Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Trattamenti per il cancro del rene

Trattamenti per il cancro del rene

0
17

Il cancro del rene è uno dei primi 10 tumori diagnosticati sia negli uomini che nelle donne, secondo il Società americana del cancro (ACS). L’ACS stima che ci saranno circa 79.000 nuove diagnosi di cancro al rene negli Stati Uniti nel 2022.

Esistono diversi tipi di trattamento per il cancro del rene. Il tipo di trattamento che ricevi può dipendere da una varietà di fattori, tra cui il tipo esatto di cancro, il suo stadio, la tua età e la tua salute generale.

Continua a leggere mentre analizziamo i trattamenti per il cancro del rene, come funzionano e quando vengono utilizzati.

Quali sono i trattamenti per il cancro del rene per stadio?

Dopo che un medico ha diagnosticato un cancro al rene, valuterà anche l’entità del cancro. Questo si chiama messa in scena.

Il cancro del rene di stadio 1 e 2 è quando il cancro rimane ancora localizzato nel rene. Nella fase 3, il cancro si è diffuso ai tessuti e ai linfonodi vicini. Il cancro allo stadio 4 è quando il cancro si diffonde a tessuti o organi più distanti.

Lo stadio di un cancro è uno dei tanti fattori che influenzano il trattamento del cancro del rene. Spesso, diversi tipi di trattamento vengono combinati o utilizzati uno dopo l’altro.

Per la maggior parte delle persone, la chirurgia è il trattamento principale per gli stadi da 1 a 3. La terapia mirata e l’immunoterapia sono generalmente riservate agli stadi più avanzati.

La tabella seguente aiuta a scomporre quando possono essere utilizzati determinati tipi di trattamento.

Trattamenti
Fase 1 sorveglianza attiva
ablazione
chirurgia (nefrectomia parziale o radicale)
Fase 2 chirurgia
terapia mirata
immunoterapia
Fase 3 chirurgia
terapia mirata
immunoterapia
Fase 4 chirurgia
terapia mirata
immunoterapia
radioterapia
chemioterapia

Sorveglianza attiva per il cancro del rene

Molte piccole masse renali (renali) sono a crescita lenta. Alcuni di loro sono benigni o non cancerosi. Per questi motivi, un medico può raccomandare un approccio chiamato sorveglianza attiva.

Sorveglianza attiva significa che il medico monitorerà attentamente il cancro per i segni di una crescita significativa. In genere lo fanno con la tecnologia di imaging, come ad esempio:

  • ultrasuoni
  • TAC
  • Scansione MRI

Queste valutazioni hanno generalmente luogo ogni 3-6 mesi, secondo una revisione del 2020. Se il tumore sembra ingrandirsi, è possibile avviare un’altra forma di trattamento.

La sorveglianza attiva viene in genere utilizzata per piccoli tumori, spesso negli anziani e nelle persone con una salute generale peggiore, che potrebbero non essere in grado di tollerare bene altri tipi di trattamento.

Ablazione per cancro al rene

L’ablazione comporta la distruzione delle cellule tumorali. Ciò può essere ottenuto utilizzando il freddo estremo, noto come crioablazione, o il calore, noto come ablazione a radiofrequenza.

La crioablazione viene eseguita con una sonda inserita nel tumore. Un chirurgo inserirà la sonda attraverso la pelle (percutanea) o attraverso una piccola incisione (laparoscopica). L’ablazione con radiofrequenza viene eseguita attraverso la pelle. Le sonde sono guidate mediante imaging.

La chirurgia è generalmente il trattamento locale preferito per il cancro del rene. Tuttavia, l’ablazione può essere utilizzata per tumori più piccoli che non possono essere rimossi con un intervento chirurgico, in genere a causa di altre condizioni mediche che influiscono sulla salute generale.

Chirurgia per il cancro del rene

La chirurgia può potenzialmente curare il cancro del rene che è ancora localizzato al rene. Vengono utilizzati due tipi di chirurgia:

  • Nefrectomia parziale. Una nefrectomia parziale è un intervento chirurgico che rimuove l’area del rene che contiene il cancro. Questo viene in genere fatto quando il tumore è più piccolo e di facile accesso.
  • Nefrectomia radicale. Una nefrectomia radicale rimuove l’intero rene che contiene il cancro. Spesso rimuove anche la ghiandola surrenale. Questo può essere raccomandato quando un tumore è grande o si è diffuso oltre il rene.

Se il cancro si è diffuso ai linfonodi vicini o i linfonodi vicini appaiono ingrossati o atipici, anche questi linfonodi verranno rimossi durante l’intervento chirurgico.

