Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Trattamenti complementari e alternativi per l’ictus

Trattamenti complementari e alternativi per l’ictus

0
2

Donna che riceve l'agopuntura

Comprensione dei trattamenti complementari e alternativi per l’ictus

Arterie ostruite, vasi sanguigni rotti o coaguli di sangue possono causare un ictus.

La medicina complementare e alternativa (CAM) può aiutare nella prevenzione e nel recupero dell’ictus. Esempi di trattamenti CAM includono massaggi, integratori alimentari o agopuntura per gestire lo stress.

Secondo uno studio di 50 anni sugli ictus in India, dove gli ictus sono più comuni che nei paesi occidentali, la gestione dei fattori di rischio dell’ictus era l’opzione migliore per la prevenzione. Un terzo dei partecipanti ha apportato modifiche all’istruzione e allo stile di vita per controllare i propri fattori di rischio. Questi cambiamenti si sono dimostrati il ​​modo più efficace per prevenire un altro ictus in questo gruppo.

Le prove non suggeriscono che i trattamenti CAM siano migliori dei trattamenti medici. In effetti, i trattamenti CAM non sono stati studiati così bene come le terapie standard. Quindi i trattamenti CAM non dovrebbero sostituire i trattamenti prescritti dal medico. Se pensi di avere un ictus, chiama il 911 o i servizi di emergenza locali.

Ma l’aggiunta di trattamenti CAM alla tua routine sanitaria può aiutarti a raggiungere gli obiettivi di salute. Ad esempio, può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna più velocemente.

Verificare con il proprio medico prima di provare i trattamenti CAM.

Scopri quali fattori di rischio per l’ictus sono gestibili

Un aspetto importante della prevenzione dell’ictus è capire quali fattori di rischio possono essere controllati.

I fattori di rischio incontrollabili sono:

  • età
  • Genere
  • gara
  • una storia familiare di ictus
  • una storia personale di ictus

I fattori di rischio controllabili comuni per l’ictus includono:

  • l’uso di alcol o droghe, come la cocaina
  • fumare
  • mancanza di esercizio o attività fisica
  • una dieta povera
  • un peso malsano
  • diabete
  • fatica
  • depressione
  • livelli di colesterolo malsani
  • ipertensione

Cosa mangiare

Il medico può prescrivere farmaci per abbassare il colesterolo e può raccomandare uno stile di vita sano per il cuore. Mangia o bevi regolarmente i seguenti prodotti per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di salute.

Tè nero o verde

Il tè contiene nutrienti vegetali chiamati flavonoidi, che possono aiutare a ridurre il colesterolo e la pressione sanguigna. Bere almeno 3 tazze di tè nero o verde al giorno può aiutare a ridurre il rischio di ictus. I ricercatori in uno studio hanno scoperto che le persone che bevevano questa quantità di tè verde o nero avevano molte meno incidenze di ictus ripetuto.

Il tè nero può essere particolarmente utile per la gestione del diabete. I composti del tè nero imitano gli effetti dell’insulina e impediscono all’amido di trasformarsi in zucchero.

Frutta e verdura

Frutta e verdura non fanno bene solo alla salute fisica. I ricercatori in uno studio del 2016 hanno scoperto che mangiare più frutta può aumentare la felicità e il benessere con la stessa rapidità del giorno successivo. Mangiare otto porzioni al giorno può aumentare la soddisfazione della vita e aiutare a ridurre i livelli di stress.

Melograno

Il concentrato di melograno è ricco di antiossidanti e fitosteroli, che sono steroidi vegetali che abbassano il colesterolo. Secondo l’Istituto israeliano di tecnologia, l’assunzione di concentrato di melograno con una terapia con statine a basso dosaggio o l’uso regolare di farmaci per abbassare il colesterolo può aiutare a ridurre il colesterolo. Può anche ridurre gli effetti collaterali di una statina, come il dolore muscolare.

Modi per iniziare a muoverti

Lo yoga è una buona opzione per l’esercizio a basso impatto.

Secondo l’Harvard Health Blog, i risultati della ricerca suggeriscono che lo yoga può migliorare il recupero dell’ictus, specialmente per le persone con problemi di equilibrio o paura di cadere. Lo yoga promuove movimenti fisici fluidi, respirazione migliorata e concentrazione mentale che potrebbe essere stata persa dopo un ictus.

