Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Trattare il dolore con il caldo e il freddo

Trattare il dolore con il caldo e il freddo

0
7

Includiamo prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Se acquisti tramite link in questa pagina, potremmo guadagnare una piccola commissione. Ecco il nostro processo.

Panoramica

Trattiamo di tutto, dall’artrite agli stiramenti muscolari all’infiammazione con impacchi di ghiaccio o pastiglie riscaldanti. Trattare il dolore con il caldo e il freddo può essere estremamente efficace per una serie di condizioni e lesioni diverse e facilmente accessibile. La parte difficile è sapere quali situazioni richiedono caldo e quale freddo. A volte un singolo trattamento includerà anche entrambi.

Come regola generale, usa il ghiaccio per lesioni acute o dolore, insieme a infiammazione e gonfiore. Usa il calore per il dolore o la rigidità muscolare.

Terapia del calore

Come funziona

La terapia del calore funziona migliorando la circolazione e il flusso sanguigno in una particolare area a causa dell’aumento della temperatura. Aumentare anche leggermente la temperatura della zona affetta può lenire il disagio e aumentare la flessibilità muscolare. La terapia del calore può rilassare e lenire i muscoli e curare i tessuti danneggiati.

Tipi

Esistono due diversi tipi di terapia del calore: calore secco e calore umido. Entrambi i tipi di terapia del calore dovrebbero mirare a “caldo” come temperatura ideale anziché “caldo”.

  • Il calore secco (o “terapia del calore condotta”) include fonti come termofori, impacchi riscaldanti a secco e persino saune. Questo calore è facile da applicare.
  • Il calore umido (o “calore di convezione”) include fonti come asciugamani al vapore, impacchi riscaldanti umidi o bagni caldi. Il calore umido può essere leggermente più efficace e richiedere meno tempo di applicazione per il stessi risultati.

Possono essere applicati anche trattamenti di termoterapia professionale. Il calore di un’ecografia, ad esempio, può essere utilizzato per alleviare il dolore nella tendinite.

Quando si applica la terapia del calore, è possibile scegliere di utilizzare un trattamento locale, regionale o per tutto il corpo. La terapia locale è la migliore per le piccole aree di dolore, come un muscolo rigido. Potresti usare piccoli impacchi di gel riscaldati o una borsa dell’acqua calda se vuoi trattare una ferita solo localmente. Il trattamento regionale è il migliore per il dolore o la rigidità più diffusi e potrebbe essere ottenuto con un asciugamano al vapore, una piastra elettrica grande o impacchi termici. Il trattamento completo del corpo includerebbe opzioni come saune o un bagno caldo.

Quando non usare

Ci sono alcuni casi in cui la terapia del calore non dovrebbe essere utilizzata. Se l’area in questione è contusa o gonfia (o entrambi), potrebbe essere meglio usare la terapia del freddo. Inoltre, la terapia del calore non dovrebbe essere applicata a un’area con una ferita aperta.

Le persone con determinate condizioni preesistenti non dovrebbero utilizzare la terapia del calore a causa del maggior rischio di ustioni o complicazioni dovute all’applicazione del calore. Queste condizioni includono:

  • diabete
  • dermatite
  • malattie vascolari
  • trombosi venosa profonda
  • sclerosi multipla (SM)

Se hai una malattia cardiaca o ipertensione, chiedi al tuo medico prima di usare la terapia del calore. Se sei incinta, consulta il tuo medico prima di usare saune o vasche idromassaggio.

Applicare la terapia del calore

La terapia del calore è spesso più vantaggiosa se utilizzata per un buon periodo di tempo, a differenza della terapia del freddo, che deve essere limitata.

Una piccola rigidità o tensione può spesso essere alleviata con solo 15-20 minuti di terapia termica.

Il dolore da moderato a grave può beneficiare di sessioni più lunghe di terapia del calore come un bagno caldo, della durata compresa tra 30 minuti e due ore.

