Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Quali sono le mie opzioni di trattamento per l'asma allergico? Domande per...

Quali sono le mie opzioni di trattamento per l'asma allergico? Domande per il medico

0
58

Panoramica

L'asma allergico è il tipo più comune di asma, che colpisce circa il 60 percento delle persone con questa condizione. È provocato da allergeni presenti nell'aria come polvere, polline, muffe, peli di animali domestici e altro ancora.

I sintomi includono difficoltà respiratorie, tosse e respiro sibilante. Questi possono essere pericolosi per la vita in caso di attacco grave.

Il medico è una fonte essenziale di informazioni e consigli sul trattamento dell'asma. Porta le tue domande sulla gestione della condizione a ciascuno dei tuoi appuntamenti. Se non sei sicuro di cosa chiedere, ecco alcuni argomenti per aiutarti a iniziare.

Quali sono le mie opzioni di trattamento per l'asma allergico?

L'asma allergica è una condizione a lungo termine, ma comporta anche episodi o attacchi, quando avrai bisogno di un rapido sollievo.

Il medico può raccomandare trattamenti in corso ea breve termine per ridurre i sintomi. In genere iniziano determinando la gravità dei sintomi prima di raccomandare trattamenti specifici.

Determinazione della gravità dell'asma

Esistono quattro categorie di asma. Ogni categoria si basa sulla gravità dell'asma, che viene misurata dalla frequenza dei sintomi.

  • Intermittente. I sintomi si verificano fino a due giorni alla settimana o ti svegliano di notte al massimo due notti al mese.
  • Lieve persistente. I sintomi si verificano più di due volte a settimana, ma non più di una volta al giorno e ti svegliano la notte 3-4 volte al mese.
  • Moderato persistente. I sintomi si verificano ogni giorno e ti svegliano di notte più di una volta alla settimana, ma non tutte le sere.
  • Grave persistente. I sintomi si verificano durante il giorno nella maggior parte dei giorni e spesso ti svegliano di notte.

È importante tenere traccia e monitorare i sintomi per vedere se stanno migliorando. Il medico può raccomandare di utilizzare un misuratore di portata di picco per misurare la funzionalità polmonare. Questo può aiutarti a determinare se l'asma sta peggiorando, anche se non ti senti diverso.

Farmaci ad azione rapida

Molte persone con asma portano un inalatore, che è un tipo di broncodilatatore. Un broncodilatatore ad azione rapida è uno che puoi usare in caso di attacco. Apre le vie respiratorie e facilita la respirazione.

I farmaci ad azione rapida dovrebbero farti sentire meglio rapidamente e prevenire un attacco più grave. Se non aiutano, è necessario cercare cure di emergenza.

Farmaci a breve termine

Il medico può prescrivere altri farmaci che è necessario assumere per un breve periodo quando i sintomi si manifestano. Questi includono corticosteroidi, che sono farmaci antinfiammatori che aiutano con l'infiammazione delle vie aeree. Vengono spesso in forma di pillola.

Farmaci a lungo termine

I farmaci allergici per l'asma a lungo termine sono progettati per aiutarti a gestire la condizione. La maggior parte di questi sono presi su base giornaliera.

  • Corticosteroidi per inalazione. Questi sono farmaci anti-infiammatori come fluticasone (Flonase), budesonide (Pulmicort Flexhaler), mometasone (Asmanex) e ciclesonide (Alvesco).
  • Modificatori dei leucotrieni. Questi sono farmaci orali che alleviano i sintomi fino a 24 ore. Esempi includono montelukast (Singulair), zafirlukast (Accolate) e zileuton (Zyflo).
  • Beta agonisti a lunga durata d'azione. Questi farmaci aprono le vie respiratorie e vengono assunti in combinazione con un corticosteroide. Esempi includono salmeterolo (Serevent) e formoterolo (Foradil).
  • Inalatori combinati. Questi inalatori sono una combinazione di un beta-agonista e un corticosteroide.

Il medico lavorerà con te per trovare il farmaco giusto. È importante mantenere una buona comunicazione con il proprio medico in modo che possano determinare se il tipo o la dose di farmaco deve cambiare.