Un altro esercizio popolare per la prevenzione e il recupero dell’ictus è il tai chi. Il tai chi è un esercizio cinese costituito da movimenti lenti e aggraziati praticati in posizione semi-accovacciata.

La ricerca del 2015 ha dimostrato che il tai chi aiuta a migliorare l’equilibrio del corpo e riduce la depressione e l’ansia. Nel 2017, molti di quegli stessi ricercatori hanno pubblicato uno studio che suggerisce che il tai chi ha un ruolo come misura protettiva contro l’ictus ischemico negli anziani.

Gestisci il tuo peso

Mantenere un peso sano e un rapporto grasso corporeo o indice di massa corporea (BMI) sano è un buon modo per gestire molti fattori di rischio per l’ictus.

Se la maggior parte del grasso corporeo di una persona si trova intorno alla vita invece che ai fianchi, ha un rischio maggiore di malattie cardiache e diabete di tipo 2. Anche le donne con girovita superiore a 35 pollici e gli uomini con girovita superiore a 40 pollici hanno un rischio più elevato di queste condizioni, secondo il National Heart, Lung, and Blood Institute (NHLBI).

L’NHLBI afferma che la perdita di peso può:

  • migliorare le letture della pressione sanguigna
  • abbassare il colesterolo
  • minor rischio di diabete di tipo 2
  • diminuire il grasso corporeo

Visita il tuo medico per scoprire il tuo peso sano ideale.

Non stressarti

Secondo l’American Heart Association (AHA), alti livelli di stress sono legati a un rischio significativamente maggiore di ictus. Impara le tecniche di rilassamento per ridurre la tensione nella mente e nel corpo.

Massaggi

I massaggi possono aiutare ad aumentare il flusso sanguigno nell’area interessata, soprattutto per i problemi muscolari legati all’ictus. In uno studio, i massaggi hanno diminuito il dolore, aumentato la salute e migliorato il movimento dopo l’ictus.

Alcuni studi in Cina hanno anche scoperto che i trattamenti di contropulsazione esterna (ECP) potrebbero incoraggiare il recupero nelle persone che hanno avuto un ictus ischemico.

I trattamenti ECP comportano l’avvolgimento dei polsini attorno ai fianchi, alle cosce e ai polpacci. Questi polsini si gonfiano e si sgonfiano, creando una sensazione simile a un massaggio e aiutando il flusso di sangue al cervello.

I ricercatori del SH Ho Cardiovascular Disease and Stroke Center di Hong Kong hanno scoperto che i trattamenti ECP di un’ora per 35 giorni hanno aumentato la pressione sanguigna del 13%, la funzione cardiaca del 74% e il flusso sanguigno al cervello del 9%.

Altre tecniche

Altri modi in cui puoi rilassarti includono:

  • aromaterapia
  • hobby divertenti, come leggere o giocare a giochi da tavolo
  • dialogo interiore positivo
  • meditazione
  • riposarsi a sufficienza

Benefici dell’agopuntura

L’agopuntura prevede che un professionista inserisca piccoli aghi in punti specifici del corpo. È noto per alleviare il dolore e gestire altri problemi muscolari colpiti da ictus. Una terapia simile è la digitopressione, che utilizza la pressione invece degli aghi sugli stessi punti dell’agopuntura.

Non ci sono prove scientifiche sufficienti sull’efficacia dell’agopuntura per la prevenzione dell’ictus. Ma alcuni ricerca ha rivelato miglioramenti generali nella qualità della vita delle persone, compresi gli effetti positivi sulla mobilità.

L’agopuntura è considerata sicura quando viene applicata da un professionista esperto e autorizzato.

Controlla le certificazioni del tuo agopuntore se sei interessato a questa terapia. Un agopuntore autorizzato avrà una certificazione di Master in Agopuntura, Master in Agopuntura e Medicina Orientale o Dottore in Medicina Orientale. Cerca anche il titolo di agopuntore autorizzato (LAc). Gli agopuntori autorizzati hanno la formazione e le competenze per utilizzare l’agopuntura per problemi di salute, come:

  • alcune malattie croniche
  • dolore
  • riabilitazione
  • muscoli feriti

Puoi controllare la certificazione del tuo medico cercando la loro iscrizione all’American Academy of Medical Acupuncturists (AAMA) o all’American Board of Medical Acupuncture (ABMA).

