Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Stecche nasali: cosa aspettarsi dopo la chirurgia nasale

Stecche nasali: cosa aspettarsi dopo la chirurgia nasale

0
8

Le stecche nasali sono piccoli dispositivi in ​​plastica o silicone utilizzati per stabilizzare il naso dopo un intervento chirurgico nasale.

Alcune stecche nasali vengono utilizzate dopo un intervento chirurgico al naso elettivo. Ma è importante sapere come riconoscere i sintomi di un naso rotto o altre condizioni che potrebbero richiedere un intervento chirurgico nasale, stecche e altre cure.

Le procedure utilizzate per posizionare le stecche sono relativamente semplici. Prima di lasciare l’ospedale, il medico o un’infermiera dovrebbe spiegare come prendersene cura e per quanto tempo dovrebbero rimanere in sede.

Continua a leggere per sapere a cosa servono le stecche nasali, come funziona la procedura e cosa aspettarsi dopo aver ottenuto una stecca nasale per un naso rotto o un’altra condizione.

A cosa servono le stecche nasali?

Esistono due tipi di stecche nasali:

  • Stecche nasali interne vengono indossati nelle narici e fissati con alcuni punti.
  • Stecche nasali esterne sono indossati fuori dal naso. Sono tenuti in posizione con nastro medico o bende o sono “incollati” alla pelle con un adesivo che si dissolve dopo diversi giorni.

Le stecche servono a due scopi molto importanti:

  • Stabilizzare il tessuto che è stato appena operato.
  • Proteggi il naso mentre guarisce.

Una stecca nasale viene utilizzata dopo vari tipi di chirurgia nasale, tra cui:

  • rinoplastica
  • settoplastica
  • chirurgia del seno
  • riparazione della frattura nasale

La scelta delle stecche esterne o interne è decisa dal tipo di intervento chirurgico che viene eseguito. Ecco alcuni interventi chirurgici comuni che richiedono una stecca interna o esterna.

Rinoplastica

La rinoplastica è anche conosciuta come un “lavoro al naso”. La rinoplastica viene eseguita per modificare l’aspetto del naso o per aiutare a migliorare la respirazione. È una delle forme più comuni di chirurgia plastica.

Dopo una rinoplastica, il chirurgo fissa una stecca nasale esterna all’esterno del naso per stabilizzare il tessuto nasale che è stato trattato.

UN studio 2019 scoperto che le stecche esterne potrebbero non essere necessarie in tutti i casi. Il nastro chirurgico e gli Steri-Strip possono fornire protezione e supporto simili.

settoplastica

Se il tuo setto, la parete ossea e cartilaginea che divide il naso in due narici, è storto (o deviato) e rende difficile la respirazione, potresti essere un buon candidato per la settoplastica.

La chirurgia settoplastica aiuta a raddrizzare il setto per migliorare la respirazione.

Dopo una settoplastica, la cavità nasale viene riempita con cotone o garza e viene posizionata una stecca interna (a volte chiamata stecca intranasale) in ciascuna narice.

Le stecche interne aiutano a stabilizzare il setto trattato e a comprimere il setto per aiutare a ridurre le complicanze emorragiche.

Chirurgia nasale

Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico nasale per rimuovere i blocchi che non sono causati da un setto storto (deviato).

Ad esempio, la rimozione dei polipi nasali dalla cavità nasale può essere eseguita chirurgicamente. Le stecche intranasali vengono spesso impiantate anche dopo altri tipi di chirurgia nasale.

Chirurgia della frattura nasale

La parte superiore del naso è costituita da osso, mentre il resto è composto da cartilagine. Una frattura nasale, o naso rotto, è una crepa nell’osso o nella cartilagine.

A volte, un naso rotto può essere riallineato usando solo le tue mani o quelle del tuo medico. Ma nei casi più gravi, può essere necessario un intervento chirurgico per riparare e riportare il naso alla sua dimensione e forma originali il più fedelmente possibile.

Come funziona una stecca nasale?

Le stecche nasali vengono utilizzate perché le dimensioni e la forma del naso, delle narici o del setto sono diverse dopo un intervento chirurgico nasale rispetto a prima dell’intervento.

Le stecche aiutano a mantenere la nuova forma e dimensione fino a quando il tessuto fragile non guarisce. Le stecche offrono anche una certa protezione se si urta accidentalmente il naso nei giorni successivi all’intervento.

Le stecche intranasali sono tubi leggermente ricurvi che iniziano all’apertura della narice e si estendono per un breve tratto nella cavità nasale.

Una stecca nasale esterna ha la forma di un trapezio. L’estremità più stretta è posizionata sul ponte superiore del naso in modo che l’estremità più larga possa coprire la parte inferiore del naso.

