Quattro escursionisti sudcoreani tra i sette dispersi nella valanga del Nepal

0
66

KATHMANDU – Sette escursionisti, tra cui quattro sudcoreani, sono scomparsi nella regione himalayana nordoccidentale del Nepal dopo che una valanga ha colpito la loro pista, la polizia locale e le autorità escursionistiche hanno riferito sabato.

La zona in cui la valanga ha colpito il gruppo, che comprendeva anche tre guide locali, è stimata a circa 150 km (93,21 miglia) a nord-ovest della capitale nepalese Kathmandu, secondo i funzionari. La valanga è stata innescata da forti piogge e nevicate, hanno detto.

"Quattro dei nostri clienti coreani, che stavano facendo trekking nella regione dell'Annapurna, non sono in contatto e mancano da quando una valanga li ha colpiti venerdì", ha detto a Reuters Sandesh Pandey, che gestisce la compagnia turistica che ha organizzato l'escursione.

Il monte Annapurna, nel nord-ovest del Nepal, è la decima montagna più alta del mondo a 8.091 metri (26.545 piedi) e il suo campo base è popolare con migliaia di escursionisti che visitano ogni anno.

Anche le tre guide nepalesi non sono raggiungibili, ha affermato Mira Acharya, un funzionario del dipartimento del turismo a Kathmandu.

Quattro elicotteri sono stati schierati per la missione di ricerca e salvataggio con polizia e volontari locali anche alla ricerca di escursionisti, ha detto Acharya, aggiungendo tuttavia che le condizioni meteorologiche avverse stavano rendendo difficile l'operazione.

L'incidente arriva quando l'annuale stagione del trekking in Nepal, che ospita otto delle 14 vette più alte del mondo, incluso l'Everest, sta per concludersi.

Potrebbe potenzialmente smorzare l'umore per l'industria turistica della nazione himalayana, ma riprendersi da un devastante terremoto che nel 2015 ha ucciso circa 9.000 persone, tra cui 18 scalatori e le loro guide nel campo base dell'Everest.

Il Nepal a corto di liquidità guadagna il 4% del PIL attraverso le entrate dei turisti.

Circa l'8% dei quasi 1,1 milioni di turisti che hanno visitato il paese nel 2019 hanno fatto escursioni o scalate in montagna, secondo le stime ufficiali.

Separatamente, quattro elicotteri di soccorso hanno evacuato sabato circa 200 escursionisti nella regione dell'Annapurna – circa 140 stranieri – in luoghi più sicuri, ha detto la polizia. Le loro nazionalità non sono ancora note.