Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Può una tonsillectomia aiutare la mia psoriasi?

Può una tonsillectomia aiutare la mia psoriasi?

0
5

La causa esatta della psoriasi non è chiara, ma i ricercatori ritengono che alcuni fattori scatenanti causino la condizione, come infezioni e malattie. Le tonsille infette possono svolgere un ruolo nello sviluppo della psoriasi?

Cos’è la psoriasi?

La psoriasi è una condizione autoimmune che causa lo sviluppo troppo rapido delle cellule della pelle. Le cellule si accumulano sulla superficie della pelle perché il ricambio cellulare è molto veloce. Quindi si sviluppano macchie spesse di pelle rossa e ruvida. Puoi riconoscere la psoriasi dalle squame argentee.

È molto probabile che tu abbia questi cerotti sui gomiti e sulle ginocchia, ma possono apparire ovunque sul tuo corpo, compreso il cuoio capelluto, all’interno della bocca o intorno ai genitali. Queste aree possono prudere o diventare doloranti. Se hai molti cerotti attivi, può essere molto scomodo.

La psoriasi è una malattia cronica e non esiste una cura. Tuttavia, ci sono trattamenti efficaci per aiutarti a gestirlo.

Cos’è una tonsillectomia e perché è necessaria?

Le tonsille si trovano nella parte posteriore della gola. Fanno parte del tuo sistema immunitario. Le tue tonsille proteggono il tuo corpo dai germi che entrano attraverso la tua bocca.

A volte le tonsille possono essere infettate. Questa è una condizione chiamata tonsillite. Le tonsille infiammate possono rendere difficile respirare e deglutire, il che può interferire con il sonno. Le tonsille possono anche causare mal di gola e alitosi.

Se soffri spesso di tonsillite, può diventare un problema di qualità della vita. Il medico può suggerire la tonsillectomia o la rimozione chirurgica delle tonsille se altri metodi di prevenzione non funzionano. La tonsillectomia è più comune nei bambini, ma anche gli adulti possono farsi rimuovere le tonsille.

L’intervento viene eseguito in anestesia generale e in genere richiede dai 30 ai 60 minuti. Esistono alcune tecniche diverse: una è la cauterizzazione. Oppure, il chirurgo può utilizzare un bisturi tradizionale, oltre a punti di sutura o cauterizzazione per fermare l’emorragia e chiudere la ferita.

Seguendo entrambe le procedure, la gola sarà dolorante per diversi giorni. La maggior parte delle persone si sente meglio entro pochi giorni o due settimane. Dovresti essere completamente guarito in tre o quattro settimane.

Quali sono i vantaggi e i rischi della tonsillectomia?

Dopo aver rimosso le tonsille, potresti scoprire di avere meno (e meno gravi) infezioni alla gola. Potrebbe essere più facile respirare e deglutire e migliorare il tuo sonno.

Ci sono rischi per qualsiasi intervento chirurgico. La maggior parte delle persone guarisce da una tonsillectomia senza problemi. Ma i rischi includono gonfiore, sanguinamento e infezione. Puoi anche avere una reazione allergica all’anestesia.

Circa il 20% dei pazienti adulti con tonsillectomia presenta una complicazione. Il dieci per cento di questo gruppo finisce al pronto soccorso. E circa l’1,5% viene ammesso entro due settimane da una tonsillectomia. Le ragioni vanno dall’emorragia postoperatoria e dalla disidratazione, al dolore all’orecchio, al naso o alla gola.

Qual è la connessione tra tonsille e psoriasi?

La gola di streptococco è stata collegata con l’inizio della psoriasi. Quindi, ha senso che una tonsillectomia riduca il numero di infezioni alla gola e diminuisca i trigger psoriasici. Una recensione del 2014 pubblicata su Giornale dell’American Academy of Dermatologyhanno esaminato gli studi pubblicati tra il 1960 e il 2013. I ricercatori hanno scelto 20 articoli che coinvolgono 410 persone con psoriasi che avevano avuto tonsillectomie. Di questi, 290 hanno mostrato un miglioramento della loro psoriasi dopo la procedura. Alcuni hanno continuato a ricadere.

La maggior parte degli studi utilizzati nella revisione erano case report, studi retrospettivi e studi osservazionali. Solo uno era uno studio controllato randomizzato. Quel piccolo studio includeva 29 persone con psoriasi e solo 15 avevano avuto tonsillectomia. Di questi, 13 hanno avuto un miglioramento dal 30 al 90% dei sintomi della psoriasi.

Sono necessarie molte più ricerche prima che i medici possano determinare chi potrebbe trarre vantaggio da questo approccio e se sarà utile a lungo termine. Non ci sono dati sufficienti per sostenere il caso in questo momento.

Come dovrebbe essere trattata la psoriasi?

La psoriasi è una condizione permanente, quindi è fondamentale che impari tutte le opzioni di trattamento. Esistono diversi modi per affrontare il trattamento. Potrebbero essere necessari alcuni esperimenti per trovare il trattamento migliore per te. Il medico probabilmente inizierà prescrivendo unguenti topici per rallentare il ricambio cellulare della pelle e alleviare i sintomi.

La terapia della luce è un altro trattamento comune per la psoriasi. A volte è associato a un farmaco che rende la pelle più sensibile alla luce. Anche farmaci orali e medicinali iniettabili possono essere usati per trattare la psoriasi. Questi sono chiamati trattamenti sistemici.

Potrebbe essere necessario modificare alcuni di questi trattamenti man mano che i sintomi della psoriasi cambiano. Se soffri sia di psoriasi che di frequenti attacchi di tonsillite, parla con il tuo medico delle opzioni di trattamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here