra le sequenze di tasti.
  2. Acquisire le informazioni presenti negli appunti.
  3. Salva le informazioni rubate in file locali.
  4. Carica i file locali su un server FTP remoto.
  5. Copia se stesso nella cartella Windows System32, usando un nome generico.
  6. Crea una nuova chiave di registro per avviare il processo Remtasu al riavvio del sistema.

Tuttavia, questo temuto malware non si diffonde tramite e-mail di spam, ma è presente su siti Web con download diretto da cui gli utenti tendono a scaricarlo da soli dopo aver notato la pubblicità per il suo potenziale.

Remtasu
Remtasu

Poiché gli utenti non possono fare a meno di sapere cosa stanno facendo gli altri utenti sui rispettivi account Facebook. Questo malware ha ricevuto fama in un breve lasso di tempo ed è diventato la versione Remtasu più popolare sul mercato in poche settimane dopo essere stato osservato.

Secondo ESET rapporti, la maggior parte degli utenti infettati da questo spyware risiede in Colombia (65%), Thailandia (6%), Messico (3%) e Perù (2%).

Il virus rimane nel sistema informatico anche quando la vittima riavvia il sistema o tenta di trovare la minaccia nell’elenco dei processi attivi.

In questo caso, il malware si replica, salvando la copia in una cartella che crea anche all’interno del sistema32 cartella. Il nuovo InstallDir la cartella rimane nascosta all’interno dei file di sistema, rendendo difficile l’accesso agli utenti.

Se provi a hackerare qualsiasi account Facebook tramite Remtasu, potrebbero hackerare il tuo account invece del tuo amico. Potrebbero hackerare il tuo account con il pretesto di hackerare l’account di un amico. Quindi, se vuoi usare questo strumento, usalo a tuo rischio. Quindi, speriamo che questo articolo ti sia piaciuto, sentiti libero di condividerlo con i tuoi amici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here