Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Punti chiave dell’hangout di Google+ per la Giornata mondiale contro l’AIDS

Punti chiave dell’hangout di Google+ per la Giornata mondiale contro l’AIDS

0
5

Il 1 ° dicembre 2014, Healthline ha tenuto un Hangout di Google+ presentato da Josh Robbins per celebrare la Giornata mondiale contro l’AIDS. Josh è diventato famoso nella comunità dell’HIV quando ha pubblicato un video di se stesso all’appuntamento del medico dove ha appreso per la prima volta di essere sieropositivo. Da allora è diventato un noto e influente attivista per l’HIV. Nel ritrovo del 1 ° dicembre, Josh ha intervistato due sostenitori a lungo termine sieropositivi, Maria Meija e Alex Garner, e ha discusso lo stato attuale dell’attivismo rispetto all’attivismo quasi 30 anni fa.

1. Agisci

Maria Meija spiega che l’attivismo si presenta in tutte le forme. Ciò che conta di più è solo che tu agisca. Che tu sia un blogger, un oratore motivazionale o lavori per un’organizzazione no profit, tutti hanno l’opportunità di fare la differenza. Ogni voce conta e ogni azione è importante. Non aver paura di essere coinvolto e di contribuire alla causa in qualsiasi modo tu possa.

2. Umanizzare la condizione

Che sia o meno evidente nella nostra vita quotidiana, ci sono ancora stigmi legati all’HIV. Attraverso l’istruzione possiamo umanizzare la condizione e lavorare per rimuovere questo stigma. In passato, le diagnosi di HIV venivano spesso tenute nascoste a causa delle controversie che circondavano la condizione. Questo non deve essere vero oggi. Aprendo la conversazione sull’HIV, possiamo educare i giovani e, a nostra volta, aiutare nella prevenzione. Non possiamo più lasciare che il silenzio conduca all’ignoranza. È nostra responsabilità educare e ricevere un’istruzione.

3. Condividi la responsabilità

Dobbiamo lavorare tutti insieme per porre fine all’HIV. Questa non è la preoccupazione di un solo gruppo di persone. Se tutti presumiamo che qualcun altro risolverà il problema, allora il problema non sarà risolto. Abbiamo la conoscenza e il potere di unirci e di resistere a questa condizione. E la responsabilità non ricade solo su coloro che sono sieropositivi. Lavorare per vivere in un mondo libero dall’HIV richiederà uno sforzo da parte di tutti noi.

Guarda i momenti salienti dell’hangout

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here