Rappresentante degli Stati Uniti sull'Iran: le minacce di Teheran lo isoleranno di più

0
68

WASHINGTON – Le minacce fatte dall'Iran isoleranno ulteriormente il Paese, ha detto venerdì l'inviato americano per l'Iran dopo che l'Ayatollah Ali Khamenei, leader supremo di Teheran, ha detto che la sua lotta potrebbe andare oltre i suoi confini.

"Finché il regime minaccerà il mondo, diventerà più isolato", ha detto ai giornalisti Brian Hook, rappresentante speciale degli Stati Uniti per l'Iran. "Fino a quando l'Iran non si comporterà come una nazione normale, il suo isolamento non farà che approfondire", ha detto.

Nel suo primo sermone di preghiera del venerdì, in otto anni, Khamenei disse ai fedeli che recitavano "Death to America" ​​che le guardie rivoluzionarie d'élite potevano portare la loro battaglia oltre i confini dell'Iran dopo l'uccisione degli Stati Uniti di un comandante iraniano.

Il presidente Donald Trump nel 2018 ha ritirato gli Stati Uniti da un accordo nucleare tra l'Iran e le maggiori potenze, sostenendo che l'accordo era troppo debole e che nuove sanzioni avrebbero costretto l'Iran ad accettare termini più rigorosi.

Le ostilità sono aumentate questo mese dopo che gli Stati Uniti hanno ucciso il più potente comandante militare iraniano in uno sciopero dei droni in Iraq e l'Iran ha reagito lanciando attacchi missilistici contro obiettivi statunitensi in Iraq.