Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Sole e psoriasi: benefici e rischi

Sole e psoriasi: benefici e rischi

0
4

Panoramica sulla psoriasi

La psoriasi è una condizione cronica della pelle derivante da una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario produce troppe cellule della pelle. Le cellule si accumulano sulla superficie della pelle. Quando le cellule della pelle si liberano, formano lividi rossi che sono spessi e sollevati e possono avere squame argentee. I lividi possono essere dolorosi o pruriginosi.

I trattamenti comuni includono farmaci topici che riducono l’infiammazione e farmaci per via orale o iniettati che sopprimono il sistema immunitario. Tuttavia, un’altra forma di trattamento per la psoriasi coinvolge uno degli elementi più naturali della terra: il sole.

Luce solare naturale

I raggi ultravioletti del sole sono costituiti dai raggi UVA e UVB. I raggi UVB sono più efficaci nel trattamento dei sintomi della psoriasi perché rallentano il rapido tasso di crescita e perdita della pelle.

Sebbene la luce solare possa giovare alla psoriasi, dovresti fare attenzione a proteggerti dalle scottature. La psoriasi colpisce prevalentemente le persone di pelle chiara. Sono a maggior rischio di scottature e forme pericolose di cancro come il melanoma. L’esposizione naturale al sole non è monitorata in un contesto medico come la fototerapia. E i farmaci che potresti assumere possono aumentare la fotosensibilità. Questo può aumentare il rischio di scottature e cancro della pelle.

Il trattamento inizia in genere con un’esposizione di 10 minuti a mezzogiorno. Puoi aumentare gradualmente il tempo di esposizione di 30 secondi al giorno.

Dovresti comunque indossare la protezione solare, anche quando vuoi che la tua pelle assorba i raggi del sole. Per i migliori (e più sicuri) risultati, segui questi suggerimenti:

  • Applicare una protezione solare ad ampio spettro su tutte le aree della pelle sana.
  • Indossare occhiali da sole.
  • Fai sessioni di terapia solare naturale quando il sole è più forte.
  • Rimani fuori solo per 10 minuti alla volta per ridurre il rischio di danni del sole. Finché la tua pelle può tollerare l’esposizione, puoi aumentare lentamente l’esposizione al sole da 30 secondi a 1 minuto ogni giorno.

Il sole non solo aiuta a eliminare i sintomi della psoriasi in alcuni casi, ma fa anche in modo che il tuo corpo produca più vitamina D.

Fototerapia

La fototerapia è un trattamento per la psoriasi che utilizza luci naturali o sintetiche. Assorbi i raggi ultravioletti attraverso la pelle mentre prendi il sole all’aperto o usando una speciale scatola luminosa.

Il trattamento con una fonte UVB artificiale ha più successo se somministrato per un determinato periodo di tempo su un programma regolare. Il trattamento può essere effettuato in un ambiente medico oa casa.

Il medico può scegliere di trattare la tua psoriasi con i raggi UVA invece che con i raggi UVB. I raggi UVA sono più corti degli UVB e penetrano più profondamente nella pelle. Poiché i raggi UVA non sono altrettanto efficaci nel cancellare i segni della psoriasi, un farmaco chiamato psoralene viene aggiunto alla terapia della luce per aumentarne l’efficacia. Assumerai una forma orale del farmaco o utilizzerai una prescrizione topica sulla pelle colpita prima del trattamento UVA per aiutare la pelle ad assorbire la luce. Gli effetti collaterali a breve termine includono nausea, prurito e arrossamento della pelle. Questo trattamento combinato è generalmente abbreviato in PUVA.

PUVA è usato per trattare la psoriasi a placche da moderata a grave. Può essere utilizzato quando i trattamenti topici e la terapia UVB non hanno avuto successo. Le placche più spesse della psoriasi rispondono bene al PUVA perché viene assorbito più in profondità nella pelle. La psoriasi delle mani e dei piedi viene spesso trattata con la terapia PUVA.

Psoriasi e vitamina D

La vitamina D può aiutare a ridurre l’infiammazione in tutto il corpo. Il nutriente, così come i raggi UV derivanti dall’esposizione alla luce, possono aiutare a eliminare o prevenire le placche di psoriasi. La luce solare induce il tuo corpo a produrre il nutriente, che è benefico per ossa forti e funzione immunitaria. La vitamina D è un nutriente presente naturalmente in pochi alimenti.

Uno studio pubblicato su British Journal of Dermatologyha scoperto che le persone con psoriasi tendono ad avere bassi livelli di vitamina D, in particolare nelle stagioni più fredde. Le persone con bassi livelli di vitamina D possono aumentare i loro livelli consumando:

  • latte fortificato e succo d’arancia
  • margarina e yogurt fortificati
  • salmone
  • tonno
  • tuorli d’uovo
  • formaggio svizzero

Porta via

La terapia solare e la dieta non sono gli unici modi per curare la psoriasi. Parla con il tuo medico sull’uso di pomate o creme topiche di vitamina D per gestire i sintomi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here