Toshiba lancia il primo disco rigido CMR da 14 TB al mondo

0
13
Toshiba lancia il primo disco rigido CMR da 14 TB al mondo
Toshiba lancia il primo disco rigido CMR da 14 TB al mondo

Di recente, la multinazionale giapponese Toshiba ha appena annunciato il lancio del suo primo HDD da 14 TB al mondo con registrazione magnetica convenzionale. E questi dischi rigidi saranno caratterizzati dall’utilizzo di un massimo di nove piatti interni e dall’utilizzo dell’EMR come metodo di registrazione dei dati.

Toshiba lancia il primo disco rigido CMR da 14 TB al mondo

Toshiba Electronics Devices & Storage Corporation ha appena annunciato il lancio della sua nuova serie di dischi rigidi ad alta capacità MG07ACA. Questi dischi rigidi saranno caratterizzati dall’utilizzo di un massimo di nove piatti interni e dall’utilizzo dell’EMR come metodo di registrazione dei dati e non solo che anche questi nuovi dischi rigidi saranno riempiti di elio per ridurre al minimo l’attrito quando vogliono i piatti.

Sebbene i dischi rigidi a stato solido (SSD) stiano diventando sempre più diffusi in quasi tutti gli aspetti dell’informatica, ciò è vero solo quando si tratta di elaborazione a livello di utente. Quando si parla di tecnologia dell’informazione a livello aziendale, la realtà è ben diversa.

In questi casi prevale la capacità interna del dispositivo, non tanto la sua velocità di archiviazione. Sì, certo, è molto meglio che il disco sia il più veloce possibile. Ma è più importante che tu possa archiviare la maggior quantità di dati, al prezzo più basso possibile. E se la sua manutenzione è più facile, sarà molto meglio.

È in quest’area che Toshiba, un conglomerato multinazionale giapponese, ha appena presentato il suo nuovo disco rigido MG07ACA. Queste nuove unità utilizzeranno semplicemente il metodo di registrazione convenzionale Recording (CMR). E il suo utilizzo è principalmente orientato ai server di tipo business e al cloud, dove è necessario avere una grande capacità di storage.

Il nuovo MG07ACA avrà due versioni disponibili, sì, i nuovi modelli che il conglomerato multinazionale giapponese Toshiba ha appena introdotto raggiungeranno il mercato in due capacità di stoccaggio: –

  • Il primo modello che avrà 12 TB di capacità di archiviazione interna formata da otto piatti.
  • Il secondo modello avrà 14 TB di capacità di archiviazione interna composta da nove piatti.

In entrambi i casi, l’interno dei dischi sarà riempito di elio. Come abbiamo già accennato in precedenza e sappiamo tutti benissimo che l’elio è un gas nobile che ha pochissima resistenza all’attrito. Ciò significa che i dischi all’interno del disco rigido si spostano di più e facilmente. Ridondanza in una maggiore longevità del dispositivo e in un minor consumo al momento del funzionamento.

Il motivo per cui il conglomerato multinazionale giapponese Toshiba ha scelto il sistema CMR per i suoi nuovi dischi è perché, in questo momento l’industria si trova in un periodo di transizione tra questo metodo di registrazione magnetica e l’SMR (Shingled Magnetic Recording). E mancano ancora pochi anni perché proprio quest’ultimo metodo finisca per imporsi all’interno del settore.

Pertanto, questo metodo di registrazione è ancora valido nel settore. E la cosa normale è che continuano a pubblicare nuovi modelli per questo, a parte i nuovi modelli che utilizzano questo nuovo metodo di registrazione.

Allora, cosa ne pensi di questi due nuovi hard disk del conglomerato multinazionale giapponese Toshiba? Condividi semplicemente tutte le tue opinioni e pensieri nella sezione commenti qui sotto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here