Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Prognosi del cancro al seno: tassi di sopravvivenza per stadio, età e...

Prognosi del cancro al seno: tassi di sopravvivenza per stadio, età e razza

0
4

Il cancro al seno è la forma più comune di cancro che colpisce le donne. L’incidenza è in crescita, con circa 2 milioni di nuovi casi nel mondo ogni anno.

Quando ricevi una prognosi di cancro al senoS, il medico valuterà il probabile decorso e l’esito della sua condizione. Questo varia da persona a persona e ci sono una serie di fattori che influenzano la prognosi, tra cui l’età di una persona e il tipo, il grado e le dimensioni del cancro.

Solo negli Stati Uniti, l’American Cancer Society (ACS) prevede che il 13% delle donne svilupperà il cancro al seno nel corso della propria vita.

Il National Cancer Institute (NCI) stima che circa 276.480 donne verrà diagnosticato un cancro al seno nel 2020 e circa 42.170 moriranno a causa della malattia.

L’ACS prevede anche che a circa 2.620 uomini verrà diagnosticato un cancro al seno nel 2020 e che circa 520 moriranno a causa della malattia.

C’è stato un piccolo aumento dell’incidenza del cancro al seno dal 2007 al 2016, quando è aumentato dello 0,3 percento ogni anno.

Grazie alla diagnosi precoce e al trattamento migliorato, i decessi per cancro al seno sono diminuiti del 40% dal 1989 al 2017, secondo l’ACS.

Mentre i tassi di mortalità per cancro al seno sono rimasti stabili dal 2007 per le donne sotto i 50 anni, il tasso di mortalità per le donne anziane è diminuito dell’1,3% ogni anno dal 2013 al 2017.

Tassi di sopravvivenza per età

Il rischio di sviluppare il cancro al seno aumenta con l’età. L’NCI riporta che delle donne a cui è stato diagnosticato un cancro al seno negli Stati Uniti dal 2013 al 2017, meno del 2 percento di loro avevano meno di 35 anni.

L’età media in cui alle donne viene diagnosticato il cancro al seno è di 62 anni.

Grafico dei decessi per cancro al seno delle donne per anno
Fonte immagine: National Cancer Institute / seer.cancer.gov/csr/1975_2013/browse_csr.php

Tassi di sopravvivenza a 5 anni, 10 anni, 30 anni

I tassi di sopravvivenza del cancro al seno confrontano il numero di donne con cancro al seno con il numero di donne nella popolazione complessiva per stimare la quantità di tempo che le donne con cancro al seno possono vivere dopo la diagnosi.

Ad esempio, se il tasso di sopravvivenza per uno stadio di cancro al seno durante un periodo di 5 anni è del 90%, significa che le donne a cui è stato diagnosticato quel cancro hanno il 90% delle probabilità di sopravvivere per 5 anni rispetto alle donne che non hanno il cancro al seno. cancro.

I tassi di sopravvivenza si basano sulle informazioni fornite dal Sorveglianza, epidemiologia e risultati finali (SEER) banca dati, che l’NCI mantiene.

SEER non raggruppa i tumori al seno per stadi da 0 a 4. Li raggruppa nelle seguenti fasi:

  • localizzato: quando il cancro non si è diffuso al di fuori del seno
  • regionale: quando si diffonde al di fuori del seno ai linfonodi vicini
  • distante: quando si diffonde ad altre parti del corpo, come fegato, polmoni o ossa

Lo riferisce l’NCI 90 percento delle donne con cancro al seno sopravvive 5 anni dopo la diagnosi. Questo tasso di sopravvivenza include tutte le donne con cancro al seno, indipendentemente dallo stadio.

Il tasso di sopravvivenza a 5 anni per le donne con diagnosi di cancro al seno localizzato è di circa il 99%.

Per le donne a cui è stato diagnosticato un cancro al seno regionale, tale cifra scende a circa l’86 percento. Le donne a cui viene diagnosticato un cancro al seno a distanza hanno circa il 28% di probabilità di sopravvivere per 5 anni.

