Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Trattamenti alternativi per disturbi alimentari

Trattamenti alternativi per disturbi alimentari

0
3

Panoramica

I trattamenti per un disturbo alimentare dipendono da molti fattori. La situazione attuale della persona e il disturbo alimentare specifico che sta vivendo di solito costituiscono la maggior parte di qualsiasi piano prescritto dal medico. Anche la tua dedizione alla guarigione e la tua storia personale con i disturbi alimentari sono importanti.

Nella maggior parte dei casi, il medico consiglierà una combinazione di trattamenti, inclusa la consulenza individuale o di gruppo e farmaci. Alcune persone trovano trattamenti alternativi come un utile impulso alle terapie più tradizionali consigliate dal loro medico.

Molte persone con disturbi alimentari trovano questi trattamenti utili per migliorare la loro condizione. Continua a leggere per scoprire quali terapie alternative le persone hanno utilizzato nel loro percorso di recupero.

Quali trattamenti alternativi possono aiutare?

Discuti prima con il tuo team sanitario di eventuali terapie alternative che desideri provare. Il tuo medico può aiutarti a valutare i benefici e i rischi. Potrebbero anche voler supervisionare i tuoi trattamenti alternativi per identificare eventuali effetti collaterali o potenziali problemi.

Terapia di consapevolezza del corpo

Questo studio suggerisce che la terapia di base per la consapevolezza del corpo è uno strumento terapeutico. La terapia di consapevolezza del corpo è un programma che si concentra sulla consapevolezza del movimento di qualità. Dopo aver subito il trattamento, le persone con anoressia, bulimia e disturbi alimentari non specificati hanno riportato una riduzione del corpo e della consapevolezza di sé. Molti dei trattamenti elencati di seguito aiutano anche con la consapevolezza del corpo.

Yoga

Lo yoga può aiutare a ridurre i livelli di stress e portare a un pensiero più chiaro. Lo yoga è un esercizio a basso impatto con movimenti lenti che aiutano le persone a diventare più “in sintonia” con il proprio corpo. Uno studio ha visto che le donne hanno riportato cambiamenti significativi in:

  • sentimenti positivi e senso di benessere
  • meno auto-oggettivazione
  • un’immagine del corpo più positiva
  • meno cattive abitudini alimentari

Questo studio è stato effettuato rispetto alle donne che non praticavano lo yoga.

Agopuntura

L’agopuntura è una forma di medicina tradizionale cinese. Un agopuntore inserisce aghi sottili e sterili in punti specifici del corpo. L’obiettivo è migliorare la tua salute generale. La ricerca mostra che l’incorporazione di diverse sessioni di agopuntura insieme ai trattamenti esistenti per i disturbi alimentari può migliorare significativamente:

  • sintomi di depressione
  • salute fisica
  • salute mentale
  • senso di controllo e supporto sociale

Alcune persone preferiscono l’agopuntura perché è un trattamento senza farmaci.

Terapia di rilassamento

Ottenere un massaggio può aiutare a migliorare la tua visione personale della vita e portare ad atteggiamenti più positivi verso il recupero. La massoterapia può aumentare i livelli di serotonina e dopamina. Riduce anche i livelli di depressione, ansia e stress.

In uno studia, le donne con anoressia nervosa hanno ricevuto massoterapia due volte a settimana per cinque settimane. Dopo le loro sessioni, avevano:

  • ormoni dello stress inferiori
  • diminuisce l’insoddisfazione del corpo
  • aumento dei livelli di dopamina e noradrenalina

Potrebbero esserci benefici simili anche da altre terapie di rilassamento come l’aromaterapia o la meditazione. Uno studio ha scoperto che la meditazione consapevole può:

  • ridurre le emozioni e le abbuffate
  • aumentare l’autoaccettazione
  • migliorare la consapevolezza dei segnali di fame del tuo corpo
  • aiutare con ansia, dipendenza e gestione del dolore

I dati per la perdita di peso da questa pratica calmante non sono coerenti. Questo perché la perdita di peso dipende da altri fattori.

Biofeedback

Per alcune persone, vedere le prove cliniche e scientifiche dei loro sforzi può portare a risultati ancora più positivi.

In uno studio pilota, persone con vari disturbi alimentari hanno trovato utile il biofeedback della variabilità della frequenza cardiaca (HRV).

