Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Tutto sull’acne fungina: come identificare e trattare

Tutto sull’acne fungina: come identificare e trattare

0
4

L’acne fungina è un tipo di infezione dei follicoli piliferi della pelle. Appare più comunemente come piccoli brufoli che non variano molto nella forma o nelle dimensioni, spesso insieme al prurito.

L’acne fungina può causare brufoli e irritazioni cutanee. Viene spesso confuso con l’acne vulgaris. Questo è il tipo di acne più comunemente associato a punti neri e brufoli.

Ma l’acne fungina e l’acne vulgaris sono due condizioni diverse causate da due cose diverse. Non risponderanno allo stesso trattamento. Se continui a usare trattamenti anti-acne, puoi peggiorare l’acne fungina.

Ecco perché è importante capire che aspetto ha l’acne fungina e come si sviluppa. Continua a leggere per conoscere i sintomi e i segni dell’acne fungina e cosa puoi fare per trattare e prevenire gli sfoghi.

Quali sono le cause dell’acne fungina?

L’acne fungina è un termine un po’ improprio. A differenza dell’acne, l’acne fungina non è causata principalmente da olio e batteri nei pori, sebbene la produzione di olio e sebo sia una parte importante nell’aiutare ad alimentare i batteri che causano l’acne fungina.

Invece, le protuberanze simili a brufoli e la pelle irritata associate all’acne fungina sono causate da una crescita eccessiva di lievito, un tipo di fungo.

Ecco perché a volte viene chiamata acne fungina. Viene anche chiamato pityrosporum follicolite o Malassezia follicolite.

Il lievito responsabile dell’acne fungina è sempre presente sulla pelle. In genere, il tuo corpo è in grado di bilanciare il lievito, altri funghi e batteri che fanno anche parte della tua pelle.

Ma se questo equilibrio naturale viene sconvolto, può verificarsi una crescita eccessiva. È allora che si sviluppa l’infezione dei follicoli piliferi e compaiono sintomi simili all’acne.

Diverse condizioni o eventi possono sconvolgere questo equilibrio di batteri e funghi, tra cui:

  • Umidità intrappolata. Indossare abiti da allenamento sudati per troppo tempo può favorire la crescita del lievito. Indossare nuovamente gli indumenti da allenamento senza lavarli può anche esporre la pelle a funghi che sono cresciuti nei vestiti.
  • Farmaco. Se prendi antibiotici, i batteri sulla pelle possono essere ridotti. Ciò può consentire la crescita eccessiva di un fungo.
  • Sistema immunitario soppresso. Le persone con un sistema immunitario compromesso possono avere maggiori probabilità di sviluppare l’acne fungina.
  • Cambiamenti nella dieta. I funghi e il lievito si nutrono di carboidrati, quindi bilanciare l’assunzione di dolci e cibi ricchi di carboidrati può aiutare a rallentare la crescita dei funghi.
  • Indossare abiti stretti. Indossare regolarmente abiti non traspiranti può favorire il sudore e l’umidità in più. Questo può favorire un ambiente cutaneo maturo per la crescita del lievito.
  • Ambienti caldi e umidi. Le persone che vivono in climi caldi, dove è più probabile la sudorazione, possono sperimentare l’acne fungina più frequentemente.

Quali sono i sintomi dell’acne fungina?

Uno dei motivi per cui l’acne fungina può durare così a lungo è perché l’acne fungina sembra simile all’acne vulgaris o acne batterica.

Le persone con acne fungina, non conoscendo la differenza, possono trattarla con normali opzioni di cura della pelle dell’acne. Questi trattamenti non funzionano e possono peggiorare l’infezione.

Ecco come distinguere tra acne fungina e acne batterica:

  • Dimensione. Le protuberanze piene di pus causate dall’acne fungina tendono ad avere quasi tutte le stesse dimensioni. L’acne batterica può causare brufoli e punti bianchi di varie dimensioni.
  • Posizione. L’acne fungina si manifesta spesso sulle braccia, sul petto e sulla schiena. Può anche essere sul viso, dove l’acne batterica è più comune.
  • Prurito. L’acne fungina causa spesso prurito. L’acne batterica lo fa raramente.
  • Cluster. L’acne fungina appare spesso in gruppi di piccoli punti bianchi. L’acne batterica è meno raggruppata e più sparsa.

L’acne fungina è il risultato della crescita del lievito, quindi potresti sperimentare altre condizioni legate al lievito, come la psoriasi e la forfora. Questo può aiutarti a determinare se i tuoi sblocchi sono causati dal lievito o da un’altra causa.

Come viene diagnosticata l’acne fungina?

Se ritieni di avere sintomi di acne fungina, potresti voler vedere un dermatologo. I dermatologi sono specializzati nella diagnosi e nel trattamento delle condizioni che colpiscono la pelle.

