Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Radicolopatia (nervo schiacciato)

Radicolopatia (nervo schiacciato)

0
4

Includiamo prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Se acquisti tramite link in questa pagina, potremmo guadagnare una piccola commissione. Ecco il nostro processo.

Cos’è la radicolopatia?

La radicolopatia è un nervo schiacciato nella colonna vertebrale. Si verifica con i cambiamenti nelle ossa e nelle cartilagini circostanti dovute all’usura o alle lesioni. Questi cambiamenti possono causare pressione su una radice nervosa. Una radice nervosa è la parte di ciascun nervo spinale che esce dal midollo spinale e attraversa un’apertura nella colonna vertebrale.

Quando le tue radici nervose sono compresse, possono infiammarsi, causando intorpidimento, debolezza e dolore. Un trattamento tempestivo e appropriato può ridurre questi sintomi.

Quali sono i sintomi e i tipi di radicolopatia?

I sintomi della radicolopatia possono variare da lievi a gravi. La posizione dei sintomi dipende da quale radice nervosa è interessata.

Esistono tre tipi di radicolopatia:

  • Radicolopatia cervicale è la pressione su una delle radici nervose del collo. Può causare debolezza, bruciore o formicolio o perdita di sensibilità alla spalla, al braccio, alla mano o al dito.
  • Radicolopatia toracica accade quando c’è un nervo schiacciato nella parte superiore della schiena della colonna vertebrale. Ciò provoca dolore al petto e al busto. È raro e può essere scambiato per l’herpes zoster.
  • Radicolopatia lombare è la pressione su una delle radici nervose nella parte bassa della schiena. Può causare dolore all’anca e sciatica o dolore lancinante alla gamba. Nei casi gravi possono verificarsi anche incontinenza, disfunzione sessuale o paralisi.

Ulteriori informazioni: 6 allungamenti per la sciatica »

I sintomi variano a seconda del tipo di radicolopatia che hai. I sintomi possono interessare diverse aree della schiena, delle braccia e delle gambe e possono includere:

  • un dolore acuto che può peggiorare con determinati movimenti
  • un dolore lancinante
  • intorpidimento
  • debolezza e formicolio
  • perdita o cambiamento di sensibilità
  • perdita di riflessi

Cosa causa la radicolopatia?

La radicolopatia si verifica quando un nervo viene compresso dal tessuto circostante. A volte è causato da un’ernia del disco spinale. Questo inizia con un indebolimento o lacerazione del bordo esterno del disco. Il nucleo, o parte interna, spinge quindi verso l’esterno ed esercita una pressione su un nervo spinale vicino.

Gli speroni ossei possono anche causare radicolopatia. Questo è quando l’osso extra si forma su una parte della colonna vertebrale. Gli speroni ossei possono svilupparsi a causa di traumi o artrosi. Questi speroni possono irrigidire la colonna vertebrale e restringere lo spazio in cui si trovano i nervi, provocandone la compressione.

La radicolopatia può derivare dall’invecchiamento o da un trauma.

Chi è a rischio di radicolopatia?

Con l’avanzare dell’età si verificano molti cambiamenti spinali. La radicolopatia colpisce solitamente persone di età compresa tra i 30 ei 50 anni.

Condizioni come l’osteoartrite, l’artrite reumatoide e l’obesità possono aumentare il rischio di radicolopatia. Altri fattori di rischio sono una cattiva postura, anomalie spinali come la scoliosi e movimenti ripetitivi. Le donne incinte hanno un rischio maggiore. Può anche essere ereditario, quindi sei maggiormente a rischio se la tua famiglia ha una storia di radicolopatia.

Come viene diagnosticata la radicolopatia?

Per diagnosticare la radicolopatia, il medico eseguirà prima un esame fisico. Possono quindi eseguire determinati test o scansioni come:

  • una radiografia per visualizzare l’allineamento osseo o il restringimento dei dischi
  • una risonanza magnetica per ottenere immagini di tessuti molli, midollo spinale e radici nervose
  • una TAC per vedere i dettagli fini delle tue ossa, compresi gli speroni ossei
  • un elettromiogramma per misurare gli impulsi elettrici dei muscoli a riposo e durante le contrazioni, che aiuta il medico a identificare i danni
  • uno studio della conduzione nervosa per misurare la capacità dei nervi di inviare segnali elettrici

Come viene trattata la radicolopatia?

