Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Prostatite acuta: cause, sintomi e diagnosi

Prostatite acuta: cause, sintomi e diagnosi

0
3

Cos’è la prostatite acuta?

La prostatite acuta si verifica quando la ghiandola prostatica si infiamma improvvisamente. La ghiandola prostatica è un piccolo organo a forma di noce situato alla base della vescica negli uomini. Secerne il fluido che nutre il tuo sperma. Quando si eiacula, la ghiandola prostatica spreme questo fluido nell’uretra. Costituisce una grande porzione del tuo sperma.

La prostatite acuta è solitamente causata dagli stessi batteri che causano infezioni del tratto urinario (UTI) o malattie a trasmissione sessuale (MST). I batteri possono raggiungere la prostata dal sangue. Può entrare nella prostata durante o dopo una procedura medica, come una biopsia. Può anche essere causato da infezioni in altre parti del tratto genito-urinario.

Quali sono i sintomi della prostatite acuta?

Se hai una prostatite acuta, potresti sviluppare:

  • brividi
  • la febbre
  • dolore pelvico
  • minzione dolorosa
  • sangue nelle urine
  • urina maleodorante
  • un flusso urinario diminuito
  • difficoltà a svuotare la vescica
  • difficoltà a iniziare a urinare
  • aumento della frequenza della minzione
  • eiaculazione dolorosa
  • sangue nel tuo sperma
  • disagio durante i movimenti intestinali
  • dolore sopra l’osso pubico
  • dolore ai genitali, ai testicoli o al retto

Quali sono le cause della prostatite acuta?

Qualsiasi batterio che causa le infezioni del tratto urinario può causare prostatite. I batteri che comunemente causano infezioni del tratto urinario e prostatite includono:

  • Proteus specie
  • Klebsiella specie
  • Escherichia coli

Alcuni batteri che causano malattie sessualmente trasmissibili, come la clamidia e la gonorrea, possono anche causare prostatite batterica acuta. Altre condizioni che possono portare a prostatite batterica acuta includono:

  • uretrite o infiammazione dell’uretra
  • epididimite, o infiammazione dell’epididimo, che è il tubo che collega i testicoli e il dotto deferente
  • fimosi, che è l’incapacità di tirare indietro il prepuzio del tuo pene
  • lesioni al perineo, che è l’area tra lo scroto e il retto
  • ostruzione del deflusso vescicale, che può verificarsi a causa di un ingrossamento della prostata o di calcoli nella vescica
  • cateteri urinari o cistoscopia

Chi è a rischio di prostatite acuta?

I fattori che aumentano il rischio di infezioni del tratto urinario, malattie sessualmente trasmissibili e uretrite aumentano anche il rischio di prostatite acuta. Ad esempio, questi fattori di rischio includono:

  • non bere abbastanza liquidi
  • utilizzando un catetere urinario
  • avere più partner sessuali
  • avere rapporti vaginali o anali non protetti

Altri fattori di rischio includono:

  • avere più di 50 anni
  • avere un UTI
  • avere una storia di prostatite
  • avere determinati geni che possono renderti più suscettibile alla prostatite
  • avere lesioni pelviche da andare in bicicletta o andare a cavallo
  • avere orchite o infiammazione dei testicoli
  • avere l’HIV
  • avere l’AIDS
  • essere sotto stress psicologico

Come viene diagnosticata la prostatite acuta?

Probabilmente il tuo medico inizierà ponendo domande sulla tua storia medica. Condurranno anche un esame fisico.

Probabilmente effettueranno un esame rettale digitale (DRE). Durante questa procedura, inseriranno delicatamente un dito guantato e lubrificato nel tuo retto. La tua prostata si trova davanti al tuo retto, dove il tuo medico può sentirla facilmente. Se hai una prostatite batterica acuta, probabilmente sarà gonfia e tenera.

Durante un DRE, il medico può anche massaggiare la prostata per spremere una piccola quantità di liquido nell’uretra. Possono raccogliere un campione di questo fluido per il test. I tecnici di laboratorio possono controllarlo per i segni di infezione

Il medico può anche sentire i linfonodi nell’inguine, che possono essere ingrossati e teneri.

Possono anche condurre o ordinare test aggiuntivi, come:

  • un’emocoltura per escludere i batteri nel sangue
  • un’analisi delle urine o un’urinocoltura per testare la presenza di sangue, globuli bianchi o batteri nelle urine
  • un tampone uretrale per testare la gonorrea o la clamidia
  • test urodinamici per sapere se hai problemi a svuotare la vescica
  • una cistoscopia per esaminare l’interno dell’uretra e della vescica alla ricerca di segni di infezione

Come viene trattata la prostatite acuta?

Il medico probabilmente prescriverà antibiotici per 4-6 settimane per trattare la prostatite batterica acuta. Il trattamento può durare più a lungo se si verificano episodi ricorrenti. Il tipo specifico di antibiotico dipenderà dai batteri che causano la tua condizione.

Il medico può anche prescrivere alfa-bloccanti per alleviare i sintomi. Questi farmaci rilassano i muscoli della vescica. Possono aiutare a ridurre il disagio urinario. Gli esempi includono doxazosina, terazosina e tamsulosina. Il medico può anche raccomandare antidolorifici da banco, come paracetamolo e ibuprofene.

Il medico potrebbe consigliarti di modificare le tue abitudini quotidiane per alleviare i sintomi. Ad esempio, potrebbero incoraggiarti a:

  • evitare di andare in bicicletta o indossare pantaloncini imbottiti per diminuire la pressione sulla prostata
  • evitare alcol, caffeina e cibi piccanti e acidi
  • sedersi su un cuscino o un cuscino a ciambella
  • fare bagni caldi

Qual è la prospettiva a lungo termine per le persone con prostatite acuta?

La prostatite acuta di solito scompare con antibiotici e adattamenti dello stile di vita. In alcuni casi, può ripresentarsi e diventare prostatite cronica. Chiedi al tuo medico ulteriori informazioni sulla tua condizione specifica, sulle opzioni di trattamento e sulle prospettive. Potrebbero consigliarti di adottare alcune misure per ridurre il rischio di infezioni ricorrenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here