Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Test di diffusione polmonare

Test di diffusione polmonare

0
6

Che cos’è il test di diffusione polmonare?

Dall’asma alla broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), ci sono una varietà di condizioni che possono influenzare i polmoni. Il respiro sibilante o la mancanza di respiro generale possono essere segni che i polmoni non funzionano esattamente come dovrebbero. Se manifesti segni di problemi polmonari, il medico può prescriverti dei test per valutare la funzionalità polmonare.

Uno di questi test è un test di diffusione polmonare. Un test di diffusione polmonare viene utilizzato per esaminare il modo in cui i polmoni elaborano l’aria. Insieme ad altri test, può aiutare il medico a determinare se il tuo sistema respiratorio funziona correttamente ed efficacemente. Può anche essere noto come capacità di diffusione del polmone per il test del monossido di carbonio (DLCO).

Cos’è la diffusione polmonare?

Il test di diffusione polmonare è progettato per testare quanto bene i polmoni consentono all’ossigeno e all’anidride carbonica di entrare e uscire dal sangue. Questo processo è chiamato diffusione.

Quando respiri, inali aria contenente ossigeno attraverso il naso e la bocca. Quest’aria viaggia lungo la trachea, o trachea, e nei polmoni. Una volta nei polmoni, l’aria viaggia attraverso una serie di strutture sempre più piccole chiamate bronchioli. Alla fine raggiunge minuscole sacche chiamate alveoli.

Dagli alveoli, l’ossigeno dell’aria che respiri entra nel tuo sangue nei vasi sanguigni vicini. Questo è un processo chiamato diffusione dell’ossigeno. Una volta che il sangue è ossigenato, trasporta l’ossigeno in tutto il corpo.

Un’altra forma di diffusione si verifica quando il sangue contenente anidride carbonica torna ai polmoni. L’anidride carbonica si sposta dal tuo sangue agli alveoli. Viene quindi espulso tramite espirazione. Questo è un processo chiamato diffusione di anidride carbonica.

Il test di diffusione polmonare può essere utilizzato per analizzare sia la diffusione dell’ossigeno che dell’anidride carbonica.

Qual è lo scopo del test di diffusione polmonare?

I medici in genere utilizzano i test di diffusione polmonare per valutare le persone che hanno malattie polmonari o per aiutare a diagnosticare tali malattie. Una corretta valutazione e diagnosi è essenziale per fornire il trattamento ottimale.

Se si mostrano sintomi di malattia polmonare, è possibile utilizzare il test di diffusione polmonare per analizzare il funzionamento dei polmoni. Inoltre, se ti stai sottoponendo a un trattamento per una malattia polmonare, il tuo medico può prescriverti questo test di tanto in tanto per monitorare i progressi della malattia e l’efficacia del trattamento.

Come devo prepararmi per un test di diffusione polmonare?

Prima del test, il medico potrebbe chiederti di eseguire alcuni passaggi per prepararti a un test di diffusione polmonare. Ti potrebbe essere chiesto di:

  • evitare di usare un broncodilatatore o altri farmaci per inalazione prima del test
  • evitare di mangiare una grande quantità di cibo prima del test
  • evitare di fumare per diverse ore prima del test

Cosa devo aspettarmi durante un test di diffusione polmonare?

Nella maggior parte dei casi, un test di diffusione polmonare prevede i seguenti passaggi:

  1. Un boccaglio verrà posizionato intorno alla bocca. Si adatterà perfettamente. Il medico posizionerà dei fermagli sul naso per impedirti di respirare attraverso le narici.
  2. Prenderai una boccata d’aria. Quest’aria conterrà una piccola e sicura quantità di monossido di carbonio.
  3. Tratterrai quest’aria per un conteggio di 10 o giù di lì.
  4. Espirerai rapidamente l’aria che trattieni nei polmoni.
  5. Quest’aria verrà raccolta e analizzata.

Ci sono rischi associati a un test di diffusione polmonare?

Il test di diffusione polmonare è una procedura molto sicura e semplice. Un test di diffusione polmonare non comporta alcun rischio serio. È una procedura rapida e non dovrebbe causare alla maggior parte delle persone alcun dolore o disagio significativo.

Molto probabilmente, non si verificheranno effetti collaterali negativi al termine del test.

Cosa significano i risultati del mio test?

Questo test esamina la quantità di un certo gas che inspiri e quanto è presente nell’aria che espiri. Di solito, il laboratorio utilizza il monossido di carbonio, o un altro gas “tracciante”, per determinare la capacità dei polmoni di diffondere i gas.

Il laboratorio prenderà in considerazione due cose quando determinerà i risultati del test: la quantità di monossido di carbonio che hai inalato originariamente e la quantità che hai espirato.

Se c’è molto meno monossido di carbonio nel campione espirato, significa che una grande quantità di gas è stata diffusa dai polmoni nel sangue. Questo è un segno di una robusta funzione polmonare. Se la quantità nei due campioni è simile, la capacità di diffusione dei polmoni è limitata.

I risultati dei test sono variabili e ciò che è considerato “normale” varia da persona a persona. Il medico dovrà considerare una serie di fattori per decidere se i risultati del test suggeriscono problemi con la funzione polmonare, tra cui:

  • indipendentemente dal fatto che tu abbia o meno l’enfisema
  • che tu sia un uomo o una donna
  • della tua età
  • la tua razza
  • la tua altezza
  • la quantità di emoglobina nel sangue

In generale, il medico confronterà la quantità di monossido di carbonio che si aspettano che espiri con la quantità di monossido di carbonio che effettivamente espiri.

Se espiri dal 75 al 140 percento della quantità prevista, i risultati del test potrebbero essere considerati normali. Se espiri tra il 60 e il 79 percento della quantità prevista, la tua funzione polmonare può essere considerata leggermente ridotta. Un risultato del test inferiore al 40 percento è un segno di una funzione polmonare gravemente ridotta, con un risultato inferiore al 30 percento che ti rende idoneo ai benefici di invalidità della previdenza sociale.

Cosa causa risultati anomali dei test?

Se il tuo medico determina che i tuoi polmoni non stanno diffondendo gas al livello che dovrebbero, le cause possono essere molteplici. Le seguenti condizioni possono portare a risultati anormali:

  • asma
  • enfisema
  • ipertensione polmonare o ipertensione nelle arterie dei polmoni

  • sarcoidosi o infiammazione dei polmoni

  • perdita di tessuto polmonare o gravi cicatrici
  • corpo estraneo che ostruisce le vie aeree
  • problemi con il flusso sanguigno arterioso
  • embolia polmonare (EP) o un’arteria ostruita nel polmone

  • emorragia polmonare

Quali altri test di funzionalità polmonare potrebbero essere eseguiti?

Se il medico sospetta che i tuoi polmoni non funzionino correttamente, potrebbe prescriverti diversi test oltre al test di diffusione polmonare. Uno di questi test è la spirometria. Questo misura la quantità di aria che inspiri e la velocità con cui puoi espirarla. Un altro test, la misurazione del volume polmonare, determina le dimensioni e la capacità dei polmoni. È anche chiamato test di pletismografia polmonare.

I risultati combinati di questi test possono aiutare il medico a capire cosa c’è che non va e quali misure possono essere intraprese per alleviare i sintomi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here