Il medico può raccomandare cure domiciliari, farmaci, interventi chirurgici o una combinazione di trattamenti.

Cura della casa

Dovresti limitare le attività che aggravano il tuo dolore. Il medico può prescriverti una stecca, un tutore o un collare morbido per immobilizzare l’area interessata. In questo modo sarà più facile riposare l’area ferita.

Riposo a letto a breve termine o trattamenti con trazione meccanica sono opzioni suggerite dal medico. La trazione prevede l’uso di pesi o altri dispositivi speciali per alleviare la pressione sul nervo spinale creando spazio tra le ossa della colonna vertebrale.

Il medico può anche raccomandare la terapia fisica (PT). Il PT può includere la terapia del caldo e del freddo e altri trattamenti. I tuoi terapisti possono insegnarti come rafforzare, allungare e proteggere l’area interessata.

Ulteriori informazioni: esercizi per il collo per un’ernia del disco »

Per alcune persone, la perdita di peso può aiutare a ridurre la pressione sulla zona interessata.

Farmaci

Alcuni farmaci possono essere efficaci nel trattamento della radicolopatia:

  • analgesici
  • farmaci antinfiammatori non steroidei come ibuprofene (Advil) e naprossene (Aleve)
  • miorilassanti
  • corticosteroidi orali
  • oppioidi da prescrizione per il dolore intenso
  • iniezioni di corticosteroidi spinali nella zona interessata

Chirurgia

Il medico può raccomandare un intervento chirurgico se le tue condizioni non migliorano entro un determinato periodo. Questo è in genere dopo circa sei-12 settimane di trattamento conservativo. Possono anche suggerire un intervento chirurgico se sono interessati più nervi o la funzione nervosa sta diminuendo nonostante il trattamento.

La chirurgia può liberare il nervo colpito dalla pressione. Una procedura è chiamata discectomia. Ciò comporta la rimozione di speroni ossei o parte di un’ernia del disco. Durante questa procedura, potrebbe essere necessario rimuovere o fondere una sezione delle vertebre.

Come con qualsiasi intervento chirurgico, ci sono rischi come infezioni, sanguinamento e complicazioni dovute all’anestesia. Dopo il recupero da un intervento chirurgico, alcune persone potrebbero ancora avere dolore o altri sintomi.

Quali sono le prospettive per la radicolopatia?

La maggior parte delle persone con radicolopatia migliora con trattamenti conservativi come farmaci e PT. La chirurgia è consigliata per alcune persone con radicolopatia. Anche loro di solito migliorano dopo un periodo di recupero. Dopo il trattamento, la maggior parte delle persone è in grado di lavorare e prendere parte ad altre attività quotidiane.

La radicolopatia può essere prevenuta?

Suggerimenti per la salute della colonna vertebrale

  1. Pratica una buona postura. Evita di piegarti e tieni entrambi i piedi sul pavimento quando sei seduto.
  2. Solleva con le ginocchia, non con la schiena. Invece di piegarti per raccogliere qualcosa, piega le ginocchia per raggiungere l’oggetto.
  3. Fai delle pause frequenti quando svolgi lavori ripetitivi.
  4. Indossa scarpe di sostegno. Cerca scarpe con un buon sostegno dell’arco plantare ed evita di indossare tacchi alti per lunghi periodi di tempo.
  5. Incorpora l’esercizio nella tua routine quotidiana. Rimanere in forma può aiutare a proteggere la colonna vertebrale.
Healthline

Riduci le tue possibilità di sviluppare la radicolopatia mantenendo una buona postura e un peso sano.

Utilizzare tecniche sicure quando si sollevano oggetti pesanti per evitare lesioni alla schiena. Ricordati di sollevare con le ginocchia. Ciò significa che dovresti piegare le ginocchia, non la schiena. Chiedi aiuto anche quando sposti oggetti pesanti o ingombranti.

Quando svolgi attività ripetitive, fai pause frequenti.

Anche rimanere fisicamente attivi può aiutare. Sviluppa un programma di esercizi regolari che includa esercizi di forza e flessibilità. Parla sempre con il tuo medico prima di iniziare un esercizio di routine. Una buona salute della colonna vertebrale può fare molto per prevenire la radicolopatia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here