Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Terapia Stelara per il trattamento della malattia di Crohn

Terapia Stelara per il trattamento della malattia di Crohn

0
2

Stelara (ustekinumab) è un farmaco biologico su prescrizione approvato dalla FDA.

È usato per trattare alcune condizioni autoimmuni, incluso il morbo di Crohn da moderato a grave negli adulti dai 18 anni in su.

Come funziona Stelara nel trattamento della malattia di Crohn?

Stelara è una terapia biologica di prima classe. I farmaci biologici provengono da fonti naturali, come le cellule viventi di persone, piante, animali e microrganismi.

I biologici possono avere successo nel trattamento di condizioni mediche che non rispondono bene ad altri trattamenti. Sono anche usati per condizioni che non hanno altra forma di trattamento.

Stelara è usato per trattare:

  • morbo di Crohn da moderato a grave
  • psoriasi da moderata a grave
  • artrite psoriasica
  • colite ulcerosa attiva da moderata a grave

Stelara funziona in modo diverso rispetto ad altri farmaci, inclusi altri farmaci biologici usati per trattare il Crohn.

Stelara si lega a due piccole proteine ​​(citochine) che hanno lo scopo di supportare la risposta immunitaria del corpo. Nelle persone con Crohn, i livelli di queste citochine sono elevati, causando un’infiammazione a lungo termine. Bloccando queste citochine, Stelara riduce l’infiammazione nel tratto gastrointestinale.

Se hai il Crohn, potresti dover provare diversi tipi di farmaci prima di trovare quello migliore per te. Stelara di solito non è il primo farmaco usato per trattare il Crohn.

Altri trattamenti che il medico può raccomandare prima includono steroidi, come il prednisone, o farmaci immunomodulatori. Possono essere provati anche altri farmaci biologici usati per trattare il Crohn, come gli inibitori del TNF-alfa o gli bloccanti delle integrine.

Cosa aspettarsi durante il trattamento

La prima volta che riceverà Stelara, verrà somministrato tramite un’infusione endovenosa presso uno studio medico o una clinica. La quantità data nella prima dose sarà determinata dal tuo peso.

Dopo la prima dose endovenosa, prendi Stelara come iniezione a casa. Puoi autoiniettarti o farti aiutare da un amico o una persona cara.

Stelara viene fornito in una siringa preriempita con una parte superiore dello stantuffo. Indipendentemente dalla dose di infusione iniziale, le dosi in corso saranno di 90 milligrammi. Non è necessaria alcuna misurazione.

Il cappuccio dell’ago sulla siringa contiene lattice, quindi assicurati di informare un operatore sanitario se soffri di allergia al lattice.

Stelara può essere iniettato in uno qualsiasi di questi siti:

  • coscia anteriore superiore
  • natiche
  • addome, ad eccezione di un raggio di 2 pollici attorno all’ombelico
  • braccio superiore esterno

Prima di iniettare, controllare sempre la data di scadenza sulla confezione. Dovresti anche ispezionare il liquido nella siringa. Il colore dovrebbe variare da limpido a giallo pallido. Può contenere alcune piccole particelle bianche. Se il liquido è torbido, congelato, giallo scuro o contiene particelle di grandi dimensioni, non utilizzarlo.

Trovare il giusto dosaggio

Stelara viene solitamente prescritto per l’autoiniezione una volta ogni 8 settimane.

Tuttavia, tu e il tuo medico potreste decidere di aver bisogno di dosi più frequenti per alleviare i sintomi o per la remissione. La quantità di Stelara che ricevi per dose non cambia. Solo il tempo tra le iniezioni può variare, in base alla risposta al farmaco.

UN Studio retrospettivo multicentrico 2020 ha dimostrato che ridurre il tempo tra i trattamenti a una volta ogni 4 o 6 settimane può essere utile per alcune persone che non rispondono al programma di dosaggio di 8 settimane. Ridurre il tempo tra i trattamenti era sicuro, oltre che efficace.

Quali sono i rischi e gli effetti collaterali dell’assunzione di Stelara?

Poiché colpisce il sistema immunitario, Stelara può rendere più difficile combattere le infezioni. Può anche aumentare il rischio di contrarre un’infezione.

I farmaci biologici, incluso Stelara, possono avere determinati rischi ed effetti collaterali. Tu e un operatore sanitario potete decidere se i benefici di Stelara superano i potenziali rischi.

Alcuni di questi potenziali rischi ed effetti collaterali includono:

  • infezioni gravi, inclusa la tubercolosi
  • infezioni causate da virus, funghi o batteri
  • alcuni tipi di cancro, compreso il cancro della pelle
  • gravi reazioni allergiche agli ingredienti di Stelara, inclusa l’anafilassi
  • sindrome da encefalopatia posteriore reversibile (PRES)
  • infiammazione polmonare

Poiché indebolisce il sistema immunitario, tu e le persone con cui vivi non dovreste ricevere alcun vaccino vivo. Parla con un operatore sanitario dei vaccini di cui tu e gli altri membri della tua famiglia potreste aver bisogno prima di iniziare il trattamento.

Inoltre, informa il tuo medico se sei incinta, stai pianificando una gravidanza o stai allattando.

Cos’è la malattia di Crohn?

La malattia di Crohn è un tipo di malattia infiammatoria intestinale. La causa del Crohn è attualmente sconosciuta, sebbene la genetica, l’ereditarietà e i fattori ambientali possano tutti svolgere un ruolo.

Le persone con questa condizione hanno un’infiammazione cronica nel tratto digestivo. Ciò è causato da una risposta esagerata del sistema immunitario ai batteri benefici che vivono nell’intestino.

Il Crohn colpisce le persone in modo diverso. Alcuni sintomi che potresti riscontrare con il Crohn includono:

  • diarrea
  • stipsi
  • crampi
  • dolore addominale
  • fatica
  • periodi irregolari
  • perdita di peso

Risorse per affrontare il Crohn

Per ulteriori informazioni su tutti gli aspetti per affrontare la malattia di Crohn, consulta questi articoli:

  • I migliori blog sulla malattia di Crohn del 2020
  • COVID-19 e Crohn: la tua guida ai rischi e alle raccomandazioni
  • Crohn’s: Emergency Flare-Up Guide
  • Crohn’s Nutrition Guide
  • Cosa cambierà se passo al biologico? Sei cose da aspettarsi
  • Biologici e remissione della malattia di Crohn: cosa devi sapere
Healthline

La linea di fondo

Stelara è un farmaco biologico utilizzato nel trattamento della malattia di Crohn da moderata a grave. È approvato dalla FDA per l’uso negli adulti dai 18 anni in su.

Stelara prende di mira due citochine che influenzano l’infiammazione e la risposta immunitaria. Bloccando queste citochine, l’infiammazione del tratto gastrointestinale può essere ridotta o alleviata.

La prima dose di Stelara viene somministrata tramite un’infusione endovenosa. Successivamente, viene somministrato a casa tramite autoiniezione una volta ogni 8 settimane o meno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here