Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Qual è la connessione tra gamberetti, colesterolo e salute del cuore?

Qual è la connessione tra gamberetti, colesterolo e salute del cuore?

0
7

Panoramica

Anni fa, i gamberetti erano considerati tabù per le persone che hanno malattie cardiache o stanno osservando il loro numero di colesterolo. Questo perché una piccola porzione di 3,5 once fornisce circa 200 milligrammi (mg) di colesterolo. Per le persone ad alto rischio di malattie cardiache, ciò equivale a una giornata intera. Per tutti gli altri, 300 mg è il limite.

Tuttavia, i gamberetti sono molto poveri di grassi totali, con circa 1,5 grammi (g) per porzione e quasi nessun grasso saturo. Il grasso saturo è noto per essere particolarmente dannoso per il cuore e i vasi sanguigni, in parte perché il nostro corpo può convertirlo in modo efficiente in lipoproteine ​​a bassa densità (LDL), altrimenti noto come colesterolo “cattivo”. Ma un livello di LDL è solo una parte di ciò che influenza il rischio di malattie cardiache. Maggiori informazioni sulle cause e sui rischi delle malattie cardiache.

Cosa dice la ricerca

Poiché i miei pazienti spesso mi chiedono informazioni su gamberetti e colesterolo, ho deciso di rivedere la letteratura medica e ho scoperto uno studio affascinante della Rockefeller University. Nel 1996, la dott.ssa Elizabeth De Oliveira e Silva e colleghi hanno messo alla prova una dieta a base di gamberetti. Diciotto uomini e donne sono stati nutriti con circa 10 once di gamberetti – fornendo quasi 600 mg di colesterolo – ogni giorno per tre settimane. A rotazione, i soggetti sono stati anche alimentati con una dieta di due uova al giorno, fornendo circa la stessa quantità di colesterolo, per tre settimane. Sono stati alimentati con una dieta a basso contenuto di colesterolo di base per altre tre settimane.

Dopo che le tre settimane erano trascorse, la dieta dei gamberetti ha effettivamente aumentato il colesterolo LDL di circa il 7% rispetto alla dieta a basso contenuto di colesterolo. Tuttavia, ha anche aumentato il colesterolo HDL, o colesterolo “buono”, del 12% e abbassato i trigliceridi del 13%. Ciò rivela che i gamberetti hanno avuto un effetto positivo totale sul colesterolo perché hanno migliorato sia l’HDL che i trigliceridi per un totale del 25% con un miglioramento netto del 18%.

UN Studio del 2015 suggerisce che bassi livelli di HDL sono associati all’infiammazione totale in relazione alle malattie cardiache. Pertanto, è desiderabile un HDL più elevato.

La dieta a base di uova è risultata peggiore, aumentando l’LDL del 10% e aumentando l’HDL solo dell’8% circa.

La linea di fondo

La linea di fondo? Il rischio di malattie cardiache si basa su più di un semplice livello di LDL o di colesterolo totale. L’infiammazione è un attore importante nel rischio di malattie cardiache. A causa dei benefici HDL dei gamberetti, puoi goderteli come parte di una dieta intelligente per il cuore.

Forse altrettanto importante, scopri da dove vengono i tuoi gamberetti. Gran parte dei gamberetti attualmente venduti negli Stati Uniti proviene dall’Asia. In Asia, le pratiche agricole, compreso l’uso di pesticidi e antibiotici, sono state devastanti per l’ambiente e possono avere effetti dannosi sulla salute umana. Maggiori informazioni sulle pratiche di allevamento di gamberetti in Asia sul sito web del National Geographic, in un articolo inizialmente pubblicato nel 2004.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here