Questo programmatore automatizza il suo lavoro per 6 anni e viene licenziato dopo aver dimenticato come programmare

0
11

Il programmatore automatizza il suo lavoro per 6 anni, sembra davvero pazzesco. Ma sì, avete letto bene, uno sviluppatore ha realizzato uno dei più grandi sogni condivisi dall'”umanità”: essere pagato per non lavorare. Qualcosa che è riuscito a fare fino a sei anni pur adempiendo ai loro obblighi.

Questo programmatore automatizza il suo lavoro per 6 anni e viene licenziato dopo aver dimenticato come programmare

Sì, avete letto bene, uno sviluppatore ha realizzato uno di quei più grandi sogni condivisi dall'”umanità”: essere pagato per non lavorare. Qualcosa che è riuscito a fare fino a sei anni pur adempiendo ai loro obblighi. Ora la domanda è: come? semplicemente automatizzando il proprio lavoro.

All’inizio, l’idea di automatizzare il lavoro sembra davvero fantastica. Dobbiamo solo lavorare sodo all’inizio per lasciare tutto pronto, e poi vivere di rendita. In molti casi un certo grado di automazione, per dedicarci ai compiti che valgono davvero assolutamente necessari.

Ma una cosa è questa, e un’altra è lasciare che la macchina faccia tutto il nostro lavoro. Ma tieni chiaramente a mente questa cosa che una volta scoperto questo, è chiaro che non siamo più richiesti nelle aziende. Questo è quello che è successo all’utente Reddit “FiletOFish1066”, che ha cercato di chiedere aiuto nella comunità dopo essere stato licenziato.

Sì, “FiletOFish1066” è la persona fortunata che ha davvero “lavorato” per Sei anni senza dare alcuna presenza mentale e sforzo. In effetti, sembra che abbia trascorso le sue giornate a navigare su Reddit e altri siti, a giocare a League of Legends e alla fine a fare ciò che gli piaceva mentre riceveva uno stipendio annuale fino a $ 95.000. Non male, vero?

“Da circa 6 anni non faccio nulla al lavoro. Non sto scherzando. Per 40 ore a settimana vado al lavoro, gioco a League of Legends nel mio ufficio, navigo su Reddit e faccio quello che volevo davvero”. Davvero questo ragazzo è un genio oltre che pazzo.

Ecco come questa persona fortunata è fondamentalmente conosciuta come “FiletOFish1066” descrive con le sue stesse parole com’era automatizzare il proprio lavoro:-

“Da circa 6 anni fa fino ad ora, non ho fatto nulla al lavoro. Non sto scherzando. Per 40 ore alla settimana vado al lavoro, gioco a League of Legends nel mio ufficio, navigo su Reddit e faccio quello che mi pare. Negli ultimi 6 anni ho fatto forse 50 ore di vero lavoro. Quindi praticamente niente. E a nessuno importava davvero. I test sono stati tutti eseguiti correttamente. Non ti cago, non avevo nemmeno amici o altro al lavoro, quindi nessuno mi ha mai parlato tranne il mio capo e occasionalmente gli sviluppatori per il software che stavo testando”.

Il fortunato ragazzo “FiletOFish1066” ha infatti lasciato la California State University come laureato in informatica, ed ha avuto la fortuna di ottenere un lavoro come programmatore dedicato al testing dello sviluppo software, una società della Bay area, una delle più potente oggi all’interno delle startup.

Fondamentalmente, era un lavoro di assicurazione della qualità (QA), che doveva verificare che tutto funzionasse correttamente e scrivere del codice se la soluzione era semplice. Ma in seguito ha scoperto di aver completamente dimenticato la cosa che lo ha aiutato a ottenere il lavoro e costruire il suo Autobot e ora il povero “FiletOfFish1066” non ha abilità commerciabili per ottenere un altro lavoro da programmatore.

Tuttavia, né per gioventù né per ignoranza, non riuscì a vedere che questa era la sua migliore occasione per un lavoro stabile e futuro. Invece, ha trascorso i primi 8 mesi di lavoro per sviluppare sistemi per automatizzare il codice di test e infine ha sviluppato un codice che fa automaticamente tutto il suo lavoro, e da allora non è più tornato al suo lavoro.

Ecco cosa ha espresso alla fine “È ora di provare a tagliare la mia dipendenza da League of Legends e dalla birra…..cercherò di esercitarmi a leggere Cracking the Coding Interview e un libro di strutture dati e algoritmi. Farò domanda anche per alcuni lavori. Dopo averci pensato un po’ penso che una volta studiato tutto quello che ho dimenticato, la mia motivazione tornerà. Mi è sempre piaciuto lo sviluppo di software, ero solo un coglione pigro”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here