Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Può l’esercizio invertire o prevenire le malattie cardiache?

Può l’esercizio invertire o prevenire le malattie cardiache?

0
7

Cosa puoi fare per prevenire o invertire le malattie cardiache? Gli studi indicano che abbinare una dieta sana con un regolare esercizio fisico è il modo migliore non solo per prevenire le malattie cardiache, ma per invertire alcuni fattori di rischio.

È necessario battere chilometri in palestra ogni giorno o una semplice passeggiata di 30 minuti farà il trucco? È sempre meglio consultare il proprio medico, ma la maggior parte delle ricerche mostra che qualsiasi tipo di esercizio che ti piace e che eseguirai regolarmente è il migliore.

Perché l’esercizio è importante

Il cuore ha bisogno di esercizio proprio come qualsiasi altro muscolo. I muscoli che vengono utilizzati regolarmente diventano più forti e più sani, mentre i muscoli che non vengono utilizzati si indeboliscono e si atrofizzano. Quando viene esercitato, il cuore può pompare più sangue attraverso il corpo e continuare a lavorare con un’efficienza ottimale con poco sforzo. Questo probabilmente lo aiuterà a rimanere in buona salute più a lungo. L’esercizio fisico regolare aiuta anche a mantenere flessibili le arterie e altri vasi sanguigni, garantendo un buon flusso sanguigno e una pressione sanguigna normale.

Il pericolo di inattività

Secondo il giornale dell’American Heart Association Circolazione, ben 250.000 decessi all’anno negli Stati Uniti possono essere attribuiti alla mancanza di esercizio fisico regolare. Vivere uno stile di vita sedentario o inattivo è stato costantemente uno dei primi cinque fattori di rischio per le malattie cardiache. Altri fattori di rischio includono ipertensione, colesterolo alto, fumo e obesità. Quelli con bassi livelli di forma fisica sperimentano anche un tasso più elevato di eventi cardiovascolari, come infarto e morte.

Secondo una ricerca dell’Università della Carolina del Sud, gli uomini che hanno segnalato più di 23 ore a settimana di attività sedentaria hanno avuto un rischio maggiore del 64% di morire di malattie cardiache rispetto a quelli che hanno riportato meno di 11 ore. L’inattività influisce anche su altri fattori di rischio per le malattie cardiache. Ad esempio, secondo il Centro medico dell’Università del Maryland, le persone sedentarie hanno un rischio maggiore del 35% di sviluppare ipertensione rispetto alle persone fisicamente attive.

I vantaggi dell’esercizio

Mentre la mancanza di attività fisica aumenta il rischio di malattie cardiache, impegnarsi in un regolare esercizio fisico lo riduce. Considera quanto segue:

  • Secondo Elijah Saunders, MD, capo della sezione ipertensione della Divisione di Cardiologia di Medicina Scolastica dell’Università del Maryland, l’esercizio fisico aiuta a controllare la pressione sanguigna perché stimola “l’ossido nitrico”, che mantiene i vasi sanguigni aperti.
  • Uno studio pubblicato su British Medical Journal ha scoperto che le donne che si sono impegnate a camminare regolarmente a ritmo sostenuto hanno aumentato i loro livelli di colesterolo HDL (“buono”). Questo esercizio regolare era correlato a una riduzione di oltre il 50% degli eventi coronarici.
  • I ricercatori hanno scoperto che i pazienti con attacco di cuore che hanno partecipato a un programma di esercizi fisici hanno sperimentato un tasso di mortalità ridotto dal 20 al 25%. Alcuni studi hanno mostrato un tasso di riduzione ancora più elevato. Diverse ampie revisioni di ricerche passate concludono anche che quei pazienti che si dedicano alla riabilitazione basata sull’esercizio dopo un infarto hanno maggiori probabilità di vivere più a lungo.
  • Una revisione degli studi dell’ultimo mezzo secolo mostra che l’attività fisica riduce il rischio di malattia coronarica. I soggetti più attivi fisicamente avevano generalmente tassi di malattia inferiori del 50% rispetto a quelli sedentari.
  • Una meta-analisi di 52 prove di allenamento fisico con quasi 5.000 soggetti ha mostrato riduzioni dei livelli di trigliceridi e colesterolo LDL (“cattivo”).
  • Anche quelli con insufficienza cardiaca hanno beneficiato dell’esercizio, che aumenta la capacità del cuore di pompare il sangue nel tempo e migliora la qualità della vita. In 15 studi controllati, ad esempio, è stato riscontrato che l’allenamento fisico aumenta la gittata cardiaca massima di oltre il 20%.

Quanto è sufficiente?

Secondo l’American Heart Association, fare esercizio per 30 minuti al giorno cinque giorni alla settimana migliorerà la salute del cuore e contribuirà a ridurre il rischio di malattie cardiache. Definiscono “attività fisica” tutto ciò che ti fa muovere il corpo e bruciare calorie. Ciò include: salire le scale, praticare sport, camminare, fare jogging, nuotare, andare in bicicletta e altro ancora.

Qualunque cosa tu faccia, tutti gli studi indicano che un po ‘di esercizio è meglio di niente. Secondo una recensione pubblicata in Circolazione, le persone che si sono impegnate in 150 minuti di attività ricreativa a intensità moderata a settimana avevano un rischio inferiore del 14% di malattia coronarica rispetto a quelle che non hanno segnalato alcun esercizio. Più ti alleni, minore è il rischio. La Mayo Clinic suggerisce che puoi anche beneficiare di intervalli di 10 minuti più volte al giorno.

Verificare sempre con il proprio medico prima di iniziare un programma di esercizi. Possono aiutarti a trovare attività che aumenteranno la salute del tuo cuore senza il rischio di lesioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here