Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Soppressori del sistema immunitario per la malattia di Crohn

Soppressori del sistema immunitario per la malattia di Crohn

0
7

Panoramica

Non esiste una cura per la malattia di Crohn, quindi il sollievo dai sintomi si presenta sotto forma di remissione. È disponibile una varietà di trattamenti che possono aiutare ad alleviare i sintomi. Gli immunomodulatori sono farmaci che modificano il sistema immunitario del corpo.

Per qualcuno con il Crohn, questo può aiutare a ridurre il gonfiore che causa così tanti sintomi.

Gli immunomodulatori includono farmaci che sono immunosoppressori e immunostimolanti. Gli immunosoppressori inibiscono l’immunità del corpo, ma la soppressione dell’immunità può anche esporre il corpo a un rischio maggiore per altre malattie.

Gli immunostimolanti aumentano o “stimolano” il sistema immunitario del corpo, che incoraggia il corpo a iniziare a combattere la malattia.

Esistono vari tipi di immunomodulatori, ciascuno venduto con il proprio marchio. Azatioprina, mercaptopurina e metotrexato sono i tre tipi principali.

Azatioprina

L’azatioprina viene spesso utilizzata nelle persone che ricevono un trapianto di organi per impedire al corpo di rigettare il nuovo organo sopprimendo il sistema immunitario del corpo. È anche usato per trattare l’artrite reumatoide, che è una condizione in cui il corpo di una persona attacca le proprie articolazioni.

Sebbene l’azatioprina non abbia dimostrato di essere efficace per ridurre i sintomi di Crohn a breve termine o ottenere la remissione, può ridurre la necessità di un trattamento steroideo. La ricerca mostra che l’azatioprina aiuta a mantenere le persone in remissione una volta che i sintomi di Crohn sono sotto controllo.

Per questo motivo, l’American College of Gastroenterology supporta l’uso di azatioprina per le persone che sono in remissione o che hanno ancora sintomi nonostante l’uso di steroidi.

Ci sono anche alcuni effetti collaterali rari, ma gravi, dell’azatioprina. Questo farmaco fa sì che il tuo corpo produca meno globuli bianchi. Ciò può causare problemi perché i globuli bianchi combattono le infezioni.

Le persone che assumono azatioprina possono anche manifestare un’infiammazione del pancreas o un rischio maggiore di sviluppare un linfoma.

A causa di questi effetti collaterali, l’azatioprina viene solitamente prescritta solo per i casi da moderati a gravi di Crohn. Dovresti considerare tutti i rischi prima di prendere l’azatioprina. Potresti anche essere sottoposto a test per la carenza di TPMT, che può influire sul tuo sistema immunitario.

Mercaptopurina

La mercaptopurina, chiamata anche 6-MP, è nota per impedire la crescita delle cellule tumorali. Questo farmaco è spesso usato per trattare la leucemia. Nelle persone con Crohn, la mercaptopurina può aiutare a mantenere la remissione.

La mercaptopurina può ridurre la produzione di globuli bianchi e rossi. Il tuo medico probabilmente vorrà eseguire regolarmente esami del sangue per assicurarsi che non ci siano danni al midollo osseo. Potresti anche essere sottoposto a test per la carenza di TPMT, che può influire sul tuo sistema immunitario.

Altri effetti collaterali della mercaptopurina possono includere:

  • piaghe alla bocca
  • febbre
  • gola infiammata
  • sangue nelle urine o nelle feci

Dovresti considerare tutti i possibili effetti collaterali prima di iniziare il trattamento.

Metotrexato

Il metotrexato blocca il metabolismo cellulare, provocando la morte delle cellule. Ciò ha portato al suo utilizzo per il morbo di Crohn, il cancro e la psoriasi.

L’American College of Gastroenterology supporta l’uso del metotrexato per trattare i sintomi della malattia di Crohn nelle persone che dipendono dagli steroidi. Il metotrexato aiuta anche a mantenere le persone con Crohn in remissione.

Tuttavia, il metotrexato ha effetti collaterali che includono possibile tossicità del fegato o del midollo osseo e, in rari casi, tossicità dei polmoni. Uomini o donne che tentano di rimanere incinta non dovrebbero usare questo farmaco. Gli effetti collaterali meno gravi includono:

  • mal di testa
  • sonnolenza
  • eruzione cutanea
  • nausea e vomito
  • la perdita di capelli

Cose da tenere a mente

Gli immunomodulatori possono aiutare a combattere i sintomi legati alla malattia di Crohn, ma interferiscono con la capacità del tuo corpo di combattere le infezioni. Durante l’assunzione di immunomodulatori, prestare attenzione a eventuali segni di infezione, come febbre o brividi.

Se sviluppa questi sintomi, contatti immediatamente il medico.

Ogni volta che stai assumendo immunomodulatori, assicurati che il tuo medico controlli regolarmente il tuo sangue per segni di danni alle ossa e agli organi interni.

Alcuni immunomodulatori possono andare bene da assumere durante la gravidanza, ma dovrai prima discutere i pro ei contro dell’inizio di un nuovo farmaco con il tuo medico. Dovresti parlare con il tuo medico se sei incinta o, se sei un uomo o una donna, potresti concepire.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here