È possibile acquistare stecche nasali esterne online o in un negozio di forniture mediche. Ma queste stecche sono in genere utilizzate per proteggere il naso dalle maschere a pressione positiva continua delle vie aeree (CPAP) che trattano l’apnea ostruttiva del sonno.

Non dovresti aver bisogno di comprare le tue stecche nasali dopo l’intervento chirurgico. Le stecche nasali fornite dal medico dopo l’intervento dovrebbero essere sufficienti e rimanere in posizione fino a quando non sono più necessarie.

Qual è la procedura per una stecca nasale?

Ecco le procedure utilizzate per inserire una stecca nasale sia esterna che interna.

Stecca nasale esterna

Una rinoplastica è una delle procedure più comuni che richiede una stecca nasale esterna. Dopo una rinoplastica, il naso viene fasciato e una stecca nasale esterna flessibile viene posizionata sopra la benda per abbracciare saldamente il naso.

Una fasciatura aggiuntiva può essere posizionata sopra la stecca e avvolta intorno alla testa per il primo giorno circa. Le stecche esterne vengono rimosse quando vengono tolte le bende.

Stecca nasale interna

Dopo un intervento chirurgico che richiede una stecca nasale interna, il chirurgo impianta una stecca in ciascuna narice, fissandole temporaneamente alla parete interna della narice con un punto o due.

Dopo alcuni giorni o una settimana, tornerai dall’ambulatorio del tuo medico e toglierai sia i punti che le stecche.

Cosa devo aspettarmi dopo aver ottenuto una stecca al naso?

Una stecca nasale esterna viene solitamente lasciata in sede per circa una settimana o due dopo la rinoplastica.

Dopo una settoplastica di routine, dovresti aspettarti di avere stecche interne in posizione per alcuni giorni o fino a una settimana circa.

UN studio 2016 2016 ha scoperto che c’era poca differenza nelle complicazioni o nel livello di comfort se le stecche sono state rimosse dopo 3, 5 o 7 giorni.

Ecco alcuni suggerimenti su cosa fare e cosa non fare quando si ha una stecca nasale dopo un intervento chirurgico:

  • Potrebbe essere necessario cambiare la medicazione sopra la stecca. Assicurati di ricevere le istruzioni appropriate prima di lasciare l’ospedale.
  • Evitare di ottenere stecche nasali esterne e il sito dell’operazione per i primi giorni.
  • Se la tua stecca nasale si allenta o cade dopo uno starnuto entro 48 ore dall’intervento, chiama l’ufficio del medico e chiedi istruzioni il prima possibile. Se ciò accade dopo 48 ore dall’intervento, questo non è in genere un grosso problema.
  • Chiama il tuo medico o consulta immediatamente un medico se noti un sanguinamento eccessivo o hai la febbre dopo l’intervento al naso.
  • Utilizzare spray salini per ridurre l’accumulo di muco attorno a una stecca interna. Le stecche nasali interne hanno tubi cavi per facilitare la respirazione, ma l’accumulo di muco può comunque rendere difficile la respirazione.
  • Le stecche nasali interne possono essere scomode e possono far sembrare il naso più largo mentre vengono impiantate. Ma questo è solo temporaneo fino a quando non vengono rimossi, quando vedrai la tua forma attuale del naso.

Quando dovrei vedere un dottore?

Il trauma al naso da un infortunio sportivo, incidente automobilistico, caduta o altra causa può fratturare l’osso o la cartilagine se l’impatto è abbastanza potente.

Rivolgiti al medico se ritieni di esserti rotto il naso. Alcuni dei sintomi più comuni di un naso rotto sono:

  • dolore dentro o intorno al naso
  • un naso storto
  • gonfiore del naso o intorno al naso

  • sanguinamento dal naso
  • lividi intorno agli occhi

Potresti anche trarre beneficio dalla chirurgia nasale se hai difficoltà a respirare attraverso il naso.

Uno specialista dell’orecchio, del naso e della gola (ORL) può esaminare la cavità nasale per determinare se si dispone di un setto deviato o di un altro blocco che potrebbe essere migliorato con un intervento chirurgico.

L’asporto

Le stecche nasali, indossate all’interno o all’esterno, sono in genere parte delle cure postoperatorie per la maggior parte degli interventi chirurgici che coinvolgono il naso.

In alcuni casi, potrebbero non essere necessarie stecche nasali esterne. Parla con il tuo medico dell’approccio migliore per proteggere il naso mentre guarisce.

Le stecche intranasali, sebbene scomode per alcuni giorni, sono utili per garantire un esito positivo dopo l’intervento chirurgico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here