Uno studio del NCI del 2017 ha mostrato che dal 1992 al 1994 e dal 2005 al 2012, il tasso di sopravvivenza a 5 anni per le donne di età compresa tra 15 e 49 anni con diagnosi di cancro al seno a distanza è raddoppiato, dal 18% al 36%.

Fonte immagine: National Cancer Institute / seer.cancer.gov/statfacts/html/breast.html

Tasso di sopravvivenza a 10 anni

L’ACS riferisce che il tasso di sopravvivenza medio a 10 anni per le donne con diagnosi di cancro al seno è dell’84%.

Un altro studio su oltre 4.200 giovani donne con cancro al seno ha rilevato che il tasso di sopravvivenza a 10 anni per le donne con tumori inferiori a 2 cm era dell’89 percento.

Per quelli con tumori pari a 2 cm, era dell’86 percento e per quelli con tumori più grandi, il tasso di sopravvivenza era dell’81 percento.

Tasso di sopravvivenza a 30 anni

Il tasso medio per le donne che sopravvivono almeno 15 anni dopo la diagnosi di cancro al seno è dell’80%. Le statistiche non sono disponibili per i tassi di sopravvivenza per stadio del cancro.

I ricercatori hanno scoperto che le donne con diagnosi di carcinoma mammario in stadio 1 hanno tassi di sopravvivenza a 30 anni più elevati rispetto a quelle con diagnosi di carcinoma mammario in stadio 2, 3 o 4. Ogni stadio avanzato ha tassi di sopravvivenza inferiori rispetto agli stadi precedenti.

Ciò era vero indipendentemente dal fatto che le donne avessero subito un intervento chirurgico, un intervento chirurgico con radioterapia o una combinazione di trattamenti tra cui chirurgia, radioterapia, chemioterapia e terapia endocrina.

Tassi di sopravvivenza per stadio del cancro al seno

Le fasi del cancro al seno si riferiscono a quanto il cancro è cresciuto e quanto si è diffuso. Generalmente, prima viene diagnosticato e trattato il cancro al seno, maggiori sono le possibilità di sopravvivenza a lungo termine.

  • Fase 0. Questa è una fase precancerosa senza cellule tumorali invasive.
  • Fase 1 (localizzata). Il tumore è piccolo e localizzato al seno. L’American Society of Clinical Oncology (ASCO) riferisce che il 62% delle donne viene diagnosticato allo stadio 1.
  • Fase 2 (localizzata). Il tumore è maggiore di 2 cm o si è diffuso ai linfonodi sotto il braccio.
  • Fase 3 (regionale). Questo stadio include tumori che si sono diffusi alla pelle, alla parete toracica o a più linfonodi all’interno o vicino al seno.
  • Fase 4 (distante). Questo è il cancro al seno metastatico, il che significa che si è diffuso a una o più parti distanti del corpo, più comunemente alle ossa, ai polmoni o al fegato.

Le fasi si basano sui seguenti fattori:

  • dimensione del tumore
  • se i linfonodi nell’area delle ascelle contengono cancro
  • se il cancro ha metastatizzato, il che significa che si è diffuso ad altre parti del corpo

Dal 2018 sono stati utilizzati anche i seguenti fattori per determinare lo stadio del cancro al seno:

  • se le cellule tumorali hanno recettori ormonali e hanno bisogno di estrogeni o progesterone per crescere
  • se le cellule tumorali hanno la proteina HER2 (recettore del fattore di crescita epidermico umano 2) che le aiuta a crescere
  • “grado” del tumore, che significa quanto appaiono aggressive le cellule al microscopio
Fonte immagine: National Cancer Institute / seer.cancer.gov/statfacts/html/breast.html

Tassi di sopravvivenza per razza

Le donne bianche negli Stati Uniti hanno maggiori probabilità di ricevere una diagnosi di cancro al seno. Tra il 2013 e il 2017, 131,3 per 100.000 donne bianche sono state diagnosticate con la malattia.

