Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Test di assorbimento di iodio radioattivo

Test di assorbimento di iodio radioattivo

0
4

Che cos’è un test di assorbimento dello iodio radioattivo?

Un assorbimento di iodio radioattivo (RAIU) è uno dei due tipi di scansioni utilizzate per diagnosticare le malattie della tiroide. L’altro è chiamato scansione della tiroide. Un RAIU mostra come funziona la tua tiroide. Una scansione della tiroide mostra le dimensioni, la forma e la posizione della ghiandola.

Il medico può raccomandare una scansione RAIU se si hanno sintomi di tiroide iperattiva, analisi del sangue che indicano una tiroide iperattiva o una ghiandola tiroidea ingrossata. La RAIU può fornire preziose informazioni per la diagnosi e il trattamento. In alcuni casi, il medico può raccomandare di sottoporsi anche a una scansione della tiroide insieme a un RAIU.

Come funziona la RAIU

La tiroide è una ghiandola del collo che controlla il metabolismo del corpo. Lo fa producendo un ormone chiamato tiroxina (T4) in risposta a un ormone ipofisario chiamato ormone stimolante la tiroide (TSH). La ghiandola tiroidea assorbe lo iodio dal corpo per produrre T4.

Come parte della RAIU, ti verrà somministrata una pillola o un liquido contenente iodio radioattivo. La scansione mostrerà quanto di questo iodio radioattivo viene assorbito dalla tiroide. Questa è una misura del funzionamento della tiroide.

Rischi del test

La dose di radiazioni in questo test è piccola e non è associata ad alcun effetto collaterale pericoloso. Tuttavia, come misura precauzionale aggiuntiva, il test non è raccomandato per le donne in gravidanza o in allattamento. Ci sono potenziali rischi nell’esposizione di un feto o bambino a materiale radioattivo. Informa il tuo medico se c’è la possibilità che tu possa essere incinta o se stai allattando. Il medico può utilizzare altri mezzi, come esami del sangue ed esami fisici, per monitorare le sue condizioni.

Informi il medico se si è allergici allo iodio o ai crostacei (le allergie ai crostacei possono essere dovute allo iodio contenuto in essi). Ciò potrebbe interferire con la tua capacità di sostenere questo test.

Prepararsi per il test

Potrebbe esserti chiesto di interrompere l’assunzione di medicinali, integratori o alimenti (compresi quelli contenenti iodio, come sale iodato, alghe, alghe e crostacei) che potrebbero interferire con il test. Alcuni cibi preparati e pasti da asporto possono essere ricchi di sale iodato. Alcune vitamine e integratori alimentari contengono anche iodio (come multivitaminici e integratori che offrono supporto alla tiroide). Inoltre, alimenti e farmaci da banco contenenti colorante rosso possono contenere iodio. Dovrai evitare tutti questi prodotti per una settimana prima della scansione RAIU.

Alcuni farmaci possono aumentare la quantità di iodio assorbita dalla tiroide. Questi includono:

  • barbiturici
  • estrogeni
  • litio
  • TSH
  • antistaminici
  • farmaci antitiroidei
  • corticosteroidi
  • Soluzione di Lugol (antisettico a base di iodio)
  • nitrati
  • soluzione satura di ioduro di potassio
  • farmaci per la tiroide
  • tolbutamide

Il medico potrebbe parlarti della sospensione temporanea di questi farmaci prima della scansione.

Informi il medico se ha avuto altri raggi X con contrasto a base di iodio nelle ultime due settimane. Ciò può influenzare i risultati della scansione. Inoltre, informa il tuo medico se hai avuto recentemente la diarrea poiché potrebbe influire sulla tua capacità di assorbire lo iodio.

Ti verrà chiesto di digiunare per otto ore prima del test e potresti aver bisogno di esami del sangue per vedere come funziona la tua tiroide durante il periodo della scansione.

Fare il test

Ti verrà data una pillola o un liquido contenente iodio radioattivo. Ci vorrà del tempo prima che lo iodio raggiunga il tuo sistema in modo che la tua tiroide possa assorbirlo.

Ti sarà permesso di mangiare di nuovo in un’ora o due dopo aver ingerito lo iodio radioattivo. Tuttavia, fino al termine del test, dovrai seguire le stesse restrizioni dietetiche che hai seguito in preparazione per il test.

Ti verrà chiesto di tornare al centro di test a determinati intervalli (di solito sei e 24 ore dopo aver ingerito lo iodio radioattivo). A questo punto, ti verrà chiesto di sederti e il tecnico posizionerà un dispositivo chiamato sonda gamma sulla ghiandola tiroidea (all’esterno del collo). Non c’è dolore. Ogni scansione richiede solo cinque minuti circa, anche se ti potrebbe essere chiesto di sederti per ulteriori immagini se le prime non sono chiare.

La sonda gamma misura la quantità di iodio radioattivo assorbita dalla tiroide al momento della scansione.

Espellerai lo iodio radioattivo nelle urine per 24-48 ore dopo il test. La quantità di iodio radioattivo utilizzata in una scansione RAIU è così piccola che non sarà necessario prendere alcuna precauzione.

Cosa significano i tuoi risultati

I risultati della tua scansione saranno analizzati nel contesto del tuo esame del sangue e degli altri test che hai avuto (inclusa una scansione della tiroide, se ne hai avuto uno).

La tua tiroide ha trattenuto meno iodio di quanto ci si aspetterebbe se il livello di radioattività nella tiroide fosse anormalmente basso. In generale, questo significa che la tua tiroide si è infiammata e non trattiene o non produce correttamente T4.

La tua tiroide sta assorbendo più iodio di quanto ci si aspetterebbe se il livello di radioattività nella tiroide fosse alto. Ciò significa che stai producendo troppo T4 e che la tua tiroide è iperattiva. In altre parole, hai ipertiroidismo. Le cause più probabili sono una malattia autoimmune della tiroide chiamata malattia di Graves o noduli tiroidei iperattivi. Questi grumi nella tiroide possono crescere e aumentare la produzione totale di ormone tiroideo nel sangue). Il tuo medico discuterà con te come procedere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here