Scansione MRI del seno

0
8

Cos’è una risonanza magnetica al seno?

Una risonanza magnetica per immagini (MRI) è un tipo di test di imaging che utilizza magneti e onde radio per verificare la presenza di anomalie nel seno.

Una risonanza magnetica offre ai medici la capacità di vedere i tessuti molli all’interno del corpo. Il medico potrebbe chiederti di sottoporsi a una risonanza magnetica del seno se sospetta che ci siano anomalie nel tuo seno.

Perché viene eseguita una risonanza magnetica al seno

Una risonanza magnetica al seno viene utilizzata per esaminare il seno quando altri test di imaging sono inadeguati o inconcludenti, per lo screening del cancro al seno nelle donne ad alto rischio di sviluppare la malattia e per monitorare la progressione del cancro al seno nonché l’efficacia del suo trattamento .

Il medico può anche prescriverti una risonanza magnetica al seno se hai:

  • tessuto mammario denso
  • segni di cancro al seno
  • storia familiare di cancro al seno
  • protesi mammarie che perdono o si rompono
  • nodulo al seno
  • cambiamenti precancerosi del seno

La risonanza magnetica del seno deve essere utilizzata con le mammografie. Mentre la risonanza magnetica al seno può rilevare molte anomalie, ci sono alcuni tumori al seno che una mammografia può visualizzare meglio.

I rischi di una risonanza magnetica al seno

Una risonanza magnetica è considerata un’alternativa più sicura alle scansioni che utilizzano radiazioni, come le scansioni TC, per le donne in gravidanza. Mentre i livelli di radiazioni nelle scansioni TC sono sicuri per gli adulti, non sono sicuri per lo sviluppo di feti.

Non ci sono prove che suggeriscano che i campi magnetici e le onde radio in una risonanza magnetica al seno siano comunque dannosi.

Sebbene più sicure delle scansioni TC, le risonanze magnetiche del seno portano alcune considerazioni:

  • Risultati “falsi positivi”: una risonanza magnetica non sempre distingue tra escrescenze cancerose e non cancerose, quindi può rilevare masse che possono apparire cancerose quando non lo sono. Potrebbe essere necessaria una biopsia per confermare i risultati del test.
  • reazione allergica al colorante di contrasto: la risonanza magnetica utilizza un colorante iniettato nel flusso sanguigno per rendere le immagini più facili da vedere. Il colorante è noto per causare reazioni allergiche e gravi complicazioni per le persone con problemi renali.

Come prepararsi per una risonanza magnetica al seno

Prima della risonanza magnetica, il medico spiegherà il test e rivedrà la tua storia fisica e medica completa. Durante questo periodo, dovresti informare il tuo medico di eventuali farmaci che potresti assumere o di eventuali allergie note. Informi il medico se si dispone di dispositivi medici impiantati, poiché questi possono essere influenzati dal test.

Informi il medico se ha avuto precedenti reazioni allergiche al colorante di contrasto o se le è stato diagnosticato un problema ai reni. Dovresti anche informare il tuo medico se sei incinta, pensi di essere incinta o stai allattando. La risonanza magnetica al seno non è considerata sicura per le donne incinte e le madri che allattano non dovrebbero allattare i loro bambini per circa due giorni dopo il test.

È anche importante programmare la risonanza magnetica all’inizio del ciclo mestruale. Il momento migliore per questo è tra il settimo e il quattordicesimo giorno del ciclo mestruale.

La macchina per la risonanza magnetica si trova in uno spazio stretto e chiuso, quindi dovresti informare il tuo medico se soffri di claustrofobia. Il medico potrebbe somministrarti un sedativo per aiutarti a rilassarti. In casi estremi, il medico può optare per una risonanza magnetica “aperta”, in cui la macchina non è così vicina al corpo. Il tuo medico può spiegare meglio le tue opzioni.

Come viene eseguita una risonanza magnetica al seno

Una macchina per la risonanza magnetica comprende un tavolo piatto che può scorrere dentro e fuori dalla macchina. La parte arrotondata, simile a una ruota, è il punto da cui emettono i magneti e le onde radio per produrre immagini del tuo seno.

Prima della scansione, indosserai un camice da ospedale e rimuoverai tutti i gioielli e i piercing. Se stai usando un colorante a contrasto, una flebo verrà inserita nel tuo braccio in modo che il colorante possa essere iniettato nel flusso sanguigno.

Nella stanza della risonanza magnetica, ti sdraierai a pancia in giù su un tavolo imbottito. Ci saranno depressioni nel tavolo dove riposeranno i tuoi seni. Il tecnico ti farà quindi scivolare nella macchina.

Il tecnico ti darà istruzioni su quando restare fermo e quando trattenere il respiro. Il tecnico sarà in una stanza separata, guardando i monitor che stanno raccogliendo immagini, e quindi queste istruzioni verranno fornite tramite un microfono.

Non sentirai la macchina in funzione, ma potresti sentire alcuni rumori forti, come schiocchi o tonfi, e forse un ronzio. Il tecnico potrebbe darti i tappi per le orecchie.

Il test può richiedere fino a un’ora. Una volta che le immagini sono state registrate, puoi cambiarle e andartene.

Risultati da una risonanza magnetica al seno

Un radiologo esaminerà la risonanza magnetica del seno, detterà i risultati dell’interpretazione e fornirà i risultati al medico, che li esaminerà al ricevimento dei risultati. Il tuo medico ti contatterà per discutere i tuoi risultati o per fissare un appuntamento di follow-up.

Le immagini MRI sono immagini in bianco e nero. I tumori e altre anomalie possono apparire come punti bianchi luminosi. Queste macchie bianche sono dove il colorante di contrasto si è raccolto a causa della maggiore attività cellulare.

Se la tua risonanza magnetica mostra che una massa potrebbe essere cancerosa, il medico ordinerà una biopsia come test di follow-up. Questa è la rimozione chirurgica di un piccolo campione di tessuto dal sospetto nodulo. Una biopsia aiuterà il medico a capire se il nodulo è canceroso o meno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here