Come faccio a sapere cosa sta scatenando la mia asma?

L'asma allergico è causato da particelle specifiche chiamate allergeni. Per identificare quali causano problemi, il medico può chiederti quando e dove si manifestano i sintomi dell'allergia.

Un allergologo può anche eseguire esami della pelle e del sangue per determinare a cosa sei allergico. Se vengono rilevati determinati fattori scatenanti, il medico può raccomandare l'immunoterapia, che è un trattamento medico che riduce la sensibilità agli allergeni.

Il medico può anche raccomandare di evitare l'allergene. Ciò significa che dovrai mantenere la tua casa libera da particelle che causano reazioni allergiche.

Potrebbe anche essere necessario evitare luoghi dove si hanno maggiori possibilità di avere un attacco a causa di allergeni nell'aria. Ad esempio, potrebbe essere necessario rimanere all'interno nei giorni in cui il conteggio dei pollini è elevato o rimuovere i tappeti in casa per evitare la polvere.

Devo fare dei cambiamenti nello stile di vita?

Gli allergeni sono la causa principale dell'asma allergico. Stando lontano da questi allergeni, puoi aiutare a prevenire i sintomi dell'asma.

I cambiamenti nello stile di vita che devi fare dipendono dai tuoi trigger specifici. In generale, puoi aiutare a ridurre gli attacchi proteggendo gli allergeni da casa tua e modificando le tue attività quotidiane all'aperto per prevenire l'esposizione.

Cosa succede se non avverto alcun sintomo?

L'asma è una condizione cronica e non esiste una cura. Potresti non avere sintomi, ma devi comunque rimanere in pista con i tuoi farmaci a lungo termine.

È anche importante evitare i fattori scatenanti allergici. Utilizzando un misuratore di portata di picco, è possibile ottenere un indicatore precoce del cambiamento della portata del flusso d'aria, anche prima che si senta l'inizio di un attacco.

E se avessi un attacco improvviso?

Tieni sempre con te farmaci ad azione rapida. Questi dovrebbero aiutarti a sentirti meglio entro 20-60 minuti.

Se i tuoi sintomi non migliorano o continuano a peggiorare, vai in un pronto soccorso o componi il 911. I sintomi gravi che giustificano una visita al pronto soccorso includono l'impossibilità di parlare o camminare a causa della mancanza di respiro e delle labbra o delle unghie blu.

Conserva una copia del tuo piano d'azione per l'asma in modo che le persone intorno a te abbiano le informazioni necessarie per aiutarti.

Cosa succede se i miei farmaci smettono di funzionare?

Se i tuoi farmaci non sembrano funzionare, potresti dover modificare il piano di trattamento.

I sintomi dell'asma allergico possono cambiare nel tempo. Alcuni farmaci a lungo termine potrebbero essere meno efficaci col passare del tempo. È importante discutere i cambiamenti dei sintomi e dei farmaci con il medico.

L'uso di un inalatore o di altri farmaci ad azione rapida troppo spesso è un segno che l'asma allergico non è sotto controllo. Parla con il tuo medico delle tue attuali opzioni di trattamento e se dovrai apportare modifiche.

Esiste una cura per l'asma allergico?

Non esiste una cura per l'asma allergico. Pertanto, è importante aderire ai trattamenti e seguire i consigli del medico.

Ciò può prevenire gravi complicazioni, come il rimodellamento delle vie aeree, che è un restringimento permanente delle vie respiratorie. Questa complicazione influisce sulla capacità di inspirare aria ed espirare aria dai polmoni.

Porta via

Mantenere una buona relazione con il medico aiuta ad avere le giuste informazioni e il supporto per l'asma allergico. Il medico può discutere le opzioni di trattamento in modo approfondito.

Sia i farmaci ad azione rapida che quelli a lungo termine possono aiutarti a gestire la tua condizione e i cambiamenti dello stile di vita possono ridurre l'esposizione ai fattori scatenanti. Adottare queste misure per gestire l'asma allergico può rendere più semplice vivere una vita sana e felice.