Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Sindrome da dolore centrale (CPS)

Sindrome da dolore centrale (CPS)

0
1

Cos’è la sindrome del dolore centrale?

I danni al sistema nervoso centrale (SNC) possono causare un disturbo neurologico chiamato sindrome del dolore centrale (CPS). Il sistema nervoso centrale comprende il cervello, il tronco encefalico e il midollo spinale. Diverse altre condizioni possono causare come:

  • un infarto
  • trauma cerebrale
  • tumori
  • epilessia

Le persone con CPS in genere avvertono diversi tipi di sensazioni di dolore, come:

  • dolorante
  • bruciando
  • dolori acuti
  • intorpidimento

I sintomi variano ampiamente tra gli individui. Può iniziare immediatamente dopo un trauma o un’altra condizione, oppure potrebbero essere necessari mesi o anni per svilupparsi.

Non è disponibile alcuna cura per CPS. Farmaci per il dolore, antidepressivi e altri tipi di farmaci di solito possono aiutare a fornire sollievo. La condizione può influire notevolmente sulla qualità della vita.

Quali sono i sintomi della sindrome del dolore centrale?

Il sintomo principale della CPS è il dolore. Il dolore varia notevolmente da individuo a individuo. Può essere uno dei seguenti:

  • costante
  • intermittente
  • limitato a una parte del corpo specifica
  • diffuso in tutto il corpo

Le persone di solito descrivono il dolore come uno dei seguenti:

  • bruciando
  • dolorante
  • formicolio o formicolio, che a volte è chiamato “spilli e aghi”
  • accoltellamento
  • prurito che diventa doloroso
  • congelamento
  • scioccante
  • lacrimazione

Il dolore è tipicamente da moderato a grave. Il dolore può anche essere descritto come agonizzante da alcune persone. Nei casi più gravi, le persone con CPS possono provare dolore anche se toccate leggermente da vestiti, coperte o da un forte vento.

Una varietà di fattori può peggiorare il dolore. Questi fattori includono quanto segue:

  • toccare
  • fatica
  • rabbia
  • altre forti emozioni
  • movimento, come l’esercizio
  • movimenti riflessivi e involontari, come starnuti o sbadigli
  • rumori forti
  • luci brillanti
  • sbalzi di temperatura, soprattutto basse temperature
  • esposizione al sole
  • pioggia
  • vento
  • cambiamenti di pressione barometrica
  • cambiamenti di altitudine

Nella maggior parte dei casi, la CPS rimane una condizione per tutta la vita.

Quali sono le cause della sindrome del dolore centrale?

La CPS si riferisce al dolore che proviene dal cervello e non dai nervi periferici, che si trovano al di fuori del cervello e del midollo spinale. Per questo motivo, differisce dalla maggior parte delle altre condizioni di dolore.

Il dolore è solitamente una risposta protettiva a uno stimolo dannoso, come toccare una stufa calda. Nessuno stimolo dannoso causa il dolore che si verifica in CPS. Invece, una lesione al cervello crea la percezione del dolore. Questa lesione di solito si verifica nel talamo, una struttura all’interno del cervello che elabora i segnali sensoriali ad altre parti del cervello.

Le condizioni più comuni che possono portare a CPS includono:

  • emorragia cerebrale
  • un infarto
  • sclerosi multipla
  • tumori cerebrali
  • un aneurisma
  • una lesione del midollo spinale
  • una lesione cerebrale traumatica
  • epilessia
  • morbo di Parkinson
  • procedure chirurgiche che coinvolgono il cervello o la colonna vertebrale

La Central Pain Syndrome Foundation stima che quasi 3 milioni di persone negli Stati Uniti abbiano la CPS.

Come viene diagnosticata la sindrome del dolore centrale?

La CPS può essere difficile da diagnosticare. Il dolore può essere diffuso e può sembrare estraneo a lesioni o traumi. Non è disponibile un singolo test per consentire al medico di diagnosticare la CPS.