C’è, tuttavia, una variazione all’interno di quel gruppo: le donne bianche non ispaniche avevano molte più probabilità di essere diagnosticate rispetto alle donne bianche ispaniche.

Fonte immagine: National Cancer Institute / seer.cancer.gov/statfacts/html/breast.html

Le donne di colore sono il secondo gruppo più probabile a contrarre il cancro al seno (124,8 per 100.000 donne), seguite dalle donne asiatiche e delle isole del Pacifico (102,9), ispaniche (99,1) e indiane d’America e native dell’Alaska (79,5).

I tassi di sopravvivenza variano anche in base alla razza e all’etnia.

Dal 2013 al 2017, le donne asiatiche e delle isole del Pacifico hanno avuto il tasso di mortalità più basso, a 11,4 per 100.000 donne. Seguono donne ispaniche (14,0), indiane d’America e native dell’Alaska (14,6), donne bianche (19,8) e donne bianche non ispaniche (21.0).

Le donne di colore avevano il più alto tasso di mortalità, a 27,6 per 100.000 donne, nonostante fossero il secondo gruppo più probabile a contrarre il cancro al seno.

Ciò potrebbe essere dovuto alla mancanza di accesso alle cure. Fattori socioeconomici sembrano influenzare la disparità nella mortalità per cancro al seno. Questi includono:

  • povertà
  • cultura
  • ingiustizia sociale

UN Studio 2018 hanno scoperto che le donne nere possono avere più difficoltà delle donne bianche a concedersi e ottenere una terapia endocrina per aumentare i loro tassi di sopravvivenza.

Per aiutare a ridurre questa disparità razziale nel cancro al seno, il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) riferisce che le agenzie di sanità pubblica stanno cercando di garantire che tutte le donne siano in grado di ricevere screening e cure.

Fattori che influenzano le prospettive

Il fattore più importante che influenza la sopravvivenza del cancro al seno è se il cancro ha metastatizzato o si è diffuso ad altri organi del corpo. Prima la diagnosi, maggiore è la possibilità di curare il cancro al seno prima che progredisca.

Alcuni tipi di cancro al seno sono più aggressivi di altri. I tassi di sopravvivenza a cinque anni tendono ad essere inferiori per le donne con diagnosi di carcinoma mammario triplo negativo (TNBC).

È più probabile che il TNBC si diffonda e si ripresenti, specialmente nei primi 3-5 anni. Dopo 5 anni, tale rischio può essere inferiore rispetto ad altri sottotipi di cancro al seno.

Le donne di colore hanno maggiori probabilità di contrarre questo sottotipo più aggressivo di cancro al seno.

Uno studio del 2019 ha rilevato che il tasso di TNBC dal 2010 al 2015 era più alto per le donne nere nate negli Stati Uniti e nell’Africa occidentale, seguite dalle donne nere nate nei Caraibi e dalle donne nere nate nell’Africa orientale.

Miglioramento delle prospettive

Lo screening regolare per il cancro al seno può aiutare a rilevarlo nelle sue prime fasi. La maggior parte delle organizzazioni raccomandare lo screening con una mammografia ogni anno a partire dall’età di 45 anni.

L’ACS raccomanda inoltre che le donne con una storia familiare molto forte o una predisposizione genetica allo sviluppo del cancro al seno dovrebbero ottenere una risonanza magnetica annuale oltre a una mammografia.

Se ti è stato diagnosticato un cancro al seno, tieni presente che i tassi di sopravvivenza sono solo statistiche generali. Potrebbero non riflettere il fatto che i metodi per diagnosticare e curare il cancro al seno stanno migliorando continuamente.

E ognuno è diverso. La tua prospettiva personale dipende da molti fattori, quindi parla con il tuo medico della tua prospettiva per avere un’idea migliore di cosa aspettarti.

Leggi questo articolo in spagnolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here