Risultati di HRV
Ansia fortemente diminuita 47 per cento
Ansia leggermente diminuita 35 per cento
Neutro 17 per cento

Il biofeedback HRV incoraggia la respirazione meditativa lenta visualizzando la frequenza cardiaca come un’onda su un display digitale. Potrebbero essere necessarie ulteriori prove per dimostrare l’efficacia del biofeedback.

Costruire abitudini di vita per raggiungere il tuo obiettivo

Una parte importante del recupero da un disturbo alimentare è imparare a mantenere una salute generale migliore. Incorporare abitudini e scelte di vita sane può aiutare a gestire un disturbo alimentare.

Questi passaggi possono includere:

  • praticare la cura di sé come esercizio fisico regolare, mantenere i pasti e dormire
  • attenersi al piano di trattamento
  • impegnarsi in attività sociali con amici e familiari
  • leggere libri di auto-aiuto
  • non concentrandosi sulla bilancia o sullo specchio

Dove puoi trovare supporto?

Cerca professionisti

Un medico, un terapista o altri professionisti sanitari possono aiutare te o qualcuno che conosci a stabilire nuove routine. Possono anche fare riferimento ad altre risorse e servizi della comunità per informazioni e supporto.

Se non riesci a trovare il dietista giusto, le risorse online possono aiutarti a sviluppare un piano alimentare sano. Un sito web gratuito, “Chiedi al dietista”, della dietista registrata Joanne Larsen aiuta a costruire un piano alimentare sano.

Contatta gli altri

Parlare con altre persone che stanno affrontando situazioni simili può aiutare te o qualcuno che conosci a rimanere motivato. Può anche fornire un luogo a cui rivolgersi in caso di domande sulla condizione o sul trattamento.

Leggi le esperienze di altre persone con i disturbi alimentari qui »

Alcune persone trovano i social media come una forma di ispirazione. Permette loro di tenere un diario delle loro esperienze in modo da mantenersi responsabili. Anche l’inserimento di un diario online attraverso i forum giusti può essere utile. Ti consente di raggiungere le persone che affrontano sfide simili e ottenere suggerimenti su come superarle.

Costruisci il tuo supporto attraverso l’educazione ai media

Ma senza gli strumenti giusti per analizzare questi messaggi mediatici, in particolare i contenuti trovati sui social media, le persone spesso arrivano a conclusioni sbagliate. Uno studio ha rilevato che alcune donne che hanno pubblicato su Instagram foto di “ispirazione adatta” – si tratta di immagini di corpi in forma fisica con messaggi di perseveranza e tenacia – hanno ottenuto punteggi più alti per:

  • magrezza
  • bulimia
  • esercizio compulsivo
  • rischio di disturbo alimentare clinico

È importante per chiunque abbia un disturbo alimentare informarsi sui ruoli pervasivi che i media ei suoi inserzionisti svolgono nel rafforzare le immagini del corpo perfette. Comprendere questo fenomeno è diventare media literate. Questo è quando impari a pensare in modo critico alle immagini che vedi e capisci che non sono necessariamente realistiche.

Una revisione ha rilevato che le terapie basate sulle informazioni, cognitivo-comportamentali e psicoeducative erano meno efficaci per migliorare l’immagine corporea e i problemi alimentari negli studenti universitari.

Ma la stessa recensione ha suggerito che l’alfabetizzazione mediatica può contrastare questi risultati. Ha aggiunto che le pratiche per ridurre il rischio di disturbi alimentari, comprese le attività di educazione sanitaria, sono fondamentali per aiutare gli studenti universitari a sviluppare immagini positive per il corpo e abitudini alimentari sane.

Puoi visitare Media Smarts per una serie di domande chiave che ti aiuteranno a guardare i media con un occhio critico.

Il cibo da asporto

Nessuna terapia alternativa è efficace quanto i trattamenti tradizionali quando si tratta di disturbi alimentari. Ma alcune persone trovano utili le terapie alternative.

Trattamenti alternativi come la terapia della consapevolezza del corpo possono migliorare il senso generale di autostima di una persona. Lo yoga e il massaggio possono anche aiutare a ridurre i livelli di stress, ansia e depressione.

Potresti anche condividere il tuo piano di trattamento con la tua famiglia e i tuoi amici. Una rete di persone che credono in te può fare un’enorme differenza nel processo di recupero.

Parla con il tuo medico prima di iniziare una nuova terapia. Possono aiutarti a valutare i potenziali benefici e gestire gli effetti collaterali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here