Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Segni di insulino-resistenza

Segni di insulino-resistenza

0
8

Panoramica

La resistenza all’insulina aumenta il rischio di progredire verso il diabete. Potresti essere resistente all’insulina per anni senza saperlo. Questa condizione in genere non attiva alcun sintomo evidente. Quindi, è importante che il medico controlli regolarmente i livelli di glucosio nel sangue.

L’American Diabetes Association (ADA) lo stima fino al 50 percento delle persone con insulino-resistenza e prediabete svilupperà il diabete di tipo 2 se non apporta cambiamenti nello stile di vita.

Resistenza all’insulina aumenta il rischio di:

  • essere sovrappeso
  • avere alti trigliceridi
  • avere la pressione sanguigna elevata

Alcune persone con resistenza all’insulina possono anche sviluppare una condizione della pelle nota come acanthosis nigricans. Appare come macchie scure e vellutate spesso sulla parte posteriore del collo, dell’inguine e delle ascelle.

Alcuni esperti ritengono che un accumulo di insulina all’interno delle cellule della pelle possa causare acanthosis nigricans. Non esiste una cura per questa condizione. Ma se un’altra condizione lo causa, il trattamento può aiutare a ripristinare il colore naturale della pelle.

Gli effetti della resistenza all’insulina

Se hai il prediabete, è importante lavorare con il tuo medico. Monitoreranno regolarmente la glicemia o l’HgbA1c in modo che possano riconoscere se hai sviluppato il diabete.

I classici sintomi del diabete includono:

  • estrema sete o fame
  • sensazione di fame anche dopo un pasto
  • minzione aumentata o frequente
  • sensazioni di formicolio alle mani o ai piedi
  • sentirsi più stanco del solito
  • infezioni frequenti
  • prove nell’analisi del sangue

Se non si hanno sintomi evidenti, il medico di solito può rilevare la resistenza all’insulina, il prediabete o il diabete con un prelievo di sangue.

Test A1C

Un modo per diagnosticare il prediabete o il diabete è con un test A1C. Questo test misura il livello di zucchero nel sangue medio negli ultimi due o tre mesi.

  • Un A1C inferiore al 5,7% è considerato normale.
  • Un A1C compreso tra il 5,7 e il 6,4 percento è diagnostico per il prediabete.
  • Un A1C uguale o superiore al 6,5% è diagnostico per il diabete.

Il medico potrebbe voler riconfermare i risultati del test in un secondo momento. Tuttavia, a seconda del laboratorio in cui è stato prelevato il sangue, questi numeri potrebbero variare dallo 0,1 allo 0,2 percento.

Test della glicemia a digiuno

Un test della glicemia a digiuno mostrerà il livello di zucchero nel sangue a digiuno. Faresti questo test dopo aver mangiato o bevuto per almeno otto ore.

Un livello alto può richiedere un secondo test alcuni giorni dopo per confermare la lettura. Se entrambi i test mostrano livelli elevati di glucosio nel sangue, il medico potrebbe diagnosticare prediabete o diabete.

  • I livelli di zucchero nel sangue a digiuno inferiori a 100 milligrammi / decilitro (mg / dL) sono considerati normali.
  • Livelli tra 100 e 125 mg / dL indicano prediabete.
  • Livelli uguali o superiori a 126 mg / dL sono diagnostici per il diabete.

A seconda del laboratorio, questi numeri potrebbero variare fino a 3 mg / dL punti nei numeri di cutoff.

Test di tolleranza al glucosio

Secondo l’ADA, un test di tolleranza al glucosio di due ore può essere un altro modo per diagnosticare il prediabete o il diabete. Il livello di glucosio nel sangue sarà determinato prima dell’inizio di questo test. Riceverai quindi una bevanda zuccherina premisurata e il tuo livello di glucosio nel sangue verrà controllato di nuovo in due ore.

  • Un livello di zucchero nel sangue dopo due ore inferiore a 140 mg / dL è considerato normale.
  • Un risultato compreso tra 140 mg / dL e 199 mg / dL è considerato prediabete.
  • Un livello di zucchero nel sangue di 200 mg / dL o superiore è considerato diabete.

Prelievi di sangue casuali

I test casuali della glicemia sono utili se si verificano sintomi di diabete significativi. Tuttavia, l’ADA non raccomanda test della glicemia casuali per lo screening del diabete di routine o per identificare il prediabete.

Quando dovresti fare il test

I test per il diabete dovrebbero iniziare a circa 40 anni, insieme ai soliti test per il colesterolo e altri indicatori di salute. Idealmente, il medico ti sottoporrà a un esame fisico annuale o allo screening preventivo.

Il medico può raccomandare di eseguire il test in giovane età se:

  • avere uno stile di vita sedentario
  • hanno un basso livello di colesterolo buono (HDL) o alti livelli di trigliceridi
  • avere un genitore o un fratello con il diabete
  • sono indiani d’America, afroamericani, latini, asiatici americani o isolani del Pacifico
  • ha la pressione alta (140/90 mm Hg o superiore)
  • ha sintomi di insulino-resistenza
  • è stato diagnosticato un diabete gestazionale (una condizione temporanea che causa il diabete solo durante la gravidanza)
  • aveva un bambino che pesava più di 9 libbre
  • ha avuto un ictus

Anche i bambini e gli adolescenti di età compresa tra 10 e 18 anni possono trarre beneficio dallo screening del diabete se sono in sovrappeso e hanno due o più dei suddetti fattori di rischio per il diabete.

Prevenire i problemi di insulino-resistenza

Se hai il prediabete, puoi prevenire il diabete facendo esercizio per 30 minuti almeno cinque giorni alla settimana e seguendo una dieta equilibrata. Perdere peso, anche solo il 7% del peso corporeo, può ridurre il rischio di sviluppare il diabete.

Fare buone scelte di vita è il modo migliore per ottenere i livelli di glucosio nel sangue nell’intervallo desiderato.

Leggi questo articolo in spagnolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here