La chirurgia per il cancro del rene ora viene spesso eseguita con la laparoscopia. Questo utilizza strumenti chirurgici che vengono inseriti attraverso un’incisione molto piccola. Gli interventi chirurgici laparoscopici hanno generalmente un tempo di recupero più rapido rispetto agli interventi chirurgici aperti più tradizionali.

Oggi, molte nefrectomie laparoscopiche vengono eseguite con l’assistenza robotica. Una revisione del 2020 ha rilevato che questo approccio può migliorare le tecniche di dissezione e preservare una maggiore funzione renale.

A volte, il cancro del rene rimosso con un intervento chirurgico può ripresentarsi o ripresentarsi. Un piccolo studio del 2019 ha stimato che la recidiva del cancro si verifica in circa il 20% delle persone che si sottopongono a un intervento chirurgico per un cancro al rene che è ancora localizzato al rene.

Se sei ad alto rischio di recidiva, il medico può raccomandare una terapia mirata o un’immunoterapia dopo l’intervento chirurgico. Questa è chiamata terapia adiuvante.

Terapia mirata per il cancro del rene

La terapia mirata utilizza farmaci per affinare e inibire le proteine ​​che si trovano all’interno o all’interno delle cellule tumorali. Diversi tipi di farmaci terapeutici mirati possono essere utilizzati per il cancro del rene.

Uno dei modi principali in cui i farmaci terapeutici mirati agiscono contro il cancro del rene è prendendo di mira i fattori associati alla crescita dei vasi sanguigni che alimentano il tumore. I farmaci che fanno questo includono:

  • axitinib (Inlyta)
  • belzutifan (Welireg)
  • bevacizumab (Avastin)
  • cabozantinib (Cabometyx)
  • lenvatinib (Lenvima)
  • pazopanib (Votrient)
  • sorafenib (Nexavar)
  • sunitinib (Sutent)
  • trivozanib (Fotivda)

Un altro tipo di farmaco terapeutico mirato per il cancro del rene prende di mira una proteina chiamata mTOR. Questa proteina è coinvolta nella crescita e nella divisione delle cellule tumorali. Esempi di inibitori di mTOR includono everolimus (Afinitor) e temsirolimus (Torisel).

La terapia mirata viene spesso utilizzata per il cancro del rene che si è diffuso ad aree più distanti del corpo o ha metastatizzato. Viene spesso utilizzato anche per il cancro ai reni che si è ripresentato.

La terapia mirata può anche essere raccomandata come terapia adiuvante dopo l’intervento chirurgico. Le terapie adiuvanti sono trattamenti aggiuntivi utilizzati per affrontare qualsiasi cancro rimasto nel corpo dopo il primo o il trattamento primario.

UN studio 2019 ha studiato l’uso della terapia mirata rispetto alle terapie non mirate nei beneficiari di Medicare con carcinoma renale metastatico. Ha scoperto che, rispetto alle terapie non mirate, la terapia mirata ha fornito un leggero beneficio per la sopravvivenza globale.

Immunoterapia per il cancro del rene

L’immunoterapia sfrutta il sistema immunitario per combattere il cancro. Esempi di immunoterapie che possono essere utilizzate per il cancro del rene sono inibitori del checkpoint immunitario e citochine.

I checkpoint immunitari aiutano a impedire alle cellule immunitarie di attaccare le cellule sane. Gli inibitori dei checkpoint immunitari possono disattivare questi checkpoint, aiutando le cellule immunitarie a trovare e distruggere le cellule tumorali. Questi possono includere:

  • avelumab (Bavencio)
  • ipilimumab (Yervoy)
  • nivolumab (Opdivo)
  • pembrolizumab (Keytruda)

Le citochine sono proteine ​​immunitarie che possono aumentare la tua risposta immunitaria. In alcune situazioni, le versioni artificiali di queste proteine ​​possono essere utilizzate per curare il cancro ai reni. Questi includono l’interleuchina-2 (IL-2) e l’interferone-alfa.

Simile alle terapie mirate, l’immunoterapia viene spesso utilizzata per il cancro del rene che ha metastatizzato o recidiva. Può anche essere usato come terapia adiuvante dopo l’intervento chirurgico. L’immunoterapia può anche essere combinata con una terapia mirata.

UN Studio 2021 ha esaminato le persone con carcinoma renale metastatico a cellule chiare, un tipo comune di cancro del rene. I ricercatori hanno scoperto che l’immunoterapia, da sola o combinata con una terapia mirata, era associata a una migliore sopravvivenza globale rispetto alla sola terapia mirata.

Radioterapia per il cancro del rene

La radioterapia utilizza radiazioni ad alta energia per uccidere le cellule tumorali. Non può curare il cancro ai reni, ma può rallentare la crescita del cancro e alleviare alcuni sintomi.

