Problemi mestruali

0
3

Quali sono i problemi mestruali?

I cicli mestruali spesso provocano una serie di sintomi fastidiosi che portano al ciclo. La sindrome premestruale (PMS) comprende i problemi più comuni, come lievi crampi e affaticamento, ma i sintomi di solito scompaiono quando iniziano le mestruazioni.

Tuttavia, possono verificarsi anche altri problemi mestruali più gravi. Le mestruazioni troppo pesanti o troppo leggere, o la completa assenza di un ciclo, possono suggerire che ci sono altri problemi che stanno contribuendo a un ciclo mestruale anormale.

Ricorda che un ciclo mestruale “normale” significa qualcosa di diverso per ogni donna. Un ciclo regolare per te potrebbe essere anormale per qualcun altro. È importante rimanere in sintonia con il tuo corpo e parlare con il tuo medico se noti cambiamenti significativi nel tuo ciclo mestruale.

Ci sono diversi problemi mestruali che potresti riscontrare.

Sindrome premestruale

La sindrome premestruale si verifica una o due settimane prima dell’inizio del ciclo. Alcune donne sperimentano una serie di sintomi fisici ed emotivi. Altri sperimentano pochi sintomi o addirittura nessuno. La sindrome premestruale può causare:

  • gonfiore
  • irritabilità
  • mal di schiena
  • mal di testa
  • dolore al seno
  • acne
  • voglie di cibo
  • stanchezza eccessiva
  • depressione
  • ansia
  • sentimenti di stress
  • insonnia
  • stipsi
  • diarrea
  • lievi crampi allo stomaco

Potrebbero verificarsi sintomi diversi ogni mese e anche la gravità di questi sintomi può variare. La sindrome premestruale è scomoda, ma generalmente non è preoccupante a meno che non interferisca con le normali attività.

Periodi pesanti

Un altro problema mestruale comune è un periodo pesante. Chiamata anche menorragia, i periodi pesanti ti fanno sanguinare più del normale. Potresti anche avere le mestruazioni più lunghe della media di 5-7 giorni.

La menorragia è principalmente causata da squilibri nei livelli ormonali, in particolare progesterone ed estrogeni.

Altre cause di sanguinamento mestruale abbondante o irregolare includono:

  • pubertà
  • infezioni vaginali
  • infiammazione della cervice
  • tiroide ipoattiva (ipotiroidismo)
  • tumori non cancerosi dell’utero (fibromi)
  • cambiamenti nella dieta o nell’esercizio fisico

Periodi assenti

In alcuni casi, le donne potrebbero non avere il ciclo. Questo si chiama amenorrea. L’amenorrea primaria si verifica quando non si hanno le prime mestruazioni entro i 16 anni. Ciò può essere causato da un problema con la ghiandola pituitaria, un difetto congenito del sistema riproduttivo femminile o un ritardo nella pubertà. L’amenorrea secondaria si verifica quando interrompi il ciclo regolare per sei mesi o più.

Le cause comuni di amenorrea primaria e amenorrea secondaria negli adolescenti includono:

  • anoressia
  • tiroide iperattiva (ipertiroidismo)
  • Cisti ovariche
  • improvviso aumento o perdita di peso
  • fermare il controllo delle nascite
  • gravidanza

Quando gli adulti non hanno le mestruazioni, le cause comuni sono spesso diverse. Questi possono includere:

  • insufficienza ovarica prematura
  • malattia infiammatoria pelvica (un’infezione riproduttiva)
  • fermare il controllo delle nascite
  • gravidanza
  • l’allattamento al seno
  • menopausa

Un periodo mancato potrebbe significare che sei incinta. Se sospetti di essere incinta, assicurati di fare un test di gravidanza. I test di gravidanza in farmacia sono il modo meno costoso per determinare se sei incinta o meno. Per ottenere i risultati più accurati, attendi fino a quando non hai perso il ciclo di almeno un giorno prima di fare il test.

Periodi dolorosi

Non solo il ciclo può essere più leggero o più pesante del normale, ma può anche essere doloroso. I crampi sono normali durante la sindrome premestruale e si verificano anche quando l’utero si contrae all’inizio del ciclo. Tuttavia, alcune donne provano un dolore lancinante. Chiamata anche dismenorrea, le mestruazioni estremamente dolorose sono probabilmente legate a un problema medico sottostante, come:

  • fibromi
  • Malattia infiammatoria pelvica
  • crescita anormale del tessuto al di fuori dell’utero (endometriosi)

Diagnosi di problemi mestruali

Il primo passo per diagnosticare i problemi mestruali è consultare il medico. Il tuo medico vorrà conoscere i tuoi sintomi e da quanto tempo li hai sperimentati. Può essere utile essere preparato con appunti sul ciclo mestruale, su quanto è regolare e su eventuali sintomi che hai riscontrato. Il tuo medico può utilizzare queste note per aiutarti a capire cosa è anormale.

Oltre a un esame fisico, il medico probabilmente eseguirà un esame pelvico. Un esame pelvico consente al medico di valutare i tuoi organi riproduttivi e di determinare se la tua vagina o cervice è infiammata. Verrà eseguito anche un Pap test per escludere la possibilità di cancro o altre condizioni sottostanti.

Gli esami del sangue possono aiutare a determinare se gli squilibri ormonali stanno causando i tuoi problemi mestruali. Se sospetti di essere incinta, il tuo medico o infermiere ordinerà un test di gravidanza del sangue o delle urine durante la tua visita.

Altri test che il medico può utilizzare per diagnosticare l’origine dei problemi mestruali includono:

  • biopsia endometriale (utilizzata per estrarre un campione del rivestimento uterino che può essere inviato per ulteriori analisi)
  • isteroscopia (una piccola telecamera viene inserita nell’utero per aiutare il medico a rilevare eventuali anomalie)
  • ecografia (utilizzata per produrre un’immagine del tuo utero)

Trattare i problemi mestruali

Il tipo di trattamento dipenderà da cosa sta causando i problemi con il tuo ciclo mestruale. Le pillole anticoncezionali possono alleviare i sintomi della sindrome premestruale e regolare i flussi pesanti. Se un flusso più pesante o più leggero del normale è correlato a una tiroide o ad altri disturbi ormonali, è possibile che si verifichi una maggiore regolarità una volta iniziati i sostituti ormonali.

La dismenorrea può essere correlata agli ormoni, ma potrebbe anche essere necessario un ulteriore trattamento medico per affrontare il problema. Ad esempio, gli antibiotici sono usati per trattare la malattia infiammatoria pelvica.

Prospettive a lungo termine

Le irregolarità tra i periodi sono normali, quindi il flusso occasionale leggero o intenso non è generalmente qualcosa di cui preoccuparsi. Tuttavia, se avverti un forte dolore o un flusso intenso con coaguli di sangue, dovresti chiamare immediatamente il medico. Si consiglia inoltre di consultare un medico se i periodi si verificano a meno di 21 giorni di distanza o se si verificano a più di 35 giorni di distanza.

4 posizioni yoga per alleviare i crampi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here