Silicosi

0
3

Cos’è la silicosi?

La silicosi è una condizione causata dall’inalazione di troppa silice per un lungo periodo di tempo. La silice è un minerale cristallino molto comune che si trova nella sabbia, nella roccia e nel quarzo. La silice può avere conseguenze mortali per le persone che lavorano con pietra, cemento, vetro o altre forme di roccia.

Cosa causa la silicosi?

Qualsiasi livello di esposizione alla silice può provocare silicosi. Esistono tre tipi di silicosi:

  • acuto
  • accelerato
  • cronico

La silicosi acuta si forma poche settimane o mesi dopo alti livelli di esposizione alla silice. Questa condizione progredisce rapidamente.

La silicosi accelerata si manifesta da 5 a 10 anni dopo l’esposizione.

La silicosi cronica si verifica 10 anni o più dopo l’esposizione alla silice. Anche bassi livelli di esposizione possono causare silicosi cronica.

Le particelle di polvere di silice agiscono come minuscole lame sui polmoni. Queste particelle creano piccoli tagli che possono cicatrizzare il tessuto polmonare se inalati attraverso il naso o la bocca. Anche i polmoni sfregiati non si aprono e si chiudono, rendendo più difficile la respirazione.

Il Dipartimento per la sicurezza degli Stati Uniti definisce la silice un “cancerogeno”. Ciò significa che la silice può causare il cancro, compreso il cancro ai polmoni.

Chi è a rischio di silicosi?

I lavoratori della fabbrica, della miniera e della muratura sono a maggior rischio di silicosi perché hanno a che fare con la silice nel loro lavoro. Le persone che lavorano nei seguenti settori sono maggiormente a rischio:

  • produzione di asfalto
  • produzione di calcestruzzo
  • frantumazione o perforazione di roccia e cemento
  • lavori di demolizione
  • lavorazione del vetro
  • opere murarie
  • estrazione
  • estrazione
  • sabbiatura
  • tunneling

I lavoratori delle industrie ad alto rischio e i loro datori di lavoro devono adottare misure per proteggersi dall’esposizione alla silice.

Quali sono i sintomi della silicosi?

La silicosi è una condizione progressiva, il che significa che peggiora nel tempo. I sintomi possono iniziare come tosse intensa, mancanza di respiro o debolezza. Altri possibili sintomi includono:

  • dolore al petto
  • febbre
  • sudorazioni notturne
  • perdita di peso
  • insufficienza respiratoria

Avere la silicosi aumenta il rischio di infezioni respiratorie, inclusa la tubercolosi.

Come viene diagnosticata la silicosi?

Dovresti consultare un medico se sospetti di avere la silicosi. Il tuo medico ti farà domande su quando o come potresti essere stato esposto alla silice. Possono testare la tua funzione polmonare con test di funzionalità polmonare.

Una radiografia del torace può testare qualsiasi tessuto cicatriziale che potresti avere. Le cicatrici da silice appaiono sui raggi X come piccole macchie bianche.

Può essere eseguita anche una broncoscopia. Questa procedura prevede il passaggio di un tubo sottile e flessibile nella gola. Una telecamera collegata al tubo consente al medico di visualizzare il tessuto polmonare. Durante una broncoscopia possono essere prelevati campioni di tessuti e liquidi.

Come viene trattata la silicosi?

La silicosi non ha un trattamento medico specifico. Lo scopo del trattamento sarà ridurre i sintomi. La medicina per la tosse può aiutare con i sintomi della tosse e gli antibiotici possono aiutare a curare le infezioni respiratorie. Gli inalatori possono essere utilizzati per aprire le vie aeree. Alcuni pazienti indossano maschere di ossigeno per aumentare la quantità di ossigeno nel sangue.

Dovresti evitare un’ulteriore esposizione alla silice se hai la silicosi. Dovresti anche smettere di fumare, poiché il fumo danneggia il tessuto polmonare.

Le persone con silicosi sono a maggior rischio di tubercolosi (TB). Dovresti essere sottoposto a test regolarmente per la tubercolosi se hai la silicosi. Un medico può prescrivere farmaci per curare la tubercolosi.

I pazienti con grave silicosi possono richiedere un trapianto di polmone.

Qual è la prospettiva a lungo termine per la silicosi?

La silicosi è diventata meno comune nel tempo grazie a migliori misure di sicurezza sul lavoro. Tuttavia, la silicosi può ancora verificarsi e al momento non esiste una cura per essa. Secondo l’American Lung Association, più di 100 persone muoiono di silicosi ogni anno.

La tua prospettiva a lungo termine dipende dalla gravità della tua condizione. Le cicatrici polmonari intense possono svilupparsi sia nella silicosi accelerata che in quella cronica. La cicatrizzazione distrugge il tessuto polmonare sano, riducendo la quantità di ossigeno che i polmoni possono trasmettere al sangue.

Prevenire la silicosi

I lavoratori possono indossare maschere speciali chiamate respiratori per evitare di inalare silice. Queste maschere possono essere contrassegnate per l’uso con “sabbiatura abrasiva”.

Gli spruzzi d’acqua e i metodi di taglio a umido riducono il rischio di esposizione alla silice. I luoghi di lavoro devono soddisfare gli standard OSHA (Occupational Safety and Health Administration). Ciò include una ventilazione adeguata. I datori di lavoro possono monitorare la qualità dell’aria nei luoghi di lavoro per garantire che non ci sia silice in eccesso nell’aria. I datori di lavoro devono segnalare tutti gli incidenti diagnosticati di silicosi.

I lavoratori dovrebbero mangiare, bere e fumare lontano dalla polvere che potrebbe contenere silice. Dovrebbero anche lavarsi le mani prima di svolgere una qualsiasi di queste attività per liberare le mani dalla polvere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here