Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Primo soccorso sportivo essenziale per il mal di schiena

Primo soccorso sportivo essenziale per il mal di schiena

0
4

Panoramica

Dai guerrieri del fine settimana agli atleti professionisti, lo sforzo alla schiena è un infortunio sportivo comune. La tensione alla schiena si verifica quando uno dei muscoli che sostengono la colonna vertebrale è attorcigliato, tirato o strappato.

Se tendi la schiena, sapere come prendertene cura a casa può aiutarti a ridurre il dolore e il tempo di recupero. È anche essenziale sapere quando consultare il medico. Se hai più di un lieve affaticamento della schiena, potresti aver bisogno di un trattamento professionale per promuovere la guarigione e prevenire danni permanenti.

Sintomi di tensione alla schiena

I sintomi comuni di uno stiramento alla schiena includono:

  • dolore
  • rigonfiamento
  • spasmi muscolari o crampi
  • debolezza muscolare o perdita di funzione

Un lieve ceppo alla schiena può spesso essere trattato a casa. Tuttavia, dovresti chiamare il tuo medico se hai una lesione alla schiena che causa uno di questi sintomi:

  • forte dolore o gonfiore
  • dolore che rende impossibile muoversi o camminare per più di pochi passi
  • dolore che interferisce con il tuo sonno
  • intorpidimento nella zona lesa o lungo la gamba
  • un nodulo nella zona interessata
  • perdita di controllo dell’intestino o della vescica
  • debolezza alla gamba

Dovresti anche contattare il tuo medico se hai una storia di precedenti lesioni alla schiena o un disturbo spinale.

Fattori di rischio per tensione alla schiena

Conoscere i fattori di rischio per l’affaticamento della schiena può aiutarti a essere preparato. Se pratichi sport che comportano molti salti, come il basket o la pallavolo, sei ad alto rischio di affaticamento della schiena. Ritornare a uno sport dopo un periodo di assenza aumenta anche le possibilità di affaticare la schiena. Ad esempio, non è raro avere un mal di schiena dopo il primo round di golf o una partita di softball. Essere in sovrappeso o fuori forma aumenta anche il rischio, così come avere una storia di precedenti infortuni alla schiena.

Cure di pronto soccorso

Icona di trattamento

Nelle prime 48 ore dopo aver teso la schiena, l’obiettivo del trattamento è ridurre il dolore, il gonfiore e gli spasmi muscolari. Riposare, glassare l’area interessata e assumere farmaci da banco possono aiutare.

riposo

Riduci le tue normali attività e fai esercizio di routine per un giorno o due. Concediti un po ‘di tempo per guarire.

Ghiaccio

Metti un impacco di ghiaccio sulla zona lesa per 20 minuti alla volta, da quattro a otto volte al giorno. Usa un impacco freddo o riempi una busta di ghiaccio e avvolgila in un asciugamano. Continua per 48 ore dopo l’infortunio.

Durante questo periodo, la glassa sulla zona interessata riduce l’infiammazione costringendo i vasi sanguigni. Questo limita il flusso sanguigno nell’area. Non applicare calore durante questo periodo. Avrà l’effetto opposto.

Compressione

L’applicazione di pressione aiuta anche a ridurre il gonfiore. Per esercitare pressione, avvolgere una benda elastica intorno alla zona della schiena interessata. Potrebbe essere più facile e meno doloroso chiedere a qualcun altro di avvolgerlo per te. Per evitare di interrompere la circolazione sanguigna, non avvolgerlo troppo strettamente. Allenta la benda se il dolore aumenta, l’area fasciata diventa insensibile o se noti gonfiore sotto l’area fasciata.

Farmaci

Un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) da banco può aiutare ad alleviare il dolore e il gonfiore. Esempi di FANS includono:

  • aspirina
  • ibuprofene (Advil, Motrin)
  • naprossene (Aleve, Naprosyn)

Assistenza di follow-up

Dopo le prime 48 ore di cure di pronto soccorso, puoi iniziare a riprendere le tue normali attività. Applicare calore sulla zona interessata può aiutare ad alleviare il dolore persistente.

Riprendi l’attività

Quando ti fa male la schiena, potresti essere tentato di restare a letto per una settimana. Ma in realtà è meglio tornare alle tue normali attività il più rapidamente possibile. Il riposo prolungato e l’immobilità possono ritardare la guarigione.

Dopo i primi due giorni di riposo, inizia a riprendere le tue normali attività. Non spingerti troppo, specialmente durante le sessioni di allenamento. Inizia invece lentamente e raggiungi gradualmente il livello di attività precedente.

Applica il calore

Dopo le prime 48 ore, applicare calore sulla zona lesa può aiutare ad alleviare il dolore rilassando i muscoli tesi. Usa una piastra elettrica, una lampada riscaldante o una compressa calda. Il calore dilata i vasi sanguigni, aumentando il flusso sanguigno nell’area interessata. Ciò favorisce la guarigione, poiché il sangue fornisce sostanze nutritive e trasporta i detriti cellulari lontano dai tessuti danneggiati.

Quali sono le prospettive per lo strappo alla schiena? | prospettiva

Nella maggior parte dei casi, i sintomi di tensione alla schiena scompaiono completamente entro due settimane. Se i tuoi sintomi durano più a lungo o sono gravi, parla con il tuo medico. Possono ordinare test di imaging per valutare la tua lesione, come una radiografia o una TAC. Possono prescrivere una stecca o un tutore, farmaci, fisioterapia o altri trattamenti. In alcuni casi, potrebbero incoraggiarti a evitare o adattare determinati esercizi per evitare di affaticare la schiena.

Chiedi al tuo medico le tue condizioni specifiche, le opzioni di trattamento e le prospettive a lungo termine.

Suggerimenti per prevenire l’affaticamento della schiena | Prevenzione

Se hai un rischio maggiore di riprendere lo sforzo, puoi seguire i seguenti passaggi per evitare di affaticare la schiena durante l’allenamento:

Non sforzarti troppo

Se sei fuori forma, provi una nuova attività o torni a fare esercizio dopo una pausa, inizia lentamente e aumenta gradualmente il tuo livello di intensità.

Usa la tecnica corretta

Se stai provando una nuova attività, chiedi a un allenatore o istruttore professionista di mostrarti come svolgerla in sicurezza. Ciò è particolarmente importante per le attività che implicano il salto, la torsione o il sollevamento di oggetti pesanti.

Riscaldati all’inizio dell’allenamento

Ad esempio, inizia facendo jogging sul posto per alcuni minuti. Questo ti aiuterà a sciogliere muscoli, tendini e legamenti.

Rilassati alla fine dell’allenamento

Riduci gradualmente la velocità e l’intensità dei tuoi movimenti per almeno 10 minuti prima di fermarti completamente.

Allunga i tuoi principali gruppi muscolari

Porta ogni allungamento al punto di tensione muscolare, mantienilo per 10-20 secondi, quindi rilascialo con movimenti lenti e controllati.

Vivi sano

Seguire uno stile di vita sano può anche aiutarti a mantenere un peso sano, rafforzare ossa e muscoli ed evitare infortuni legati allo sport. Segui una dieta equilibrata, fai esercizio fisico regolarmente ed evita di fumare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here