Il medico esaminerà i sintomi, eseguirà un esame fisico e chiederà informazioni sulla tua storia medica. È molto importante informare il medico di eventuali condizioni o lesioni che hai ora o che potresti aver avuto in passato e di eventuali farmaci che stai assumendo. CPS non si sviluppa da solo. Si verifica solo a seguito di una lesione al sistema nervoso centrale.

Come viene trattata la sindrome del dolore centrale?

La CPS è difficile da trattare. A volte vengono utilizzati farmaci antidolorifici, come la morfina, ma non sempre hanno successo.

Alcune persone possono gestire il dolore con farmaci antiepilettici o antidepressivi, come:

  • amitriptilina (Elavil)
  • duloxetina (Cymbalta)
  • gabapentin (Neurontin)
  • pregabalin (Lyrica)
  • carbamazepina (Tegretol)
  • topiramato (Topamax)

Ulteriori farmaci che possono aiutare includono:

  • creme e cerotti transdermici
  • marijuana medica
  • miorilassanti
  • sedativi e aiuti per il sonno

In generale, questi farmaci ridurranno il dolore, ma non lo faranno scomparire completamente. Attraverso tentativi ed errori, un paziente e il suo medico alla fine troveranno un farmaco o una combinazione di farmaci che funzionano meglio.

La neurochirurgia è considerata l’ultima risorsa. Questo tipo di intervento chirurgico comporta la stimolazione cerebrale profonda. Durante questa procedura, il medico impianterà un elettrodo chiamato neurostimolatore in parti specifiche del cervello per inviare la stimolazione ai recettori del dolore.

Quali tipi di medici trattano la sindrome del dolore centrale?

Un medico di base sarà in genere il primo medico a discutere i sintomi e controllare la tua storia medica e il tuo stato di salute attuale. Una volta escluse determinate condizioni, il medico può indirizzarti a uno specialista per ulteriori test e trattamenti.

Gli specialisti che trattano o aiutano a gestire CPS includono quanto segue:

Neurologo

Un neurologo è un medico specializzato in disturbi del sistema nervoso, inclusi cervello, midollo spinale e nervi. Di solito sono abili nel trattamento del dolore cronico. Potrebbe essere necessario consultare diversi neurologi prima di decidere quale può aiutarti a gestire il tuo dolore.

Specialista del dolore

Uno specialista del dolore è solitamente un medico che è stato addestrato in neurologia o anestesiologia. Sono specializzati nella gestione del dolore e utilizzano varie modalità per trattare il dolore, inclusi farmaci orali e iniezioni di determinati farmaci in siti dolorosi per alleviare il dolore.

Fisioterapista

Un fisioterapista è un professionista che può aiutarti a ridurre il dolore e migliorare la mobilità.

Psicologo

La CPS influisce spesso sulle tue relazioni e sul tuo benessere emotivo. Uno psicologo o un terapista discuterà con te i problemi emotivi.

Quali sono le complicazioni della sindrome del dolore centrale?

La CPS può essere dolorosa. Può impedirti di partecipare a eventi sociali e influire notevolmente sulla tua vita quotidiana. Può portare a problemi emotivi e altre complicazioni tra cui:

  • fatica
  • ansia
  • depressione
  • fatica
  • disturbi del sonno
  • problemi di relazione
  • rabbia
  • una diminuzione della qualità della vita
  • isolamento
  • pensieri suicidi

Quali sono le prospettive per le persone con sindrome da dolore centrale?

La CPS non è pericolosa per la vita, ma la condizione causa notevoli difficoltà per la maggior parte delle persone. Il CPS può potenzialmente interrompere la tua routine quotidiana.

Nei casi più gravi, il dolore può essere grave e influire notevolmente sulla qualità della vita. Alcune persone possono gestire il dolore con i farmaci, ma la condizione in genere dura per il resto della vita di una persona.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here