Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Prevenire l’epatite C: esiste un vaccino?

Prevenire l’epatite C: esiste un vaccino?

0
3

Importanza delle misure preventive

L’epatite C è una grave malattia cronica. Senza trattamento, puoi sviluppare una malattia del fegato. La prevenzione dell’epatite C è importante. Anche il trattamento e la gestione dell’infezione sono importanti.

Scopri gli sforzi del vaccino contro l’epatite C e cosa puoi fare per prevenire di contrarre la malattia.

Esiste un vaccino contro l’epatite C?

Attualmente, nessun vaccino ti protegge dall’epatite C. Ma la ricerca è in corso. Uno studio promettente sta attualmente ricercando un possibile vaccino sia per l’epatite C che per l’HIV.

Tuttavia, ci sono vaccini per altri virus dell’epatite, tra cui l’epatite A e l’epatite B. Se hai l’epatite C, il tuo medico potrebbe suggerirti di ottenere questi vaccini. Questo perché l’infezione da epatite A o B può portare a ulteriori complicazioni durante il trattamento dell’epatite C.

La prevenzione di altre forme di epatite è particolarmente importante se il fegato è già stato danneggiato.

Evita l’infezione

I ricercatori stanno lavorando per sviluppare un vaccino. Nel frattempo, ci sono modi in cui puoi proteggerti dal contrarre o trasmettere l’infezione.

Il modo migliore per evitare l’epatite C è evitare attività che ti mettono a contatto con il sangue di qualcuno che ha contratto l’infezione.

L’epatite C si trasmette attraverso il contatto con il sangue di qualcuno a cui è stata diagnosticata l’epatite C. metodi più comuni di trasmissione includono:

  • persone che condividono aghi o altre apparecchiature utilizzate per preparare e iniettare farmaci
  • operatori sanitari che ricevono un ago in un ambiente sanitario
  • madri che trasmettono il virus durante la gravidanza

Grazie ai progressi scientifici e ai progressi nei metodi di screening, i modi meno comuni per contrarre o trasmettere il virus includono:

  • fare sesso con qualcuno che ha contratto il virus
  • condividere oggetti personali che hanno toccato il sangue di qualcuno che ha contratto il virus
  • farsi un tatuaggio o un piercing presso un’attività non regolamentata

Il virus non si trasmette attraverso il latte materno, il cibo o l’acqua. Inoltre, non viene trasmesso dal contatto casuale con qualcuno a cui è stata diagnosticata l’epatite C, come abbracci, baci o condivisione di cibo o bevande.

Con la cura personale, non condividere

Rasoi, spazzolini da denti e altri articoli per la cura personale possono essere strumenti per la trasmissione da persona a persona del virus dell’epatite C. Evita di usare gli articoli di qualcun altro per l’igiene personale.

Se hai l’epatite C:

  • non donare sangue o sperma
  • mantieni fasciate le ferite aperte
  • informi i vostri medici e altri operatori sanitari

Non condividere gli aghi

L’uso di farmaci iniettabili può portare all’infezione da epatite C se condividi aghi, siringhe o altre apparecchiature con qualcuno che ha il virus. Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), le persone che si iniettano droghe sono maggiormente a rischio di contrarre l’epatite C.

Se hai mai condiviso un ago con qualcun altro, anche se è stato solo una volta tanto tempo fa, sei ancora a rischio di epatite C. È importante fare il test per determinare se hai bisogno di cure. Parla con il tuo medico del test per il virus. Puoi anche leggere di più sull’analisi del sangue per l’epatite C.

Se attualmente inietti droghe, considera di partecipare a un programma di trattamento. Parla con il tuo medico delle opzioni di trattamento disponibili. Possono aiutarti a trovare un programma di trattamento adatto a te.

Se continui a iniettare droghe, evita di condividere aghi o altre apparecchiature.

Alcuni stati offrono programmi di servizi per le siringhe (SSP). Questi programmi sono anche indicati come:

  • programmi di cambio ago (NEP)

  • programmi di scambio di siringhe (SEP)
  • programmi ago-siringa (NSP)

Gli SSP offrono aghi puliti. Parla con il tuo medico o il dipartimento sanitario locale della disponibilità di SSP o altri programmi di risorse nel tuo stato.

Fai attenzione con i tatuaggi

Le aziende autorizzate che offrono tatuaggi o piercing sono generalmente considerate al sicuro dall’epatite C. Ma farsi un tatuaggio, un piercing o persino l’agopuntura può portare all’infezione da epatite C se l’attrezzatura non è stata adeguatamente sterilizzata.

Se scegli di farti un tatuaggio o un piercing, scopri se l’attività ha un permesso o una licenza valida. Se ricevi l’agopuntura, chiedi di vedere la licenza di agopuntura del tuo medico.

Pratica un sesso più sicuro

L’epatite C a trasmissione sessuale non è comune, ma è possibile. Se fai sesso con qualcuno che ha il virus, alcuni comportamenti possono aumentare il rischio. Questi includono:

  • praticare sesso senza preservativo o altro metodo di barriera
  • avere più di un partner sessuale
  • avere un’infezione a trasmissione sessuale (STI) o HIV

Prevenire o trattare

Attualmente non esiste un vaccino per prevenire l’epatite C. Tuttavia, puoi ridurre le tue possibilità di contrarre il virus attraverso misure preventive.

Se hai l’epatite C, può essere trattata e gestita.

La ricerca ha dimostrato che nuovi farmaci come Harvoni e Viekira lavorano per aiutare il tuo corpo a creare una risposta virologica sostenuta (SVR). Se il medico determina che il tuo corpo è in uno stato di SVR dopo il trattamento, sei considerato guarito.

Parla con il tuo medico per scoprire se uno di questi trattamenti potrebbe essere una buona opzione per te.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here