Un medico in genere raccomanderà la radioterapia come trattamento palliativo, quando il cancro ha metastatizzato in aree come le ossa o il cervello.

La radioterapia viene somministrata utilizzando una macchina che dirige la radiazione nell’area in cui si trova il cancro. Questa è chiamata terapia con fasci esterni.

Chemioterapia per il cancro del rene

Esistono diversi tipi di cancro ai reni. Secondo l’ACS, circa 90 per cento degli individui con cancro del rene hanno un tipo di cancro chiamato carcinoma a cellule renali (RCC).

Le cellule RCC non rispondono bene alla chemioterapia, che è un tipo di trattamento del cancro che utilizza farmaci per colpire le cellule in rapida crescita. In quanto tale, la chemioterapia non viene spesso utilizzata per il cancro ai reni.

Tuttavia, alcuni tipi più rari di cancro del rene possono rispondere bene alla chemioterapia. Gli esempi includono il tumore di Wilms e il carcinoma a cellule transizionali.

La chemioterapia può anche essere presa in considerazione se il cancro del rene ha metastatizzato e i trattamenti preferiti come la terapia mirata e l’immunoterapia non sono stati efficaci.

Che tipo di medico cura il cancro ai reni?

Se hai recentemente ricevuto una diagnosi di cancro al rene, una varietà di professionisti sanitari farà parte del tuo team di assistenza.

Il tuo team includerà probabilmente un urologo, un medico specializzato nel trattamento di malattie che colpiscono il sistema urinario. Gli urologi sono anche chirurghi ed eseguono interventi chirurgici ai reni. Alcuni urologi – oncologi urologici – sono specializzati nel trattamento di tumori maligni del sistema urinario.

Il tuo team potrebbe anche includere:

  • un oncologo, un medico specializzato nel trattamento del cancro
  • un chirurgo, un medico che ha una formazione specializzata nell’esecuzione di interventi chirurgici
  • un radiologo oncologo, un medico specializzato nell’uso delle radiazioni per il trattamento del cancro
  • un radiologo, un medico specializzato nella lettura e nell’interpretazione dei risultati dell’imaging medico
  • un patologo, un medico specializzato nell’analisi di campioni di tessuto
  • fisioterapisti, che possono lavorare con te per mantenere la tua mobilità, flessibilità e forza durante il trattamento

  • professionisti della salute mentale, che possono aiutarti a far fronte mentalmente ed emotivamente agli effetti del cancro e al suo trattamento

  • infermieri e infermieri professionali, che lavoreranno a stretto contatto con i medici per amministrare e gestire le tue cure

Dove puoi trovare gruppi di supporto per il cancro del rene?

Affrontare una diagnosi e un trattamento del cancro del rene può sembrare opprimente. Le risorse seguenti possono aiutare.

  • L’ACS. L’ACS dispone di una vasta gamma di informazioni sui diversi tipi di cancro e fornisce una varietà di servizi, tra cui a Assistenza oncologica 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e un strumento di ricerca per le risorse sul cancro vicino a te.
  • La National Kidney Foundation. La National Kidney Foundation mira ad aiutare tutte le persone affette da malattie renali. Forniscono risorse informative sul cancro del rene e sulle opzioni di trattamento disponibili.
  • CancerCare. CancerCare mira a fornire servizi di supporto gratuiti ai malati di cancro. Le loro risorse per il cancro del rene includono l’accesso a consulenza, gruppi di supporto e workshop educativi.
  • Associazione per il cancro del rene. Il Associazione per il cancro del rene è un’organizzazione no-profit internazionale dedicata al servizio dei malati di cancro ai reni e dei loro caregiver. Il loro sito contiene informazioni su come trovare uno specialista e servizi di supporto.

Un’altra buona risorsa è il tuo team di assistenza. Potrebbero conoscere i servizi di supporto per il cancro o i gruppi di supporto disponibili nella tua zona, quindi assicurati di chiedere informazioni su queste risorse.

Diversi trattamenti diversi possono essere utilizzati per il cancro del rene. In alcuni casi, la chirurgia può curare il cancro ai reni che è ancora localizzato ai reni.

Tuttavia, è ancora possibile che il cancro si ripresenti dopo l’intervento chirurgico. Tuttavia, la terapia adiuvante con terapia mirata o immunoterapia può aiutare a prevenirlo.

La chirurgia può essere utilizzata anche per il cancro del rene più avanzato. Altri potenziali trattamenti possono includere la terapia mirata, l’immunoterapia e, in rari casi, la chemioterapia.

I trattamenti che riceverai per il cancro del rene dipenderanno da cose come il tipo esatto di cancro del rene, il suo stadio, la tua età e la tua salute generale. Il tuo team di assistenza terrà in considerazione tutti questi fattori quando formula raccomandazioni terapeutiche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here