Per determinare se i tuoi sintomi sono il risultato dell’acne fungina, un dermatologo ti chiederà quali sono i sintomi che stai riscontrando. Questo probabilmente includerà:

  • da quanto tempo hai il breakout?
  • cosa hai usato per curarla
  • che sintomi stai riscontrando

In alcuni casi, il provider potrebbe anche voler eseguire una delle seguenti operazioni:

  • Possono eseguire un semplice raschiamento della pelle indolore ed esaminare il raschiamento al microscopio per cercare eventuali lieviti responsabili dell’acne fungina.
  • Possono prelevare un campione di pelle o una biopsia. Questo è un processo semplice fatto in ufficio. Il campione verrà inviato a un laboratorio dove può essere testato per confermare la diagnosi di acne fungina.

Come viene trattata l’acne fungina?

L’acne fungina viene spesso trattata in modo improprio perché assomiglia molto all’acne normale. Molte persone usano trattamenti anti-acne quotidiani contro di essa, ma non funzioneranno.

Per trattare adeguatamente l’infezione fungina, è necessario ripristinare l’equilibrio tra lieviti e batteri sulla pelle. Diverse opzioni di trattamento possono aiutare a farlo.

Fai la doccia più regolarmente

Se ti alleni regolarmente o svolgi un lavoro che ti fa sudare, prova a fare la doccia e a cambiarti i vestiti subito dopo la palestra o il lavoro.

Questo può aiutare a lavare via il lievito in eccesso che potrebbe aver iniziato a crescere negli ambienti caldi e umidi che si sviluppano nei vestiti sudati.

Indossa vestiti più larghi

Se indossi spesso abiti stretti, l’attrito e il flusso d’aria basso possono favorire la crescita del lievito sulla pelle.

Scegli più regolarmente tessuti larghi e traspiranti per aiutare la tua pelle a ottenere una corretta circolazione e incoraggiare una crescita equilibrata di batteri e funghi.

Prova un bagnoschiuma

Gli shampoo antiforfora a base di zinco piritione o solfuro di selenio possono essere utilizzati come bagnoschiuma. Questo è un uso off-label di questi shampoo, ma può essere efficace.

Sciacquare la pelle più volte alla settimana con questi shampoo antiforfora mentre si sta avendo un breakout.

Puoi anche considerare di usarlo regolarmente, circa una volta alla settimana, per aiutare a mantenere un sano equilibrio di lieviti e batteri sulla pelle. Lascia riposare lo shampoo sulla pelle per diversi minuti prima di risciacquare, per ottenere i migliori risultati.

Utilizzare trattamenti antimicotici da banco (OTC)

Sono disponibili una varietà di creme e unguenti antimicotici OTC, come farmaci per il piede d’atleta e il prurito del fantino.

Cerca prodotti con crema di ketoconazolo, butenafina o clotrimazolo.

Prova la medicina antimicotica orale su prescrizione

Se i trattamenti domiciliari non aiutano a eliminare il breakout, considera di fissare un appuntamento con il tuo dermatologo.

Il tuo dermatologo può prescrivere un farmaco orale, come l’itraconazolo o il fluconazolo, per colpire i follicoli piliferi ed eliminare l’infezione.

Come posso prevenire l’acne fungina?

Sebbene l’acne fungina non possa essere prevenuta completamente, questi passaggi possono aiutare a ridurre le possibilità di un’infezione di ritorno:

  • Usa regolarmente uno shampoo antiforfora. Questo risciacquo regolare può aiutare a mantenere un sano equilibrio di lievito sulla pelle. Una volta che l’eruzione è sparita, puoi ridurre la frequenza con cui usi lo shampoo come bagnoschiuma fino a una volta alla settimana.
  • Indossa tessuti traspiranti. I tessuti traspiranti consentono il flusso d’aria, che può ridurre gli ambienti caldi e umidi che favoriscono la crescita dei funghi. Se cambiare le opzioni di abbigliamento aiuta a curare l’acne fungina, considera di indossare tipi di abbigliamento simili.
  • Doccia dopo aver sudato. Un rapido risciacquo dopo un allenamento o una giornata di lavoro sudata può aiutare a prevenire problemi di crescita del lievito.
  • Mangiare una dieta equilibrata. I funghi come il lievito prosperano grazie ai carboidrati zuccherini, quindi bilancia la tua dieta con frutta, verdura e proteine ​​per scoraggiare la crescita eccessiva.

Quando dovrei vedere un medico?

Se hai tentato di curare la tua sospetta acne fungina a casa e l’eruzione persiste per più di 3 settimane, chiama il tuo dermatologo.

Un farmaco antimicotico prescritto può essere più efficace nell’eliminare l’infezione rispetto ai trattamenti topici.

E se i sintomi ritornano poco dopo che pensavi si fossero risolti, considera di fissare un altro appuntamento con il tuo dermatologo.

Potresti essere in grado di trovare un trattamento che ti aiuti a fermare la ricorrenza e prevenire possibili problemi a lungo termine. Puoi anche discutere le opzioni preventive con il tuo medico.

L’asporto

L’acne fungina è un tipo di infezione dei follicoli piliferi causata da una crescita eccessiva di lievito. Nonostante il nome, non è come l’acne che provoca brufoli e punti neri.

I tipici trattamenti anti-acne non funzioneranno per l’acne fungina. Invece, è necessario identificare con precisione questo tipo di infezione per trattarla adeguatamente.

Imparare a identificare questo tipo specifico di infezione della pelle può anche aiutarti a prevenire futuri sfoghi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here