Aumenta la prevenzione o il recupero

Si suggerisce che alcune vitamine o integratori possano aiutare con fattori di rischio come il colesterolo alto e danni ai vasi sanguigni. Tuttavia, sono ancora necessari studi rigorosi per supportare tali affermazioni.

Alcuni integratori possono causare effetti collaterali negativi se usati con determinati farmaci. Verificare con il proprio medico prima di assumere integratori nutrizionali o erboristici extra.

Vitamine e sostanze nutritive

Esistono poche prove scientifiche che indicano che gli integratori possono prevenire direttamente l’ictus. Ma alcune ricerche suggeriscono che possono aiutare a ridurre il rischio e migliorare il recupero. Potresti trarre vantaggi dall’assunzione di quanto segue:

  • Acido folico, vitamina B-6 e vitamina B-12. Alcune vitamine del gruppo B potrebbero aiutare ad abbassare i livelli dell’amminoacido omocisteina. Alti livelli di omocisteina sono associati a un aumentato rischio di ictus.
  • Betaina. Ricerca mostra che l’aminoacido betaina può abbassare i livelli di omocisteina.
  • Vitamina C. Questa vitamina può aiutare a riparare i danni ai vasi sanguigni e ridurre l’accumulo di placca nelle arterie.
  • Vitamina D. Gli integratori di questa vitamina possono essere utili perché bassi livelli di vitamina D sono associati ad un aumentato rischio di ictus che bloccano le arterie, specialmente nelle persone con pressione alta.
  • Vitamina E. L’assunzione di integratori di vitamina E può aiutare con disturbi della memoria.
  • Acidi grassi omega-3. In generale, gli acidi grassi omega-3 possono migliorare i livelli di colesterolo. Un tipo di acido grasso omega-3, l’acido alfa-lipoico (ALA), può anche prevenire il danno cellulare, secondo uno studio condotto sui ratti.
  • Magnesio. Il magnesio minerale può abbassare la pressione sanguigna, secondo uno studio sulla rivista Hypertension.

L’AHA raccomanda di assumere vitamine e sostanze nutritive principalmente attraverso il cibo piuttosto che gli integratori.

Integratori a base di erbe

Gli integratori a base di erbe sono una scelta popolare per le persone che preferiscono i rimedi naturali. I seguenti integratori a base di erbe possono migliorare la circolazione sanguigna nel cervello e aiutare a prevenire un altro ictus:

  • Ashwagandha. Conosciuto anche come ginseng indiano, l’ashwagandha ha proprietà antiossidanti che possono prevenire e curare l’ictus. Uno studio del 2015 ha esplorato il suo effetto sui topi.
  • Mirtillo. Questa bacca può migliorare il colesterolo e abbassare lo zucchero nel sangue.
  • Aglio. Prevenire la coagulazione del sangue e distruggere la placca sono due potenziali benefici dell’aglio.
  • Ginseng asiatico. Un alimento base della medicina cinese, si dice che il ginseng asiatico migliori la memoria.
  • Centella asiatica. Questa erba ha dimostrato di aumentare la funzione cognitiva nelle persone che hanno avuto ictus.
  • Curcuma. Una spezia, la curcuma, può abbassare i livelli di colesterolo e aiutare a prevenire i blocchi nelle arterie.

Dovrai evitare questi integratori se stai assumendo warfarin (Coumadin), aspirina o altri farmaci per fluidificare il sangue. Assottigliano ancora di più il tuo sangue. Chiedi sempre al tuo medico prima di prendere qualsiasi integratore aggiuntivo.

Il cibo da asporto

L’utilizzo di trattamenti CAM per gestire i fattori di rischio controllabili può essere utile per la prevenzione e il recupero dell’ictus. Insieme a importanti cambiamenti nello stile di vita, trattamenti come l’agopuntura o gli integratori possono fare la differenza.

Questi trattamenti non dovrebbero sostituire i trattamenti medici o chirurgici, ma hanno il potenziale per aiutarti a raggiungere determinati obiettivi di salute, come l’abbassamento della pressione sanguigna. Informi il medico se stai considerando trattamenti CAM. Alcuni trattamenti possono interagire negativamente con i farmaci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here