Terapia del freddo

Come funziona

La terapia del freddo è anche nota come crioterapia. Funziona riducendo il flusso sanguigno a una particolare area, che può ridurre significativamente l’infiammazione e il gonfiore che causa dolore, specialmente intorno a un’articolazione o un tendine. Può ridurre temporaneamente l’attività nervosa, che può anche alleviare il dolore.

Tipi

Esistono diversi modi per applicare la terapia del freddo a un’area interessata. Le opzioni di trattamento includono:

  • impacchi di ghiaccio o impacchi di gel congelati
  • spray refrigerante
  • massaggio con il ghiaccio
  • bagni di ghiaccio

Altri tipi di terapia del freddo che a volte vengono utilizzati includono:

  • criostretching, che utilizza il freddo per ridurre gli spasmi muscolari durante lo stretching
  • criocinetica, che combina il trattamento del freddo e l’esercizio attivo e può essere utile per le distorsioni dei legamenti
  • camere di terapia del freddo per tutto il corpo

Quando non usare

Le persone con disturbi sensoriali che impediscono loro di provare determinate sensazioni non dovrebbero usare la terapia del freddo a casa perché potrebbero non essere in grado di sentire se il danno viene fatto. Ciò include il diabete, che può provocare danni ai nervi e ridotta sensibilità.

Non dovresti usare la terapia del freddo su muscoli o articolazioni rigide.

La terapia del freddo non dovrebbe essere utilizzata in caso di cattiva circolazione.

Applicare la terapia del freddo

Per il trattamento domiciliare, applicare un impacco di ghiaccio avvolto in un asciugamano o un bagno di ghiaccio sulla zona interessata. Non applicare mai un oggetto congelato direttamente sulla pelle, poiché può causare danni alla pelle e ai tessuti. Applicare il trattamento a freddo il prima possibile dopo un infortunio.

Usa la terapia del freddo per brevi periodi di tempo, più volte al giorno. Da dieci a 15 minuti vanno bene e non devono essere utilizzati più di 20 minuti di terapia del freddo alla volta per prevenire danni ai nervi, ai tessuti e alla pelle. Puoi elevare l’area interessata per ottenere i migliori risultati.

Potenziali rischi

Rischi della terapia del calore

La terapia del calore dovrebbe utilizzare temperature “calde” invece di quelle “calde”. Se usi un calore troppo caldo, puoi bruciare la pelle. Se si ha un’infezione e si utilizza la terapia del calore, è possibile che la terapia del calore aumenti il ​​rischio di diffusione dell’infezione. Il calore applicato direttamente a un’area locale, come con gli impacchi riscaldanti, non deve essere utilizzato per più di 20 minuti alla volta.

Se si verifica un aumento del gonfiore, interrompere immediatamente il trattamento.

Se la terapia del calore non ha aiutato a ridurre il dolore o il disagio dopo una settimana, o il dolore aumenta entro pochi giorni, fissare un appuntamento per consultare il medico.

Rischi della terapia del freddo

Se non stai attento, la terapia del freddo applicata troppo a lungo o troppo direttamente può provocare danni alla pelle, ai tessuti o ai nervi.

In caso di malattie cardiovascolari o cardiache, consultare il medico prima di utilizzare la terapia del freddo.

Se la terapia del freddo non ha aiutato un infortunio o un gonfiore entro 48 ore, chiama il medico.

Porta via

Sapere quando utilizzare la terapia del freddo e quando utilizzare la terapia del calore aumenterà notevolmente l’efficacia del trattamento. Alcune situazioni richiederanno entrambi. I pazienti artritici, ad esempio, possono usare il calore per la rigidità articolare e il freddo per il gonfiore e il dolore acuto.

Se uno dei trattamenti peggiora il dolore o il disagio, interrompilo immediatamente. Se il trattamento non ha aiutato molto con l’uso regolare in pochi giorni, puoi fissare un appuntamento per vedere il tuo medico per discutere altre opzioni di trattamento.

È anche importante chiamare il medico se si sviluppano lividi o cambiamenti della pelle nel corso del trattamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here